Elles

Film 2011 | Drammatico V.M. 14 96 min.

Titolo originaleSponsoring
Anno2011
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia, Polonia, Germania
Durata96 minuti
Regia diMalgoska Szumowska
AttoriJuliette Binoche, Anaïs Demoustier, Joanna Kulig, Louis-Do de Lencquesaing, Krystyna Janda Ali Marhyar, François Civil, Pablo Beugnet, Arthur Moncla, Scali Delpeyrat.
Uscitavenerdì 28 settembre 2012
DistribuzioneOfficine Ubu
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14
MYmonetro 2,70 su 27 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Malgoska Szumowska. Un film con Juliette Binoche, Anaïs Demoustier, Joanna Kulig, Louis-Do de Lencquesaing, Krystyna Janda. Cast completo Titolo originale: Sponsoring. Genere Drammatico - Francia, Polonia, Germania, 2011, durata 96 minuti. Uscita cinema venerdì 28 settembre 2012 distribuito da Officine Ubu. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 2,70 su 27 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Elles tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un'inchiesta sulla prostituzione giovanile firmata da Malgorzata Szumkowska. In Italia al Box Office Elles ha incassato 106 mila euro .

Elles è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,70/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 1,95
PUBBLICO 2,64
CONSIGLIATO SÌ
Profondo percorso nella psiche e nella sessualità di una donna 'arrivata'.
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 10 febbraio 2012
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 10 febbraio 2012

Anne ha un marito, due figli, una bella casa a Parigi. Anne è una giornalista del magazine "Elle" per il quale ha recentemente condotto un'inchiesta intervistando due studentesse che si prostituiscono. L'incontro con la polacca Alicja e con la francese Lola (che poi le rivelerà di avere un altro nome) la turba profondamente. Mentre un mattino sta tentando di trasformare le interviste in un articolo e intanto prepara la cena che vedrà come ospiti il capo del marito con sua moglie, quanto confidatole in quegli incontri si rivela sempre più perturbante.
Il rischio di realizzare l'ennesimo film di indagine/denuncia (magari un po' hard) sul fenomeno di giovanissime studentesse che vendono il loro corpo mentre continuano a frequentare l'università c'era ma è stato abilmente bypassato. Perché questo non è un film su di loro ma è un'analisi dell'universo familiare di una donna solo apparentemente realizzata messo a confronto con scelte lontane dal suo sentire ma che, in modo del tutto inaspettato, ne sovvertono le fragili sicurezze. Senza la presenza della Binoche Elles avrebbe potuto assumere le caratteristiche di un film softcore con una vaga connotazione di tipo sociale. È grazie a lei e alla sua fisicità che invece si trasforma in un percorso nella psiche di una donna, di una madre, di una femmina. La si osserva quasi con stupore (per il coraggio avuto) con quel suo volto struccato da risveglio mattutino in un'età in cui la valorosa rinuncia al ritocco pone in evidenza i segni del tempo. Segni che marcano il personaggio, consapevole di una profonda sensualità matura ormai penosamente sublimata nella routine familiare. Con figli che si rifugiano nei videogame (il piccolo) o che dichiarano esplicitamente il loro desiderio di non fare la fine dei genitori (il grande). Il confronto con due ragazze che potrebbero essere anch'esse sue figlie la spinge a mettersi in discussione. La loro è una sessualità scissa, pronta a subire l'umiliazione ma anche consapevole del livello di finzione da adottare per poter resistere e andare avanti. Anche la sua vita (ormai pallida come il suo volto) abbisogna della menzogna per poter continuare sui binari di una quotidianità in cui solo la musica classica (radiofonica e quindi anch'essa scelta da altri nella sua sequenzialità) può costituire l'unico elemento di vitalità. A meno che il pensiero di una ribellione possibile lasci il solipsismo masturbatorio per tradursi in realtà. Ma non è così semplice.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
ELLES
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 2 ottobre 2012
gabriele.vertullo

Anne (Juliette Binoche) intervistando le due giovani studentesse Charlotte e Alicja  viene a conoscenza delle motivazioni che spingono belle e pulite ragazze a cimentarsi in un “mestiere” tanto (ig)nobile: l’impatto disorientante e ostico della vita metropolitana, dovuto allo scarto con la società provinciale dalla quale provengono.

lunedì 1 ottobre 2012
Flyanto

 Film d'indagine sul fenomeno ormai sempre più dilagante di studentesse che si prostituiscono per o riuscire a mantenersi decorosamente od addirittura per condurre una vita economicamente più agiata. Abbastanza interessante come film d'inchiesta  ma ancor più come amara riflessione sull'ipocrisia vigente all'interno di moltissime famiglie "modello" [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 ottobre 2012
Zoom e Controzoom

Difficile apprezzare i film che seguono la caratteristica del momento, di riprendere a spalla gran parte delle scene. Il modo, sconvolgente per alcuni stomaci compreso quello della sottoscritta, riesce a dare in questo caso, una lettura modificata del ritmo del film. Molte scene sono particolarmente lunghe e sarebbero decisamente lente se non ci fosse il dondolio della macchina da ripresa a distogliere [...] Vai alla recensione »

domenica 7 ottobre 2012
TaxiDriver

Film sui generis, questo Elles della giovane regista polacca Szumowska. Un film che in un certo modo si propone di fare inchiesta, al limite del docu-film, pur non appartenendo a questo genere. L'argomento è d'attualità, il taglio è decisamente al passo coi tempi, e nel complesso la regia è buona, con ritmi giusti e coinvoilgenti.

domenica 13 marzo 2016
Achab50

Dopo sei minuti sei di titoli di testa il film parte. Parte è una parola grossa perchè il tempo è quello di un valzer lento, lentissimo; è un vecchio trucco: non hai riso per fare la minestra a tutti? Allunga il brodo. La trama è apparentemente pruriginosa: una giornalista fa una inchiesta nel mondo delle escort. Inchiesta è una parola grossa perchè [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 gennaio 2015
gianleo67

Giornalista francese della rivista 'Elle' è impegnata in un reportage sulla prostituzione femminile ed intervista allo scopo due giovani studentesse 'fuori sede' che arrotondano le magre finanze attraverso la redditizia attività di escort per facoltosi ed annoiati uomini di mezza età. Divisa tra un menage matrimoniale grigio e monotono e la cura per i figli ancora [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 gennaio 2015
rita branca

  Elles   (2011) film di Malgoska Szumowska con Juliette Binoche, Anaïs Demou-stier, Joanna Kulig, Luis-Do de Lencquesaing, Krystyna Janda ed altri   Film per adulti sul tema sempre scottante del fenomeno della prostituzione,  in questo caso di studentesse nella società contemporanea  francese. Anne, un’affermata giornalista parigina, assai [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 novembre 2013
THEOPHILUS

ELLES   Elles come elle. Il film di cui andiamo a parlare sembra voler stabilire un’identità fra ‘loro’ e ‘lei’. Elle è la rivista femminile edita in Francia, ma anche la giornalista che vi scrive, Anne. Elles sono, appunto, ‘loro’ o, meglio, nella nostra lingua, ‘quelle’. Un gruppo denominato con un pronome personale che, nella [...] Vai alla recensione »

domenica 23 dicembre 2012
Paolo Severi

Elles è il solito capolavoro francese che vede qui una giovane regista polacca e due splendide giovani attrici recitare magistralmente il ruolo di due prostitute che si vendono per pagarsi gli studi nella difficile condizione esistenziale di Parigi. Juliette BInoche è superlativa nel ruolo di una giornalista che tutta dedita al suo lavoro non si accorge di quello che le accade intorno.

mercoledì 14 novembre 2012
angelo umana

 Immaginare un’altra vita, leggermente più sregolata, staccandosi dai canoni che regolano i ruoli familiari dove è pur sempre la donna, anche se in carriera, a doversi occupare dei due figli, uno dei quali adolescente e “imprendibile”, della cucina, del bucato e della spesa, procurandosi o vagheggiando un po’ più di piacere, anche sessuale, o qualche [...] Vai alla recensione »

sabato 29 settembre 2012
renato volpone

Una donna, ricca e bella, ma non più giovane, intervista per un articolo su "Elles" delle ragazze che si prostituiscono. Il film alterna gli spazi temporali e racconta, mentre le interviste si sviluppano, la condizione della giornalista nella sua casa e con la sua famiglia. Le ragazze, nei loro racconti espliciti, ricordano molto "student service" senza mai però raggiungern [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 agosto 2012
andyflash77

Ann è un’affermata giornalista di un periodico femminile. Vive con il marito e i due figli in una bella casa parigina, dove sta lavorando a un’inchiesta sulla prostituzione tra le giovani studentesse universitarie. Incontrerà così Alicja e Charlotte, due giovani che si riveleranno in realtà molto orgogliose di praticare questo “mestiere”, nonché [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 ottobre 2012
brian77

Pretenzioso, scontato, banale... Anche Juliette Binoche è una presenza sempre forte, ma non è che sia molto ben diretta. L'imitazione pasticciata di un film d'autore.

martedì 2 ottobre 2012
donni romani

Come ammantare di un alone intellettual-psicologico-sociale una pellicola assolutamente banale e inutilmente patinata? Guardate Elles e lo saprete. Nonostante gli sforzi di Juliette Binoche, letteralmente scrutata dalla macchina in perenne close up, il film di Malgoska Szumowska analizza poco e male le tematiche che si propone di mettere in campo, e cioè la prostituzione giovanile e le frustrazioni [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 dicembre 2014
valemarconi

Ecco, quando escono questo genere di film con queste sceneggiature senza senso io le chiamo "cinema spazzatura", ma mi stupisco che un'attrice impegnata come Juliette Binoche possa aver accettato tale mediocrità... Non c'è da stupirsi che la critica intellettuale abbia apprezzato questo schifo. Ma che tipo di messaggio vuol veicolare questo film? Che siccome il matrimonio [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 ottobre 2012
kiwina89

Film insensato... La prostituzione viene delineata con tratti banalistici, come il dramma familiare che la famiglia della protagonista vive... Decisamente poco bene... Dalla trama avvincente mi aspettavo molto di più!

giovedì 4 ottobre 2012
viaggiatore77

Interassante il confronto tra la giornalista e le due studentesse, tra una madre e due ragazze,  tra una borghese e due persone del mondo "proletario"; attraverso quelle che sembrano semplici domande la giornalista vela un tono moralistico, ma pian piano si trasforma in curiosità .... per arrivare a capire che in fondo siamo tutti uguali .

domenica 30 settembre 2012
56mad

"Disconoscimento" mi sembra proprio la parola chiave di questo film , che pur riguardando principalmente Anne ,unico personaggio approfondito in molteplici aspetti , dedica anche alle due ragazze un tempo così lungo da non permetterci di dare alla loro presenza  l'unico significato di smuovere l'equilibrio della vita della protagonista e costringerla a rivalutarne le certezze [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Sei donne per un film. Le prime tre sono una giornalista di moda impegnata in un'inchiesta sulla prostituzione studentesca (Juliette Binoche, perfetta) e due ragazze che hanno deciso di vendersi per avere più soldi, senza vergognarsene affatto. Le altre sono la regista Malgoska Szumowska (polacca), la sceneggiatrice Tine Byrckel (danese) e la produttrice Marianne Slot (francese).

Valerio Caprara
Il Mattino

Tema ricorrente sino dai primordi della storia del cinema, la prostituzione è l'asse portante dell'opera seconda della polacca Szumowska. «Elles», peraltro, è un film pretenzioso all'inverosimile, capace, in effetti, di sprecare il protagonismo dell'inossidabile Binoche e quasi tutte le sequenze semi-hard esplicitate al di là, o meglio al di sopra degli intenti di denuncia civile.

Jean-Baptiste Morain
Les Inrockuptibles

Anne (Juliette Binoche), giornalista intorno ai quarant'anni, con una bella famiglia e un bell'appartamento, lavorando a un'inchiesta sulla prostituzione incontra due ragazze che sembrano contente della loro vita e della loro attività, ed entra in crisi. Małgorzata Szumowska vorrebbe sconvolgerci, ma non ci riesce. Invece ha gettato il suo sguardo tenero e attento su due giovani attrici.

Raffaella Giancristofaro
Rolling Stone

Giornalista e moglie inappagata, la parigina Anne (Binoche) scrive un pezzo sulle studentesse che si prostituiscono per mantenersi. Mentre prepara una cena per il marito indifferente e i suoi colleghi, ripensa ai racconti delle due squillo incontrate, calandosi nell'inferno della propria infelicità. Se la performance della Binoche è titanica al punto da far male, il film è frenato dal modo programmatico [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Nel corso di un'inchiesta sul fenomeno della prostituzione nel giro delle studentesse universitarie, la giornalista Anne di Elle cade in crisi, rimettendo in discussione il matrimonio e il suo esser donna. Questo il soggetto di Elles, film mancato, pretenzioso e confuso, da cui persino un'eccellente attrice come Juliette Binoche esce malconcia. Se voleva essere una pellicola a sfondo sociologico, l'indagine [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Malgoska Szumowka è una regista polacca dell'ultima generazione incontrata soprattutto a questo o a quel festival, al Sundance, ad esempio, a Berlino, a Locarno, a Salonicco. Anche il film di oggi, il primo ad uscire nelle nostre sale, è stato visto a Berlino dove però, per un suo erotismo troppo esplicito, ha suscitato varie perpiessità e presso un pubblico non certo puritano.

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Come diavolo ha fatto una grande attrice come Juliette Binoche a finire in un simile film? E meno male che a «firmarlo» (si fa per dire) è una donna perché altrimenti sai che litania di indignazioni rosa. Invece, pensate un po', la polacca Malgoska Szumowska ha la pretesa di spacciare questa pellicola pruriginosa come sociologica per raccontarci, parole sue, «l'argomento della prostituzione studentesca [...] Vai alla recensione »

Gabriella Gallozzi
L'Unità

Il tema è la prostituzione giovanile. In particolare quella studentesca, fenomeno che in Francia ha destato una massiccia attenzione dei media a causa della sua diffusione. Per far fronte alle spese sempre più esose (a cominciare dagli affitti alle stelle) sono in molte le studentesse che scelgono questa strada per mantenersi agli studi. È tutto ambientato a Parigi, infatti, (anche se si tratta di [...] Vai alla recensione »

Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Un'inchiesta di una giornalista su due ragazze escort diventa lo scandaglio personale per fare il punto con il proprio matrimonio e i figli. Il film di Malgoska Szumowska non funziona come docu (troppo fragile e banale l'inchiesta) e descrive l'ambiente borghese in modo patinato e prevedibile, senza mai scavare sulla confusione esistenziale. Un po' di musica classica che fa intelligente, una Binoche [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Dopo alcuni rinvii, esce infine questo film europeo tutto al femminile (personaggi, regia, sceneggiatura, produzione), sulla carta dotato delle migliori intenzioni e tuttavia non privo di ambiguità. Preparando un servizio sulle ragazze che si prostituiscono per pagarsi gli studi (più qualche "capo" firmato), la giornalista altoborghese Anne conosce la polacca Alicja e la francese Charlotte, che intervista [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati