Sul mare

Film 2010 | Commedia 100 min.

Regia di Alessandro D'Alatri. Un film con Dario Castiglio, Martina Codecasa, Nunzia Schiano, Vincenzo Merolla, Raffaele Vassallo. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2010, durata 100 minuti. Uscita cinema venerdì 2 aprile 2010 distribuito da Warner Bros Italia. - MYmonetro 2,93 su 31 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sul mare tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Salvatore ha vent'anni e due stagioni. Barcaiolo d'estate e muratore d'inverno, vive a Ventotene con i genitori, pochi amici e una barca da curare e da cui farsi cullare. In Italia al Box Office Sul mare ha incassato 416 mila euro .

Sul mare è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,93/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA 2,33
PUBBLICO 3,46
CONSIGLIATO SÌ
Dramma sentimentale che cova sotto la storia d'amore un'ispirazione da cinema civile.
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 30 marzo 2010
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 30 marzo 2010

Salvatore ha vent'anni e due stagioni. Barcaiolo d'estate e muratore d'inverno, vive a Ventotene con i genitori, pochi amici e una barca da curare e da cui farsi cullare. Con l'arrivo di Martina, turista di un nord lontano e introverso, il ragazzo conoscerà la primavera e l'amore, quello che toglie il fiato e lascia sfiniti sul molo a guardare un traghetto salpare. Martina, studentessa per dovere col vizio dei silenzi, s'innamora di Salvatore senza riuscire a comprenderne il mondo e l'"isolitudine". Dopo una notte d'amore e di sale, si rende irreperibile, lasciando Salvatore nel panico e nel più totale sconforto. Ma una nuova stagione è alle porte e forse il ragazzo in bilico sul mare avrà un'altra occasione di felicità.
Dopo il tentativo di conciliare dentro una commediasexi autorialità e intrattenimento, Alessandro D'Alatri approda sull'isola di Ventotene per raccontarci l'isolamento geografico ed esistenziale di un giovane uomo in bilico sul mare e sulla vita. Perché Salvatore è giunto "sul viale del tramonto" e racconta con voce off il sentimento fatale che gli ha arrestato il cuore e impedito il passo.
Trasposizione del romanzo di Anna Pavignano, Sul mare cova sotto la storia d'amore un'ispirazione da cinema civile: Salvatore è occupato in nero presso un cantiere, dove sverna i suoi pochi anni e rischia i suoi tanti sogni appeso a un'impalcatura. Idealmente prossimo al giovane senza pelle di Kim Rossi Stuart, il barcaiolo di Dario Castiglio è un angelo "caduto", portatore di una grazia piena che ha il coraggio dei sentimenti e della poesia. Il soggetto del suo desiderio ha il volto delicato e il carattere scontroso di Martina, una ragazza che vive in assenza del padre e in conflitto con la madre. Interpretata dal volto inedito di Martina Codecasa, la giovane donna sbarcata sull'isola è affetta da psoriasi, una malattia cronica che le "sfoglia" la pelle, rivelando un magma di emozioni e di sensibilità inespresse. Salvatore e il mare saranno il balsamo e la cura di una stagione, quella dell'amore, in nome del quale si può decidere di cambiare vita e di cambiare pelle.
L'incontro fatale sul molo di Ventotene cambia d'altra parte anche le prospettive del ragazzo, incoraggiandolo ad aprirsi a un respiro più lungo, alla dimensione di fantasie possibili da realizzare e alla rinuncia al livellamento del pensiero e dell'azione. Ma è solo un attimo e quell'amore inteso come occasione di crescita diventa il luogo di una scoperta più dolorosa. D'Alatri racconta in fondo la stessa storia e i suoi protagonisti sono affetti dalla stessa febbre: la ricerca di un lavoro, di un sogno e di un amore contro le forze che contrastano questo cammino di realizzazione personale.
Ancora una volta il regista romano si dimostra sensibile e abile direttore di attori, coniugando la parabola del singolo con il coro di comprimari, da cui emerge Raffaele Vassallo, attore e cantante neo-melodico napoletano che eredita la farfugliante espressione e l'intimidita mimica del malincomico Troisi, interpretando l'inguaiato e ammaccato amico di Salvatore.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
SUL MARE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 3 aprile 2010
voilà

Salvatore è un ragazzo che d'estate porta i turisti a visitare l'isola di Ventotene mentre d'inverno lavora in cantiere, un giorno conosce Martina, una genovese arrivata sull'isola per fare immersioni e se ne innamora profondamente tanto da far diventare questa ragazza unico centro dei suoi pensieri. Vivrà questo bel momento di totale felicità fino a quando la ragazza si renderà irreperibile.

lunedì 5 aprile 2010
lunaestelle

Forse non è un film perfetto, alcune scene andrebbero riviste e magari anche qualche battuta. Ma ciò ciò che rende magico ed emozionanate questo film è la trama semplicissima, saputa arricchire da panorami e scorci da favola, da un'interpretazione dei personaggi meravigliosa e perfettamente contestualizzata, e perchè no, anche dalla colonna sonora gradevole.

lunedì 5 aprile 2010
lunaestelle

Forse non è un film perfetto, alcune scene andrebbero riviste e magari anche qualche battuta. Ma ciò ciò che rende magico ed emozionanate questo film è la trama semplicissima, saputa arricchire da panorami e scorci da favola, da un'interpretazione dei personaggi meravigliosa e perfettamente contestualizzata, e perchè no, anche dalla colonna sonora gradevole.

sabato 3 aprile 2010
Manfredi 4ever

In America potranno anche fare record di incassi in tutto il mondo grazie alle loro tecnologie ma il nostro cinema non ha nulla da invidiare, il nostro resta un cinema artigianale che negli anni è riusito a regalare capolavori senza doverci lavorare per dieci anni, questo perchè i nostri artisti sono i migliori, siamo noi che facciamo scuola e basta con tutte queste critiche al cinema italiano !!! Io [...] Vai alla recensione »

giovedì 4 febbraio 2010
Vito Palmisani

... al recente BIF&ST che si è svolto a Bari, facevo parte della giuria del pubblico presieduta da Zeudi Araya, tra i 331 eventi in programma ho assistito al Teatro Petruzzelli alla proiezione di quattro "video clip" tratti dal film in fase di montaggio e definizione. Sono intervenuti il regista Alessandro D'Alatri e lattore protagonista Dario Castiglio.

sabato 25 settembre 2010
kine64

film molto "compiuto", secondo me, come un bel tema. Qua e là lampi di critica "sociale" che mai scade nella banalità. Così come mai banale è la storia del salvataggio sentimentale e spirituale di Martina da parte di Salvatore, che tutto offre di sè nella sua storia d'amore, una vera e propria sorgente d'acqua pura alla quale l'annoiata universitaria rigenera il suo spirito.

lunedì 5 aprile 2010
Sognatrice

Questo film va visto per il semplice fatto che molti ragazzi e ragazze possono riconoscersi nei suoi protagonisti. Martina è la classica ragazza borghese che sente addosso tutta la responsabilità di crearsi un futuro e una carriera. Il mondo le offre mille opportunità e le chiede di darsi da fare. Le aspettative sono molto alte.

lunedì 5 aprile 2010
Mancio83

Film fatto con i giovani.....è questa una delle affermazioni che più mi è piaciuta su questa pellicola e sono proprio i due giovani la forza in più di Sul mare, film bellissimo che fa scoprire questi due giovani attori molto bravi, entrambi calati perfettamente nei loro ruoli !!!

sabato 3 aprile 2010
Gbelletti

La recensione fatta dalla Gandolfi non mi piace a fatto, sono davvero poche due stelle e mezzo, questo film è stato acclamato alla sua presentazione a Napoli ed ha lasciato anche delle ottime impressione ai critici, Alessandro D'Alatri è riuscito a costruire una storia, scritta dalla grande Anna Pavignano, con grande professionalità, bellissimi gli attori, bellissima l'ambientazione (da togliere il [...] Vai alla recensione »

sabato 3 aprile 2010
Santucci

Posso dire di essere totalmente soddisfatta e felice di aver visto questo bellissimo film, per un attimo mi sembrava di respirare in sala i bellissimi odori di quell'isola

lunedì 5 aprile 2010
Me,I'm not

Questo film se non avesse i suoi tramonti, le sue albe, le sue notti, la sua fotografia sarebbe già bello. Se non fosse ambientato nella “terra nostra”, con i suoi tratti umani e non ne sottolineasse gli aspetti socio-economici sarebbe stato ugualmente un film da vedere. Ne viene fuori un ottimo lavoro, ci sono tante di quelle cose piacevoli che nessuna, in particolare, colpisce l’attenzione e, [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 aprile 2010
Spike

Un buon film, ingiustamente distribuito senza un'adeguato lancio pubblicitario. Una solida regia per una storia che tratta trasversalmente molte questioni d'attualità: dal lavoro precario alle morti bianche (forse meglio definirle marroncine, chi ha visto il film capirà), dalle pene d'amore di un giovane ragazzo alle aspettative per un futuro che non sembra prospettare niente di nuovo.

giovedì 8 novembre 2012
Tatiana Micaela Truffa

 Un film tutto italiano, e c'è davvero da esserne orgogliosi; ha ricevuto meritatamente il riconoscimento come film d'interesse culturale. Attorniata dagli splendidi paesaggi dell'isola di Ventotene, è dipinta la Storia di Salvatore: barcaiolo d'estate, muratore in nero d'inverno. Una magnifica storia d'amore cullata dalle onde del mare e dalla morbida [...] Vai alla recensione »

martedì 6 marzo 2012
FRAMAU

Ottime immagini. Lui è ok, anzi, direi che ha una faccia piuttosto espressiva; lei è mooolto lontana dall'essere definita un'attrice. Ma poi...cosa c'entrano le morti bianche? In ogni modo, decisamente mediocre/brutto.

venerdì 1 ottobre 2010
astromelia

bella descrizione della psoriasi,indubbiamente indovinata,ma il dubbio finale è: caduta accidentale o suicidio?

sabato 10 aprile 2010
claudiorec

D'Alatri decide di affidarsi ad attori esordienti. La performance della Codecasa è insufficiente, sa proprio di finto. L'idea e la regia sono molto buone. Un applauso a D'Alatri! Pubblicità per le isole pontine, anche se credo che in pochi abbiano visto il film (scarsi risultati ai botteghini).

venerdì 21 gennaio 2011
ultimoboyscout

Film pietoso in salsa simil-partenopea-uè uè, musiche comprese.Attori improponibili, a cominciare dal mascelluto protagonista, che per tristezza somiglia a Branciamore quelle dei Cesaroni. D'Alatri una volta eri pure bravo...in che razza di pantano ti sei impelagato!

lunedì 5 aprile 2010
stefano73

Si salva solo la bella scenografia di Ventotene e le riprese sul mare. Bravo anche il protagonista Salvatore,molto espressivo.  Per il resto davvero poco. Qualche scenetta di sesso tanto per riempire il film. Inutile accennare le morti sul lavoro per salvare l'opera. Dal regista D'Alatri mi aspettavo di più. Peccato davvero.

sabato 3 aprile 2010
martalari

SUL MARE -- (noioso,viene voglia di urlare ARIDATECE MOCCIA) .... voto 3

Frasi
Perchè l'amore è fatto di desideri, fiducia e sincerità...Io mo per te tutte ste cose le sento, per questo so sicuro che ti amo..
Una frase di Salvatore (Dario Castiglio)
dal film Sul mare - a cura di Alpenliebe
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Alessandro D' Alatri è un regista che nel cinema italiano canta fuori dal coro. Magari con un eccesso di compiacimento, gli piace fare l' outsider. Non nel senso del vittimismo, piuttosto della combattività solitaria. Ma effettivamenteè uno che cammina per conto suo anche nel lodevole senso di cercare, tentare, provare strade nuove, con relativi rischi.

Valerio Caprara
Il Mattino

È importante che un film appaia in sintonia con se stesso. Nel caso poi di «Sul mare», girato dal versatile D'Alatri in tecnologia digitale e a low budget, la circostanza è decisiva: per una storia d'amore tra ragazzi ambientata nell'eden di Ventotene, una ballata impregnata di odori, sapori e colori marinari nonché metafora dell'eterno rapporto d'attrazione / repulsione tra lo sfrontato mondo dei [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Una storia d'amore. Dire che è la milionesima da quando il cinema esiste è perfino riduttivo. Ma anche per questo merita attenzione. Del resto l'ha fabbricata pezzo per pezzo (e in digitale) Alessandro D'Aalatri che, arrivato al suo settimo film, non ha bisogno di confermare ulteriormente i suoi meriti, narrativi, e soprattutto, stilistici. Lo spunto gliel'ha dato un romanzo di Anna Pavignano («In [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Il mal d'amore e le morti da lavoro nero. Breve e intensa vita di Salvatore. Pescatore ventenne, isolano d'estate e muratore sfruttato d'inverno, scopre nella passione per la turista Martina gioia e dolore, passione e disperazione, speranza e depressione. Un romanzetto, ma è sviscerato dalle emozioni e aperto a piccole verità note e sempre misteriose.

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Storia d'amore appassionata e breve tra due ventenni, un barcaiolo e (d'inverno) muratore dell'isola di Ventotene e una turista genovese esperta subacquea, dal romanzo In bilico sul mare di Anna Pavignano (edizioni e/o). il regista D'Alatri ha caricato il film di molte intenzioni: intendeva dimostrare che non tutti i ragazzi sono melensi come i protagonisti del nostro cinema sentimental-adolescente; [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

Spesso abbiamo scritto su queste pagine che ciò che manca al cinema italiano, al di là delle carenze di produzione e distribuzione, è la capacità di sperimentare nuovi linguaggi. Sul mare di Alessandro D'Alatri si mette alla prova utilizzando nuove tecniche di ripresa digitale ma soprattutto un modo di raccontare che si concede una grande libertà espressiva.

Davide Turrini
Liberazione

Scappo dalla città: la vita, l'amore, gli scialatielli. Dopo Stromboli di Rossellini/Bergman, Vulcano di Magnani/Dieterle, le Isole del Caro diario morettiano, ecco la Ventotene di Alessandro D'Alatri. Giovani d'oggi la popolano, senza velinaggio (nel senso delle veline), furbizia, scaltrezza, ignoranza. Battono i cuoricini dei due giovani interpreti, un ritmico "put-put" che sembra provenire dalle [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Su parole di Mogol, Lucio Battisti cantava: «Che non si muore per amore / è una gran bella verità / perciò dolcissimo mio amore / questo è quello che / da domani mi accadrà: / piangerooò, siiì, io piangerooò». Piange e, peggio, barcolla il barcaiolo-muratore (Dario Castiglio) di In bilico sul mare di Anna Pavignano (Edizioni e/o), da cui Alessandro d'Alatri ha tratto il film Sul mare.

Dario Zonta
L'Unità

Guardando ´Sul mare di Alessandro D'Alatri, è difficile riuscire a individuare quale sia il vero movente che ha convinto il regista a voler raccontare questa storia, apparentemente impegnata, stolidamente sentimentale. Certo c'è il romanzo «In bilico sul mare» di Anna Pavignano, di cui il film è un adattamento, ma questo non basta a farci capire dove pende l'interesse del regista.

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Sul mare, ovvero storia digitale d'amore e morti bianche a Ventotene. Dal suo romanzo, l'ha scritta Anna Pavignano e l'ha diretta Alessandro D'Alatri: qualcuno li ricorderà in team per Casomai, ma questo è un altro caso, low budget, ecologico, perfino pauperistico e interpretato da esordienti, Martina Codecasa e Dario Castiglio. Strano per D'Alatri, poco autore ma più volte grande regista, è anche [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Curiosa idea: raccontare le spietate distanze di classe dei nostri giorni scegliendo un contesto insolito come Ventotene e un amore fra giovanissimi stile Laguna blu, così, per spiazzare. Scelta coerente: non prendere per protagonisti i soliti divetti ma due facce nuove e pulite a cui si possa credere. Innesto acrobatico: visto che lei è una nevrotica studentessa borghese e lui un barcaiolo che d'estate [...] Vai alla recensione »

NEWS
LIBRI
mercoledì 31 marzo 2010
Fabio Secchi Frau

La recensione **** Campania, giorni nostri. Salvatore è un ragazzo che ha una vita con due lati: uno estivo e uno invernale, come i materassi. Durante il periodo estivo, lavora come traghettatore per i turisti, quando invece viene l'inverno fa il muratore [...]

NEWS
lunedì 29 marzo 2010
Marzia Gandolfi

La febbre Dopo essersi cimentato con Commediasexi in un genere non suo, il cinepanettone, vincendo la scommessa di fare comunque cinema, Alessandro D'Alatri ritorna sullo schermo con una storia umana e gentile, interpretata da volti inediti.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati