Una Preghiera Prima dell'Alba

Film 2017 | Azione +13 120 min.

Titolo originaleA Prayer Before Dawn
Anno2017
GenereAzione
ProduzioneGran Bretagna, Francia
Durata120 minuti
Regia diJean-Stéphane Sauvaire
AttoriJoe Cole, Vithaya Pansringarm, Panya Yimmumphai, Nicolas Shake, Pornchanok Mabklang Sura Sirmalai, Komsan Polsan, Billy Moore, Chaloemporn Sawatsuk, Sakda Niamhom.
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Jean-Stéphane Sauvaire. Un film con Joe Cole, Vithaya Pansringarm, Panya Yimmumphai, Nicolas Shake, Pornchanok Mabklang. Cast completo Titolo originale: A Prayer Before Dawn. Genere Azione - Gran Bretagna, Francia, 2017, durata 120 minuti. distribuito da Lucky Red. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Una Preghiera Prima dell'Alba tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La storia vera di un uomo che ha saputo sopravvivere all'esperienza del carcere grazie al Thai Boxe. Al Box Office Usa Una Preghiera Prima dell'Alba ha incassato 14,5 mila dollari .

Una Preghiera Prima dell'Alba è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Una testimonianza di eccezionale verità documentaria e di grandissimo appeal estetico.
Recensione di Paola Casella
sabato 4 novembre 2017
Recensione di Paola Casella
sabato 4 novembre 2017

Billy Moore è un giovane boxer inglese che combatte incontri clandestini in Thailandia. Non sappiamo perché si trovi lì, né perché si sia dato alla boxe, ma lo vediamo combattere, bere e fumare crack in un crescendo autolesionista e trasgressivo che culmina inevitabilmente in un arresto da parte della polizia locale. Ed è il suo ingresso all'inferno: nel carcere la violenza si consuma nella totale indifferenza delle guardie, e brutalità di ogni tipo stabiliscono il sistema gerarchico alla cui sommità si trovano belve umane tatuate dalla testa ai piedi che torturano i loro sottoposti in tutti i modi possibili.

Poiché Billy è l'unico bianco all'interno della cella, anzi, nella luce livida di Bangkok appare quasi fosforescente, l'aggressività dei compagni si focalizza immediatamente sulla sua diversità.

Ma Billy è anche un fascio di muscoli e ha un livello di sopportazione al dolore e alle umiliazioni che gli conquista una certa dose di rispetto. Dose che crescerà esponenzialmente quando il ragazzo entrerà a far parte della squadra di boxe del carcere, con l'obiettivo di rappresentare l'istituzione ai campionati.

Una preghiera prima dell'alba è tratto dall'autobiografia omonima di William "Billy" Moore che ha dato minuziosa contezza della sua odissea carceraria. Il regista francese Jean-Stéphane Sauvaire fa altrettanto creando un dramma di implacabile potenza visiva, duro come un diamante e tagliente come una lama d'acciaio. Straordinari la fotografia di David Ungaro e il montaggio di Marc Boucrot, che ha firmato anche La vita di Adéle e Dallas Buyers Club, e totalmente convincente l'interpretazione dell'attore inglese Joe Cole, già visto in Green Room, a metà fra furia e tenerezza.

Nel ruolo dei suoi compagni di cella appaiono esclusivamente ex carcerati thailandesi che hanno ricreato alla lettera le dinamiche atroci della loro passata prigionia. Un plauso speciale va a tutta la squadra che ha gestito magnificamente un sonoro che corrisponde alle sensazioni uditive di Billy, dal sussulto del suo respiro al silenzio dei momenti di perdita di conoscenza, dal caos della prigione al clamore dei match di boxe.

Se dal punto visivo Una preghiera prima dell'alba è una testimonianza di eccezionale verità documentaria e di grandissimo appeal estetico, dal punto di vista della narrazione riesce difficile trovare un senso e una direzione alle due ore di tormento cui sono sottoposti non solo Billy e i suoi compagni ma anche gli spettatori, cui non è risparmiato neanche un dettaglio dell'orrore vissuto dai carcerati in una prigione che, cinematograficamente parlando, fa il paio con quella turca di Fuga di Mezzanotte o quella giapponese di Furyo, ma riesce a superare entrambe in violenza e abbrutimento. Non c'è compiacimento sadico né nella regia di Sauvaire né nelle interpretazioni degli interpreti, ma il livello di sofferenza e degrado mostrato così esplicitamente mette a dura prova il pubblico, e meriterebbe una motivazione narrativa più chiara. Invece la sceneggiatura sceglie di negarci qualunque informazione circa le ragioni per cui Billy cova la sua gigantesca rabbia interiore e viaggia come un treno verso un possibile schianto finale.

Quella che probabilmente nell'autobiografia era anche una parabola di redenzione nel film rimane una cavalcata all'inferno, con qualche brevissimo momento di respiro (come gli incontri fra Billy e la dolcissima carcerata trans Fame). Dal punto di vista del coraggio stilistico però Una preghiera prima dell'alba resta un esempio altissimo di cinematografia europea, orgogliosamente anapologetica, intensamente espressiva.

Sei d'accordo con Paola Casella?
UNA PREGHIERA PRIMA DELL'ALBA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99 €14,99
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati