Impostor

Film 2002 | Fantascienza +13 95 min.

Regia di Gary Fleder. Un film con Gary Sinise, Madeleine Stowe, Vincent D'Onofrio, Tony Shalhoub, Mekhi Phifer, Tim Guinee. Cast completo Genere Fantascienza - USA, 2002, durata 95 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,60 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Impostor tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Al Box Office Usa Impostor ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 6,1 milioni di dollari e 3 milioni di dollari nel primo weekend.

Impostor è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,60/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,60
CONSIGLIATO NÌ
Un film di fantascienza tratto da un romanzo di Philip K. Dick.
Recensione di Pino Farinotti
Recensione di Pino Farinotti

Tratto da un racconto di Philip K. Dick. La storia è del 1952, adattata "ai giorni nostri, anzi alla nostra fantasy". Il canovaccio è quanto di più prevedibile e previsto. Nel 2079 la terra è minacciata dal solito nemico alieno. Occorre salvarla. Dovrebbe pensarci il solito superreplicante, si chiama Spence Olham. Ce la mette tutta, e deve anche affrontare l'ingiusta accusa di essere un fiancheggiatore (l'Impostor, appunto) dei cattivi. Per fortuna il cast aiuta.

Sei d'accordo con Pino Farinotti?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Nel 2079, con la Terra da anni in guerra contro un popolo di aggressivi alieni, lo scienziato Spence Olham, arrestato con un'accusa che sembra assurda (sarebbe il replicante alieno del vero Olham col compito di compiere un micidiale attentato), sfugge alla cattura finché approda a un epilogo terribile. Dal racconto omonimo (1952) di P.K. Dick, sceneggiato da Scott Rosenberg, Caroline Case, Ehren Kruger, David Twohy, è un inquietante film d'anticipazione nelle cadenze di un notturno thriller di inseguimento. Quasi tutto è tecnologicamente plausibile in questo universo alla Orwell: clonazione, manipolazione della memoria, sistema di sorveglianza elettronica, sostituzione del cielo con cupole di campi elettromagnetici, attivazione vocale, case automatizzate, computer palmari, robot grandi come molecole iniettabili nel corpo umano, presenza diffusa di telecamere, televisione ridotta a propaganda governativa. E il mondo caotico e parallelo del Lumpenproletariat. Scenografie (Nelson Coates) e fotografia (Robert Elswit) da Oscar, rafforzate dagli effetti computerizzati dell'Industrial Light & Magic. Appartenente al ristretto gruppo degli attori che danno l'impressione di avere una testa pensante, Sinise è un ottimo protagonista; la Stowe, sua moglie anche nella vita, suggerisce bene l'ambiguità del suo ruolo, mentre D'Onofrio ha il carisma del "cattivo". Qua e là il film dà nel meccanico, ma sa fare aspettare e sorprende nel finale.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Corre l'anno 2079, e la Terra è impegnata da un decennio in una guerra interstellare che ormai volge al peggio. Ridotta a malpartito dagli incessanti attacchi degli alieni provenienti da Alpha Centauri, l'umanità è costretta a vivere al riparo di enormi cupole elettromagnetiche e spende ogni risorsa disponibile per contrastare la supremazia tecnologica e scientifica di un avversario potente, subdolo e determinato. Ogni speranza è riposta nei progettisti agli armamenti, e Spence Olham è uno dei più validi e stimati specialisti in questo settore vitale. Ma proprio alla vigilia di un incontro ad alto livello Olham viene accusato dall'implacabile maggiore Hathaway dell'E.S.A. (Earth Security Agency) di essere un impostore, un cyborg programmato dagli alieni per uccidere e sostituire il vero Olham: un'altra delle devastanti bombe dall'aspetto umano per mezzo delle quali i Centaurani riescono a colpire i loro obiettivi eludendo le barriere difensive della Terra. Inutilmente Olham protesta, e dichiara che la sostituzione non c'è stata: gli amici si ritraggono, sua moglie Maya non sa più se credergli, ed Hathaway, che non sente ragioni, si prepara a vivisezionarlo per disinnescare l'ordigno. Così alla prima occasione che gli si presenta Olham fugge. Nella sua disperata lotta per sopravvivere, ritrova infine un'alleata in sua moglie, ed assieme a lei riesce a raggiungere il luogo dove è precipitata la navicella aliena che doveva infiltrare il suo sosia tra gli uomini. Olham è sicuro che il cyborg, fuori uso per l'impatto, è ancora all'interno del relitto, e cerca questa prova della sua innocenza...
Ambiziosa produzione, cui hanno partecipato anche gli stessi Sinise e Fleder, ispirata con discreta fedeltà al celebre omonimo racconto di Philip K. Dick. Pensato originariamente come un episodio di circa 40 minuti da inserire in un film antologico, è stato poi dilatato per farne un lungometraggio. Una operazione riuscita solo parzialmente, malgrado il notevole impegno realizzativo ed un cast di tutto rispetto, forse a causa delle troppe mani che si sono avvicendate sul testo di Dick (tra le altre, quelle di David Twohy: Waterworld, The Arrival, Pitch Black). Al tema centrale, nella migliore tradizione dickiana, del protagonista che di colpo vede messa in discussione la propria vita e la propria identità, e che, travolto da eventi apocalittici, cerca di ritrovare un senso in una realtà distorta, dalla quale è scomparso ogni suo punto di riferimento, gli sceneggiatori hanno aggiunto vari episodi di contorno che hanno certo ampliato, ma anche appesantito, una short-story perfetta nella sua essenzialità. E forse hanno sottovalutato l'attenzione critica con la quale tali aggiunte sarebbero state esaminate da un pubblico interessato al percorso verso l'epilogo più ancora del finale stesso, fulminante ma notissimo.©

IMPOSTOR
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€5,00
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 8 settembre 2019
Wathan

 Riuscito adattamento cinematografico delle riflessioni esistenziali e concetti più cari allo scrittore americano contenuti nei suoi racconti. Ottimo film anche sotto l'aspetto visivo nonostante l'età, con quel pizzico d'affinità ai classici del b movie, buono il ritmo incalzante di un action frenetico ma non esagerato, comunicativo e spiazzante il finale.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Enrico Magrelli
Film TV

Con William Shakespeare, il geniale Philip K. Dick è il miglior soggettista e sceneggiatore in circolazione, Come per il Bardo, le straordinarie storie dickiane che descrivono i tormenti filosofici, psicanalitici, futuribili e lo spaesamento alienato di un’umanità lacerata tra organico e meccanico, tra replicanti con memorie ed emozioni ‘vere” e persone con memorie ed emozioni ormai di elettrosintesi, [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati