The District

Film 2000 | Poliziesco

Una serie con Craig T. Nelson, Jayne Brook, Roger Aaron Brown, Justin Theroux, Lynne Thigpen. Cast completo Genere Poliziesco - USA, 2000,

Condividi

Aggiungi The District tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 7 dicembre 2009

Powered by  
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES
CRITICA
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO N.D.
Scheda Home
Premi
Cinema
Trailer

È sempre deleterio trasmettere in ritardo una serie televisiva che di sguincio parla di politica e attualità sociale, soprattutto in tempi recenti, quando le sceneggiature dei telfilm sembrano tratte direttamente dai telegiornali. Non sfugge a questa considerazione il serial, giunto in Italia dopo 4 anni dal debutto americano, che racconta gli sforzi (vani) delle autorità di Washington D.C. di abbassare il tasso di criminalità, tre volte superiore alla media nazionale. In realtà il serial si ispira alla figura di Jack Maple, il capo della polizia di New York scelto nel 1994 dal sindaco Rudolph Giuliani per ridurre il numero di omicidi commessi nella Grande Mela. Non è un caso che lo stesso Maple firmi il telefilm al fianco dell’ideatore Terry George. La serie racconta la storia di Jack Mannion (Craig T. Nelson), il nuovo capo della polizia di Washington fortissimamente voluto dal vicesindaco Mary Ann Mitchell (Jayne Brook), favorevolmente impressionata dai risultati da lui raggiunti a Boston e Newark, che in quanto a criminalità non sono certo dei posti idilliaci. Noncurante dell’ostilità che gli dimostrano i nuovi colleghi – a partire dal vice Joe Noland (Roger Aaron Brown), il quale anelava al suo posto – Mannion non indugia ad applicare i suoi metodi alternativi all’MPD (Metro Police Department). Affiancato da Nick Pierce (Justin Theroux), a capo delle relazioni pubbliche, il nostro riorganizza l’intero dipartimento, mentre a Ella Farmer (Lynne Thigpen), un’impiegata dell’ufficio statistica, affida un ingegnoso sistema computerizzato in grado, tra l’altro, di assegnare i singoli casi ai detective più indicati a risolverli. Nello staff di Mannion, poco incline all’umorismo, spiccano anche: l’agente Nancy Parras (Elisabeth Marvel), responsabile dell’ufficio amministrativo; il giovane e intelligente ex marine Temple Page (Sean Patrick Thomas); il suo partner di pattuglia, l’irlandese Danny “Mac” McGregor (David O’Hara), ex poliziotto della Royal Ulster Constabulary. Dopo alcuni episodi di ambientamento, Mannion conquista il rispetto di tutti, Noland compreso. Si susseguono poi molti colpi di scena: Ella ottiene la custodia del nipote Ricky (interpretato dapprima da Segun Ajaga, quindi da William Turner) dopo che sua madre è stata uccisa dal marito; la fidanzata di Temple, l’infermiera Giselle (Daphnee Duplaix), viene uccisa da uno squilibrato in corsia; Ella scopre di avere ancora il tumore al seno che 5 anni prima pensava di aver sconfitto: il suo posto viene preso dal cinico detective Kevin Debreno (Jonathan LaPaglia), con il quale Temple si scazza in più di un’occasione; Nancy, che dapprima fila con Mac, subisce le attenzioni del sergente Phil Brandeer (Wayne Duvall); Ella conosce su un bus il maneggione Clive Rodgers (Gregalan Williams), se ne innamora e si sposa. Nella terza stagione, Kendall Truman (Kristen Wilson) diventa la nuova addetta stampa di Mannion e Ferris Gluck (Rita S. Jett) la sua nuova assistente amministrativa; Jack incontra non poche difficoltà con il procuratore generale Troy Hatcher (Ving Rhames), così come con il nuovo sindaco Morgan Douglas (Joseph C. Phillips), sostituto del predecessore Etan Baker (John Amos), estimatore della prima ora di Mannion. Quest’ultimo fa parlare di sé anche fuori del dipartimento, quando si intrattiene con la procuratrice per i diritti civili Vanessa Cavanaugh (Jaclyn Smith). Alla fine, le trame per far fuori Mannion hanno successo: invocando un errore procedurale, lo licenziano, e il suo posto viene preso da Noland. Non è la sola disgrazia: Jack riceve una telefonata da Rodgers che lo informa della morte di Ella per infarto (l’attrice Lynne Thigpen è morta realmente durante le riprese per un attacco di cuore). Prima che la serie chiuda i battenti, Vanessa riesce a far riassumere Mannion, argomentando che il suo licenziamento è basato su un’intercettazione telefonica che viene definita illegale. Tra i registi che si alternano dietro la macchina dapresa per un episodio, si notano Jonathan LaPaglia e Craig C. Nelson. Entrambi firmano anche come produttori esecutivi insieme all’ideatore Terry George e a James Chory, Denise Di Novi, Lynn Marie Latham, Pam Veasey, John Wirth.Lacolonna sonora è curata da Mark Morgan, Michael Hoenig, Ragnar Rosinkranz, Kevin Bassinson. Tra i volti noti di passaggio si riconoscono: Deborah Farentino, Nastassja Kinski, Ernest Borgnine, John Savage, Doug Savant e, a distanza di pochi episodi, Benjamin McKenzie e Melinda Clarke di The O.C. (2002). La serie è stata girata tra Washington e Los Angeles.

Powered by  
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati