Hand in Hand

Un film di Valérie Donzelli. Con Valérie Donzelli, Jérémie Elkaïm, Valérie Lemercier, Béatrice De Staël, Eric Lartigau.
continua»
Titolo originale Main dans la main. Commedia, durata 90 min. - Francia 2012. MYMONETRO Hand in Hand * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 1 recensione.
Consigliato sì!
3,50/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblicon.d.
La danza di due amanti molto diversi tra loro nel nuovo film della regista de La guerra è dichiarata Valérie Donzelli.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Commedia sentimentale e musicale che porta a compimento l'evasione verso il sogno attraverso la performance fisica
Marzia Gandolfi     * * * 1/2 -

Joachim Fox pratica lo skateboarding e realizza specchi in una bottega della provincia francese. Hélène Marchal dirige a Parigi la scuola di ballo dell'Opéra Garnier. Niente li unisce se non uno specchio da sostituire nella sala Marius Petipa. Smarrito e rimbalzato da una classe all'altra, Joachim infila un palco e incontra Hélène, che bacia impulsivamente tra i tessuti rossi. Da quel momento diventa impossibile separarsi e a ogni gesto dell'uno corrisponde simmetrico il movimento dell'altra. Travolti da una singolare passione, Hélène e Joachim avviano un pas de deux sulle note gioiose di Čajkovskij, che li spingerà a riconsiderare la propria esistenza. Come la Clara dello Schiaccianoci si addormentano e sognano lo stesso sogno. A (ri)svegliarli sarà la vita.
È la ricerca l'archetipo concettuale e poetico di Valérie Donzelli, il movimento perpetuo dentro il tempo che si perde dietro all'amore. Così dopo aver dichiarato guerra a chi tanto amore voleva portarlo via, in un dramma risanato dalla commedia e consumato dalla malattia, la regista francese scrive, gira, interpreta e 'coreografa' una commedia sentimentale e musicale, eleggendo il corpo a figura centrale. Recuperando e sviluppando gli elementi stilistici del musical già espressi ne La guerra è dichiarata, Hand in Hand porta a compimento l'esperimento e l'evasione verso il sogno attraverso la performance fisica. Forse perché l'intima essenza dell'amore davvero non è esprimibile a parole.
La Donzelli si inventa allora un pas de deux per danzare quello che non si può dire. E di un passo a due, Hand in Hand esplicita la struttura: una entrée (l'entrata dei due interpreti), un adagio (il duetto), una variazione per lui, una variazione per lei (un'esibizione creata per un danzatore solo) e una coda (i danzatori tornano a esibirsi insieme). Nel suo balletto senza trama gli amanti ballerini sono mossi da un sortilegio che li spinge l'una verso l'altro nell'illusione della fusionalità e del 'rispecchiamento'. Joachim di fatto realizza specchi e diventa lo specchio in cui Hélène si riflette, replicando l'amato in un plastico divenire coreografico. Ma l'amore realistico per essere deve superare i processi disfunzionali e le tendenze simbiotiche, riconoscendo i propri confini, l'unicità e l'irripetibilità del proprio partner.
La fusione in Hand in Hand non è praticata soltanto dai due amanti ma è estesa ad amori amicali e fraterni: Joachim ha un legame morboso con la sorella, Hélène una relazione nevrotica con l'amica Constance. Impossibile per entrambi concedersi un assolo, irrealizzabile una prospettiva di felicità, inconcepibile una combustione emozionale che escluda chi fino ad oggi gli aveva scaldato il cuore e il cuscino. Per questa ragione l'autrice ammette un pas de trois, contemplando un altro vertice pur di amare, pur di non restare soli con se stessi. Questo avvicinamento però è soltanto una chimera dichiarata dalla narrazione off e dall'utilizzo diegetico delle canzoni, una fucina di catene desideranti che mettono a rischio tutti i possibili legami fra due donne e un uomo.
Joachim è il primo a scendere da quella giostra crudele esibendosi (e dichiarandosi) in una coreografia di Pina Bausch ("The Man I Love"), che mima l'amore che un giorno arriverà e lo prenderà per mano. Dai tacchi scende invece Hélène, per misurare come i compassi di Bertrand Morane il sentimento in tutte le direzioni e poi infilarne una sola in cima a un grattacielo e dentro un classico sentimentale. Valérie Donzelli e Jérémie Elkaïm, ex marito nella vita e interprete nel film, sono ancora insieme sullo schermo, portando con sé e in libera associazione i loro ricordi. Con Hand in Hand firmano un altro mélo coniugale, che (ri)frequenta il loro tempo coniugale. Mai finito e sempre risonante di echi e di rime.

Stampa in PDF

Premi e nomination Hand in Hand

premi
nomination
Roma Film Festival
1
0
* * * - -

Incollati da un insolito riflesso sullo specchio

lunedì 12 novembre 2012 di Riccardo Tavani

Avevamo ammirato la giovane e già grande maestra del cinema Valérie Donzelli per la sua capacità di intessere tragedia e gioco, in una vicenda umana particolarissima ma significativa della attuale condizione di precarietà esistenziale dei giovani, la quale si prolunga ormai a rappresentare interamente quella umana. In questo in questo film, invece, il gioco prende decisamente il sopravvento e la tragedia, il dramma lasciano il posto al melò e la guerra sembra sospesa. Date le capacità mostrate dalla continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Hand in Hand adesso. »

Il colpo di fulmine che non ti aspetti

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

L'autrice di un film notevole e quasi insostenibile come La guerra è dichiarata, storia-musical della lotta di due genitori contro un tumore infantile, torna con un film tutto leggerezza, Main dans la main (Concorso). Un'opera buffa che del colpo di fulmine coglie il lato comico senza occultare la violenza dei sentimenti. Uno di quei lavori che si possono realizzare solo nella patria dell'esprit de finesse e del pas de deux, dove il discorso amoroso è un'arte aperta a tutti gli estremi. Joachim e Hélène, lui vetraio di campagna, lei prestigiosa insegnante di danza all'Opéra, non hanno nulla in comune eppure appena si vedono restano legati da un incantesimo. »

Hand in Hand | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | riccardo tavani
Rassegna stampa
Fabio Ferzetti
Roma Film Festival (1)


Articoli & News
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità