Non si sevizia un paperino

Film 1972 | Poliziesco 110 min.

Regia di Lucio Fulci. Un film con Irene Papas, Florinda Bolkan, Barbara Bouchet, Virgilio Gazzolo, Marc Porel, Tomas Milian. Cast completo Genere Poliziesco - Italia, 1972, durata 110 minuti. - MYmonetro 3,08 su 25 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Non si sevizia un paperino
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Il fim fu sequestrato perché in una lunga sequenza la Bouchet appare nuda in compagnia d'un bambino, cosa proibita dalla censura, ma, al processo, si poté dimostrare che il bambino era in realtà un nano maggiorenne.

Consigliato sì!
3,08/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,88
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Cinema
Trailer
Giallo all'italiana diretto da Fulci.

In un paesino del sud, un giornalista milanese in vacanza scopre l'efferato uccisore di tre bambini. I produttori riuscirono a montare una efficace trovata pubblicitaria: il fim fu sequestrato perché in una lunga sequenza la Bouchet appare nuda in compagnia d'un bambino, cosa proibita dalla censura, ma, al processo, si poté dimostrare che il bambino era in realtà un nano maggiorenne e ciò valse l'assoluzione della pellicola.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 30 dicembre 2013
Francisco Goya

"Non si possono dare tre stellette a un film di Fulci": è la frase pronunciata da uno (ma pensata da molti) dei critici cinematografici italiani del secolo andato. E questa austerità reazionaria, questo disprezzo quasi censorio sono stati cifra caratterizzante di tanta intellighenzia critica nei confronti delle opere del Maestro, senza salvarne nessuna dal limbo del trash all'ita [...] Vai alla recensione »

sabato 7 luglio 2012
Paolo Pacitti

Forse il miglior film di Lucio Fulci, ebbe a suo tempo un processo- da cui, con un minimo di furbizia da parte di Fulci venne assolto- per la scena in cui Barbara Bouchet si mostra nuda a un bambino (in realtà un nano maggiorenne, Domenico Semeraro, noto come il “nano della stazione”, un imbalsamatore che finirà tragicamente sulle cronache per il suo omicidio da parte dell'aman [...] Vai alla recensione »

domenica 15 novembre 2015
APropositodiCinema

Probabilmente il film più importante nella lunga carriera di Lucio Fulci ed anche quello più apprezzato in generale.  A partire dall’ambientazione, inedita per un thriller italiano del periodo, il film di Fulci si differenzia molto dagli altri prodotti dello stesso genere realizzati negli anni 70: la violenza efferata (per l’epoca) e gli effetti splatter che, ancora [...] Vai alla recensione »

martedì 9 settembre 2014
Paolo Salvaro

La valutazione di due stelle con cui il dizionario accoglie questo film è alquanto ingenerosa :  il buon Lucio Fulci con i quattro soldi investiti per la realizzazione di questo film non avrebbe davvero potuto girare una pellicola migliore di questa.   Lo si può tranquillamente collocare al terzo posto dei thriller italiani migliori mai realizzati, davanti a Sei donne per [...] Vai alla recensione »

domenica 26 febbraio 2017
mauri67

'NON SI SEVIZIA PAPERINO, primo titolo proposto per il film, e poi modificato aggiungendo un 'UN' dal color grigio su campo nero (per farlo comunque sparire), causa minacciate ritorsioni da parte della Walt Disney per l'uso improprio della parola 'Paperino', è un thriller giallo nel quale il tocco rivoluzionario del grande Maestro è geniale.

martedì 10 aprile 2012
LorenzoMnt

Davvero niente male questo "Non si sevizia un paperino". è il secondo film di Fulci che vedo dopo "La Pretora" e per la seconda volta non mi ha deluso. Anche se è presente qualche momento "deprimente" e l'assassino si individua prima del finale per esclusione,ha buona suspance e azione. Fa leva inoltre sull'affascinante Bolkan e sulla [...] Vai alla recensione »

martedì 2 febbraio 2016
Onufrio

Un cult filmato dal maestro dell'orrore, Lucio Fulci, che in questa pellicola si dedica al giallo poliziesco con venature horror spruzzate in alcune scene(l'uccisione della maciara e la scena finale). La polizia indaga su tre omicidi, tutti e tre bambini morti in circostanze analoghe; la questione suscita anche l'interesse della stampa, qui rappresentata da Andrea Martelli (T.

giovedì 20 agosto 2009
sciamalaglia

INSIEME A "PROFONDO ROSSO" IL MIGLIOR GIALLO ITALIANO

sabato 25 luglio 2009
paride86

Sopravvalutato thriller anni '70. Un maniaco assassino fa strage di bambini e una magiara confessa gli omicidi. Seppure siano presenti alcuni elementi critici di ritratto sociale e l'assassino non sia facilmente intuibile, il resto è piuttosto banale ed artefatto.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
RAI International

Gli abitanti di Accendura, un paesino della Lucania, sono terrorizzati dalle gesta di un misterioso assassino che uccide i loro bambini. Il primo sospettato a finire nelle mani dei carabinieri è Filippo Barra, un innocuo malato di mente che viene scagionato non appena si verifica un nuovo omicidio. Nel frattempo, giungono dalla città il giornalista Andrea Martelli e l’avvenente Patrizia, ricca figlia [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati