Parisienne

Film 2015 | Drammatico 119 min.

Titolo originalePeur de rien
Anno2015
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata119 minuti
Regia diDanielle Arbid
AttoriManal Issa, Vincent Lacoste, Paul Hamy, Damien Chapelle, Clara Ponsot Bastien Bouillon, Aurélien Cotentin, India Hair, Dominique Blanc, Waleed Zuaiter, Philippe Résimont, Dima Al Joundi, Darina Al Joundi, Balla Gagny Diop, Elina Löwensohn, Lily Nambininsoa, Marion Ploquin.
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Danielle Arbid. Un film con Manal Issa, Vincent Lacoste, Paul Hamy, Damien Chapelle, Clara Ponsot. Cast completo Titolo originale: Peur de rien. Genere Drammatico - Francia, 2015, durata 119 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Parisienne tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il viaggio di formazione di una studentessa libanese nella Parigi degli anni '90.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Coming of age fortemente autobiografico, intimo e generosamente sincero.
Recensione di Marco Chiani
Recensione di Marco Chiani

A metà degli anni Novanta, la diciottenne Lina arriva dal Libano a Parigi per studiare e lasciarsi alle spalle una vita difficile. Dopo essere stata accolta in casa da una zia, il cui compagno tenterà di sedurla, tramite un'amica di università trova un'altra sistemazione e un lavoretto presso un'agenzia immobiliare. All'inizio sedotta da un ricco uomo d'affari sposato, passa di esperienza in esperienza, fronteggia le difficoltà degli immigrati legati a temporanei visti di soggiorno, finendo con il prendere coscienza di sé e dei suoi desideri.
Peur de rien, paura di niente, è il titolo originale del quarto lungometraggio di finzione della regista libanese Danielle Arbid, un classico racconto di coming of age dalle connotazioni fortemente autobiografiche. Prima della sua protagonista, infatti, è stata la stessa regista a cercare in Francia una seconda possibilità e una modalità di riscatto. Ma da Beirut a Parigi, le prospettive cambiano radicalmente, tra difficoltà di inserimento in un contesto totalmente differente e l'imperativo di non dover realmente avere "paura di niente", che siano gli schiaffi emotivi ricevuti da un universo maschile da imparare a conoscere fino alle problematiche legate allo status di immigrata. Gli occhi con cui sono descritti gli incontri e relativi abbandoni sono intrisi di dolce malinconia, fornendo il quadro già critico, ma mai distaccato, di un tumultuoso passato prossimo gelato nell'ultimo, sorridente fermo immagine della protagonista. A tratti, in Parisienne, è riconoscibile una certa indulgenza della regista verso il personaggio in cui ascrive, almeno in parte, se stessa, tuttavia, senza quelle eccessive assoluzioni che avrebbero inficiato l'empatia dello spettatore. Perché insieme a Lina riusciamo ad entrare in contatto con una ricchezza di volti e situazioni sempre credibili, dalle varie tipologie umane alle feste studentesche, dal desiderio di vivere un altro Maggio francese ai tentativi di scoperta di sé attraverso i vari ambienti incontrati. Che si tratti di un film generosamente sincero non ci sono dubbi, lo dimostra anche la finezza di un'esplorazione psicologica che si specchia in quella ambientale. Più frutto di una prospettiva di cuore che di cervello.
Davvero adatta al ruolo la giovane Manal Issa, alle prese con un personaggio che non si ferma a chiedersi cos'è che è meglio fare, preferendo farlo. Insieme all'amico-fidanzato Julien, Lina va ad un concerto di Frank Black, leader della band alternative rock dei Pixies.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
Un delicato ed intimo racconto di formazione.

Dalla regista di Dans les champs de bataille, un delicato ed intimo racconto di formazione - ispirato ai primi anni parigini della libanese Arbid - su una 18enne (la rivelazione Manal Issa) appena arrivata a Parigi da Beirut alla ricerca della libertà. Con la città e i suoi ragazzi, da adolescente diventerà donna. Insolita commistione di coming-of-age e immigrazione.

NEWS
MYMOVIESLIVE
venerdì 13 gennaio 2017
Marzia Gandolfi

Nel 2016 il cinema francese ottiene il secondo miglior risultato in cinquant'anni con 213 milioni di biglietti venduti e un aumento del 3,6% rispetto all'anno precedente. Le cifre, pubblicate il 30 dicembre dal Centre national du cinéma (CNC), testimoniano [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati