Mildred Pierce

Film 2011 | Drammatico

Regia di Todd Haynes. Una serie Da vedere 2011 con Mare Winningham, Robb Webb, Miriam Shor, Melissa Leo, Brian F. O'Byrne, Kate Winslet. Cast completo Titolo originale: Mildred Pierce. Genere Drammatico - USA, 2011, - MYmonetro 4,00 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Mildred Pierce tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una serie televisiva statunitense divisa in 5 puntate, che vede nel ruolo di protagonista Kate Winslet. La serie ha ottenuto 4 candidature e vinto un premio ai Golden Globes.

Consigliato assolutamente sì!
4,00/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,00
ASSOLUTAMENTE SÌ
Scheda Home
Critica
Cinema
Trailer
(Melo)dramma in cinque atti di una donna nell'America della Grande Depressione.
Recensione di Marzia Gandolfi
sabato 10 settembre 2011
Recensione di Marzia Gandolfi
sabato 10 settembre 2011

Mildred Pierce è mamma, moglie e casalinga nell'America della Grande Depressione. Tradita e abbandonata dal marito, tra una torta e l'altra cerca lavoro a Los Angeles per garantire futuro e privilegi alle sue bambine, Ray e Veda. Assunta come cameriera in una tavola calda, Mildred rivela presto il suo talento di cuoca e pasticcera, che mette in pratica aprendo un ristorante. Rialzata la testa ma segnata da un lutto profondo, Mildred prende letteralmente in mano il suo futuro e quello di Veda, musicalmente dotata e in evidente conflitto con lei. Tra una mamma indefessa e una figlia insidiosa si insinua Monty Beragorn, giocatore di polo ricco e viziato che pratica il dolce far niente.
Ambientato negli anni Trenta e nell'America in crisi del repubblicano Herbert Hoover, Mildred Pierce è un (melo)dramma in cinque atti prodotto dalla HBO e magnificamente diretto da Todd Haynes. Mildred Pierce, come Lontano dal paradiso nove anni prima, mostra un'ossessiva fedeltà formale nei confronti di un genere che viene nondimeno attualizzato e modificato. Haynes di fatto trasforma l'infiammabilità inesplosa e trattenuta dei mélo americani in un film (a puntate) che divampa sotto i nostri occhi. Un violento e viscerale congegno narrativo che non si limita a riesumare spoglie di un genere che fu per giocare col cuore e la memoria colta dei cinefili ma che affronta, sotto la compostezza della messa in scena, il sogno americano declinato al femminile. Al centro del dramma e alla periferia di Los Angeles abita una donna che sceglie di affermare la propria fermezza e il conseguente bagaglio di sofferenza. Adattamento fedele e puntuale dell'omonimo romanzo di James M. Cain, Mildred Pierce riprende un discorso cinematografico che non sembra soltanto citato e rivisitato nelle musiche, nelle scene, nei costumi e nella grafica dei titoli di testa ma pure splendidamente proseguito e aggiornato. Scegliendo il mélo come territorio della sua autopsia dell'America di quegli (e questi) anni, la mini-serie diventa una messa in discussione del presente compiuta attraverso uno sguardo predatato. Il vero dramma è che quella società è quasi uguale a questa, soltanto un po' meno consapevole della propria stritolante violenza. Meno 'nero' e più 'osservante' della trasposizione del '45 di Michael Curtiz (Il romanzo di Mildred) interpretata da Joan Crawford, la versione di Todd Haynes è un'esperienza emotiva purificatrice che mette in schermo il bene e il male, la luce e il buio, schierando davanti allo 'specchio della vita' una madre intraprendente che lotta e 'impone' la sua gentilezza e una figlia inappagata la cui cruda concupiscenza per la celebrità ignora tutti tranne se stessa. Black melodrama familiare, Mildred Pierce trova in Kate Winslet un'interprete mirabile nel restituire una donna che, emancipata dalla subalternità del ruolo, fa carriera nell'America 'riformata' e recuperata di Franklin Delano Roosevelt. Caparbia e ostinata, la sua Mildred è 'al volante' della vita e di quell'auto in cui trova riparo dalla pioggia e dalle afflizioni e da cui 'riparte' per ricominciare. Condotta via da un amante o 'trasportata' da un taxi è invece la Veda civettuola e crudele di Evan Rachel Wood decisa ad affrancarsi dalla provincia e dalla sua condizione a colpi di voce e di note. Insieme le due attrici daranno vita a un dramma di assordante tristezza, che non ha più i connotati fiabeschi del sogno ma quelli asfissianti di una sopportazione che diventa abitudine. Ma l'insurrezione è dietro la porta. I PERSONAGGI Mildred Pierce (Kate Winslet): Mildred Pierce è una donna in difficoltà nell'America vinta dalla crisi economica. Separata dal marito è costretta a trovarsi un lavoro e a crescere le sue bambine, la dolce Ray e l'impetuosa Veda con cui sviluppa una relazione di dipendenza e a cui è devota oltremodo. Abile in cucina e nell'impastare torte ne farà presto una professione aprendo una catena di ristoranti. Dotata di cuore e un paio di gambe da sogno ritroverà amore e passione tra le braccia di Monty Beragon. Entusiasta e risoluta, Mildred respinge ruoli e modelli chiari e stabiliti, abbracciando per sé e le proprie figlie lo sviluppo ideale e sociale.
Veda Pierce (Evan Rachel Wood): Figlia maggiore di Mildred e Bert Pierce, Veda è una ragazzina ambiziosa che soffre la provincia e la propria condizione sociale. Ostile alla madre e a quello che lei rappresenta, le invade casa e cuore con pensieri e problemi. Mediocre pianista, scoprirà molto presto di avere una voce 'lirica' che le aprirà finalmente la strada dal successo esasperandone la natura spietata. Capricciosa e volubile, Veda insidierà il cuore di Monty Beragon colpendo impietosamente i sentimenti di Mildred.
Monty Beragon (Guy Pearce): Giocatore di polo col vizio delle donne e dello stile, Monty Beragon vive di rendita e dei profitti di un commercio di frutta. Invaghitosi delle gambe e del grande cuore di Mildred ne diventa l'amante e poi il secondo marito. Caduto in miseria, diventerà un consorte mantenuto e annoiato. Perduta la stima di Mildred, che lo invita a contribuire al loro ménage, Monty troverà consolazione all'apatia nell'abbraccio voluttuoso di Veda.
Bert Pierce (Brían F. O'Byrne): Marito fedifrago di Mildred e padre delle sue figlie, Bert è un uomo sensibile ma con scarsa incisività di azione. Pentito di aver abbandonato il tetto coniugale proverà tutta la vita a pagare quel debito affettivo. Migliore amico di Mildred, ne seguirà con interesse e pudore ogni passo, incoraggiandone le inclinazioni, condividendone i successi e soccorendola nel bisogno. Nella buona e nella cattiva sorte, Bert sarà sempre con lei. CURIOSITÀ » Mildred Pierce è stato presentato Fuori Concorso alla 68esima Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia.
» Todd Haynes dopo aver letto il romanzo di Cain ha immaginato Kate Winslet nel ruolo di Mildred Pierce. Non aveva mai lavorato prima con lei.
» Le riprese di Mildred Pierce sono durate sedici settimane.
» La storia ambientata a Los Angeles è stata in effetti girata a New York. IN TELEVISIONE Prodotta dalla HBO Mildred Pierce ha avuto negli USA un'accoglienza clamorosa, ottenendo 21 nomination agli Emmy 2011. Messa in onda il 27 marzo del 2011, la mini-serie diretta da Todd Haynes debutterà in Italia e su Sky Cinema il 14 ottobre 2011. IL CONSIGLIO Se ti piace Mildred Pierce ti consigliamo di leggere il romanzo omonimo di James M. Cain e di vedere Il romanzo di Mildred di Michael Curtiz, trasposto nel 1945 dallo stesso testo e interpretato da Joan Crawford. Se hai una passione per il genere melodrammatico puoi approfondirlo recuperando Lontano dal Paradiso dello stesso Todd Haynes e i mélo classici di Douglas Sirk a cui il cinema del regista si ispira e fa riferimento: Lo specchio della vita, Secondo amore, etc.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 10 settembre 2012
Giuliano D

Un vero e proprio capolavoro questa miniserie televisiva con la divina Kate Winslet, vincitrice dell'Emmy nel 2011. Regia eccellente, cast più che eccezionale, scenografia e fotografia degni d'ogni riconoscimento, colonna sonora deprimente ma favolosa (gli stessi aggettivi di come definirei la miniserie).

martedì 21 febbraio 2012
GioWi

Pur apprezzando la recitazione mi chiedo che senso abbia riproporrre un prodotto quando la versione cinematografica precedente supera ogni aspettativa.... Preferisco molto la versione un po' noir, più corta e intrigante proposta nel 1945 che questo polpettone .... Bravissima Kate Winslet nel test ma sprecata la sceneggiatura... Il finale poi della versione HBO non rende, anzi delude.

giovedì 27 ottobre 2011
tiamaster

HBO riesce a compiere il sogna di ogni casa produttrice di mini-serie:con mildred pierce le differenze tra cinema e TV sono praticamente inesistenti.La storia è buona e l'intreccio tra i personaggi è assolutamente intrigante e commovente,kate winslet è tanto bella quanto brava a recitare,i costumi e le scenografie sono da oscar e la regia è ottima.

FOCUS
INCONTRI
venerdì 2 settembre 2011
Ilaria Ravarino

Per la terza volta a Venezia, in concorso nel 2007 con I'm Not There e nel 2002 con Far From Heaven, il regista Todd Haynes si aggira per il Lido con la serenità che solo un giurato della Mostra può ostentare. Accompagnato da Kate Winslet, Guy Pearce ed Evan Rachel Wood, Haynes si è goduto oggi anche il piccolo, miracoloso e trasgressivo trionfo della televisione proprio nel cuore del tempio del cinema: trasmessa fuori concorso nelle prime giornate della kermesse, la sua miniserie in cinque parti Mildred Pierce, basata sull'omonimo romanzo di James M.

winner
miglior attrice miniserie o film tv
Golden Globes
2012
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati