Parasite

Acquista su Ibs.it   Dvd Parasite   Blu-Ray Parasite  
Un film di Bong Joon-ho. Con Song Kang-ho, Lee Sun-kyun, Yeo-jeong Jo, Choi Woo-Sik, Park So-dam.
continua»
Titolo originale Parasite. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 132 min. - Corea del sud 2019. - Academy Two uscita giovedý 7 novembre 2019. - VM 14 - MYMONETRO Parasite * * * * - valutazione media: 4,01 su 130 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
thomas venerdý 29 novembre 2019
stile eccelso - filosofia rasoterra Valutazione 2 stelle su cinque
57%
No
43%

Ci sono film che, nel lanciare messaggi evolutivi alle sinapsi degli spettatori, vengono frenati dalla qualità non eccelsa della loro realizzazione. 
E ci sono film che migliorano la mente di chi li vede perchè sanno trasmettere un messaggio evolutivo arricchito da tanta qualità artistica.
E poi ci sono i film come "Parasite", che veicolano un messaggio involutivo incartato in una confezione estetica eccellente.
Secondo Bong Joon - Ho i poveri troveranno la loro felicità nella sostanziale accettazione dell'ineluttabilità della propria situazione (vedasi la parte iniziale del film): guai a cercare di prendere l'ascensore per salire la scala socio economica, il risultato sarà sempre la rovina, perchè i poveri non riusciranno mai a non oltrepassare "il limite" . [+]

[+] non credo (di blowup)
[+] lascia un commento a thomas »
d'accordo?
nino raffa venerdý 28 febbraio 2020
la gentilezza dei ricchi Valutazione 4 stelle su cinque
87%
No
13%

Seul. I Kim - padre, madre e due figli sull’orlo della miseria, alloggiati in un malsano seminterrato - riescono a farsi assumere in blocco dai ricchi Park, carpendone la fiducia e soppiantando con disonesti stratagemmi la precedente servitù.
I ricchi sono ricchi anche perché sono gentili, oppure sono gentili perché sono ricchi? si chiedono i Kim ubriacandosi sul divano dei Park durante una loro assenza. Dall’alto della scala sociale, i Park invece apprezzano l’apparente compostezza, ovvero il senso del limite, dei Kim. Limite naturalmente stabilito dai Park stessi: paritari e alla mano finché credono che i Kim stiano al loro posto. Del resto i Kim puzzano e quindi ribaltando la domanda iniziale: i poveri sono poveri anche perché puzzano, oppure puzzano perché sono poveri? 
 
Tra questi dilemmi espressi o sottintesi, si dipana Parasite, una tragedia venata di comicità, dall’esatta meccanica e dai significati universali. [+]

[+] lascia un commento a nino raffa »
d'accordo?
zarar mercoledý 13 novembre 2019
un tema forte penalizzato dal virtuosismo Valutazione 3 stelle su cinque
69%
No
31%

Apologo sulla società post-industriale con i suoi errori e orrori, questo film è stato accolto con un entusiasmo a mio parere eccessivo.  Non che l’opera non abbia aspetti interessanti. Il messaggio che il regista sud-coreano Bong Joon-ho vuol trasmettere, incrociando storie e personaggi della misera famiglia di Ki-Taek e della ricchissima famiglia del signor Park, tocca sicuramente un nervo scoperto: non solo viviamo in una situazione di insostenibile ingiustizia sociale, ma si crea una generale perversione e una infelicità diffusa, perché i pochi ricchi sempre più ricchi sono distrutti da nevrosi e oscuri fantasmi; i molti poveri sempre più poveri per parte loro non sanno più che cosa sia coscienza di classe, non hanno orizzonti alternativi; vivacchiano ai margini della società dei consumi, telefonino in mano, finché non colgono l’opportunità di una vita: fare i parassiti del ricco epulone, come scarafaggi in una dispensa ben fornita, usando la furberia e l’inganno per lucrare sulle  nevrosi e le paure dei ricchi e la loro oscura volontà di farsi perdonare la ricchezza. [+]

[+] lascia un commento a zarar »
d'accordo?
melina giovedý 16 aprile 2020
parasite Valutazione 5 stelle su cinque
82%
No
18%

Dei calzini appesi a un piccolo stendibiancheria da soffitto e la visuale su una strada dalla finestra di un appartamento seminterrato.
Per 30 secondi la scena di apertura resta fissa su quanto descritto dando quasi l’impressione di voler far ambientare lo spettatore al luogo.
L’inquadratura si abbassa lentamente riprendendo un ragazzo che siede tenendo il cellulare  che ha tra le mani di fronte al viso:
 “Ci hanno fregati, niente più Wi-Fi gratis“. Questa la significativa scena iniziale di un capolavoro che porta la firma di Bong Joon-ho. [+]

[+] lascia un commento a melina »
d'accordo?
ghisi gr�tter domenica 10 novembre 2019
eterno conflitto tra ricchi e poveri Valutazione 4 stelle su cinque
56%
No
44%

Parasite” è una commedia nera piena di sarcasmo e carica farsesca. Un film grottesco, ma anche metaforico, che se da un lato diverte, dall’altro inquieta perché è rivelatore dei grossi problemi sociali e di classe presenti nella Corea del Sud.

Così il film mostra gli strati sociali a Seul: quello dei ricchissimi - che vivono in una splendida villa minimalista - e quello dei poverissimi che vivono in uno scantinato dove sono infestati da scarafaggi e inondati dai bisogni degli ubriachi di passaggio e dove la connessione wi-fi sembra essere un bisogno primario. [+]

[+] attenzione ci sono spoiler in questa recensione (di jack beauregard)
[+] lascia un commento a ghisi gr�tter »
d'accordo?
fabiofeli mercoledý 13 novembre 2019
"anch'io sarei gentile, se fossi ricca! ..." Valutazione 4 stelle su cinque
59%
No
41%

Non c’è grande differenza tra la Seul disastrata ricreata in studio e le città dell’occidente assediate da un caotico disordine urbanistico e gravi problemi ambientali. Nella capitale coreana la povertà è nascosta. L’intera famiglia Kim, costituita da 4 persone, vive di piccoli lavori saltuari; abita in un tugurio seminterrato scroccando la connessione non protetta a internet a chi vive a pianterreno. Il giovane Ki-woo riesce a farsi assumere come insegnante di inglese di Da-hye, una liceale della ricca famiglia Park: come referenza Ki-jung, la sorella di Ki-woo, ha falsificato un certificato di iscrizione all’università e si farà credere insegnante di belle arti, adatta a sviluppare le qualità del piccolo Da-song; quest’ultimo è scolaro alle elementari con propensione al disegno horror, viziatissimo dai Park e segnato dal ricordo traumatico di un “fantasma” apparso ad una sua festa di compleanno. [+]

[+] lascia un commento a fabiofeli »
d'accordo?
frascop martedý 12 novembre 2019
tre famiglie ma chi sono i parassiti? Valutazione 4 stelle su cinque
63%
No
37%

 Bong-Joon-Ho (1969) è lo Spielberg sudcoreano e con questo capolavoro ha vinto a Cannes. La prima parte è divertente, una famigliola che vive in un tugurio sotto la strada cerca di sbarcare il lunario e solo con l’astuzia riuscirà, uno alla volta, a far lavorare i suoi quattro componenti, come se fossero perfetti estranei, al servizio di una ricca famiglia di un manager informatico. Quando una sera la famiglia povera rimasta sola nella villa stupenda sta finalmente assaporando come vivono i ricchi, alla porta suona la vecchia governante. Da questo momento la commedia diventa nera e la tensione sale in un crescendo incredibile. L’atmosfera talvolta è quella di Jordan Peele talvolta di Tarantino, ma c’è chi ha pensato a  Bunuel. [+]

[+] lascia un commento a frascop »
d'accordo?
adriana moltedo lunedý 11 novembre 2019
la puzza di parassita fa scoppiare la furia Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Parasie.

Il 50enne Bong Joon-ho nato nella Corea del Nord, ci regala un film straordinario.

Parasite.

Il fil narra di tre famiglie, a loro modo molto unite tra loro.

Una povera, formata da marito, interpretato dal grande attore coreano Kang-ho Song, moglie, una figlia e un figlio.
!Qui nonostante i quattro vivano in un tugurio sottoscala, pieno di rumori e inondato di di disinfestazione, dai colori vivacissimi si evince il loro rapporto affettivo molto solido.

Sono praticamente in un basso napoletano. I quattro ridono,scherzano, cantano, si arrangiano come possono, rubano e sono uniti nello stare insieme così. [+]

[+] lascia un commento a adriana moltedo »
d'accordo?
gattoquatto lunedý 31 agosto 2020
deludente Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Mi rendo conto che criticare un film che ha ottenuto molti premi può sembrare arrogante. Eppure la mia reazione alla visione di questo film è stata una grande delusione. Seppure tecnicamente ben realizzato, Parasite mi è parso un film ben confezionato ma molto povero di contenuti. La contrapposizione tra ricchi ottusi e poveri ma scaltri mi pare superficiale, banalmente caricaturale e tanto ritrita da essere ormai noiosa. La trama è scarsamente credibile, e in generale il film descrive un mondo privo di qualsiasi valore o interesse che non sia il denaro, veicolando un messaggio miseramente nichilista (forse opposto alle intenzioni del regista?): ricchi e poveri sono intercambiabili e accomunati da un interesse esclusivo, i soldi. [+]

[+] lascia un commento a gattoquatto »
d'accordo?
francesca meneghetti giovedý 20 febbraio 2020
la lotta per la sopravvivenza dei pesci piccoli Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Dopo quattro premi Oscar, che hanno dato un nuovo impulso alla visione del film presso il grande pubblico, è difficile scrivere qualcosa che non sia già stato detto. Il regista sudcoreano Bong Joon-ho utilizza in quest’opera potente tutti i codici del linguaggio cinematografico, tanto che ciascuno di loro meriterebbe un’analisi approfondita (montaggio, inquadrature, movimenti di macchina, fotografia e luci, sonoro, sceneggiatura):  ma qui si entrerebbe nello specialistico. Meglio concentrarsi sul messaggio del regista.
Allora si può  affrontare “Parasite” partendo dal contesto sociale di riferimento: la Corea del Sud oggi. Negli anni ’90 era una delle cosiddette Tigri asiatiche per la curva esponenziale dello sviluppo, momentaneamente interrotto dalla crisi del 1997-1998, da cui seppe riprendersi. [+]

[+] lascia un commento a francesca meneghetti »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Parasite | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Tommaso Tocci
Pubblico (per gradimento)
  1░ | thomas
  2░ | nino raffa
  3░ | zarar
  4░ | melina
  5░ | ghisi gr�tter
  6░ | frascop
  7░ | fabiofeli
  8░ | adriana moltedo
  9░ | gattoquatto
10░ | francesca meneghetti
11░ | carlosantoni
12░ | melina
13░ | alesimoni
14░ | luciano sibio
15░ | francesco izzo
16░ | boffese
17░ | nadia meden
18░ | matteo
19░ | dandy
20░ | gabriella
21░ | paola sgrillo
22░ | stefano conte
23░ | psicosara
24░ | jonnylogan
25░ | silver90
26░ | gbavila
27░ | enrico danelli
28░ | massimiliano santucci
29░ | adriana moltedo
30░ | marcobrenni
31░ | felicity
32░ | francesco maria ricciardi
Writers Guild Awards (2)
SAG Awards (2)
Premio Oscar (10)
Producers Guild (1)
NSFC Awards (6)
Spirit Awards (2)
Golden Globes (4)
Festival di Cannes (1)
Directors Guild (1)
David di Donatello (2)
Critics Choice Award (9)
Cesar (2)
BAFTA (6)
AFI Awards (1)
ADG Awards (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 7 novembre 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 22 giugno
Cosa sarÓ
martedý 25 maggio
Roubaix, Une LumiŔre
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità