Il postino

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il postino   Dvd Il postino   Blu-Ray Il postino  
Un film di Massimo Troisi, Michael Radford. Con Massimo Troisi, Philippe Noiret, Maria Grazia Cucinotta, Linda Moretti.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+16, durata 101 min. - Italia 1994. - C.G.D - Cecchi Gori Distribuzione uscita giovedì 22 settembre 1994. MYMONETRO Il postino * * * * - valutazione media: 4,04 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Il mondo è la metafora di qualcosa? Valutazione 5 stelle su cinque

di riccardo-87


Feedback: 3651 | altri commenti e recensioni di riccardo-87
domenica 21 marzo 2010

“il mondo intero con il mare, il cielo, con la pioggia, le nuvole ecc.. il mondo intero è la metafora di qualcosa?” con questa domanda il postino Mario Ruoppolo (un a dir poco perfetto Massimo Troisi) riesce a toccare nel profondo il poeta Pablo Neruda (uno spettacoloso Philip Noiret) “solleticando” la sua sensibilità. “il postino” accosta animi nobili di differente forgia: Mario è un isolano ignorante – anche se tra gli abitanti del luogo si distingue per saper quantomeno leggere e scrivere, seppure “senza correre”; figlio di pescatori, Mario non si adatta al lavoro paterno, ed accetta così di lavorare come postino per il solo destinatario di lettere, il poeta Pablo Neruda che viene ad abitare sull’isola italiana di Capri in seguito all’esilio per motivi politici dal Cile; questi, al contrario di Mario, è un uomo acculturato ed affermato, un poeta “amato dalle donne”, come dice Mario, e “amato dal popolo” per la sua vena comunista, come dice il capo telegrafista Giorgio Serafini (Renato Scarpa). Il film narra dell’incontro tra i due, di come il poeta insegna al postino ad usare la lingua “non solo per attaccare francobolli”; parla di un’amicizia delicata e del progressivo avvicinamento tra un dotto e un isolano. Nel trascorrere dei minuti la sensibilità del film si fa più fine, mostrando il mondo racchiuso in un isola italiana, che si esprime tanto nell’analfabetismo quanto nell’ignoranza di un parroco il quale crede che i comunisti mangino i bambini, eppure il tutto avvolto da una semplicità toccante che, a poco a poco, non può non coinvolgere anche l’illustre ospite. Dopo il matrimonio tra Mario e Beatrice Russo (Maria Grazia Cucinotta), il poeta riceve la revoca dell’esilio e lascia l’isola. La sensazione prima è proprio quella che descrive Troisi quando incide la sua voce su un registratore lasciato dal poeta - “Don Pablo.. spero non vi siete scordato di me.. quando siete andato via, ho pensato che vi eravate portato tutto insieme a voi.. invece qualcosa me lo avete lasciato” – questo “qualcosa” viene svelato da Mario proprio nella stessa registrazione, quando elenca tutte le “cose belle” dell’isola e, guardando il cielo stellato, dice “bello però.. non me n’ero mai accorto che era così bello”: è la bellezza della semplicità, “dell’innocenza”, se così si può dire, che conservano la natura, gli abitanti e la vita stessa dell’isola; e la bellezza di un mondo non costruito, non ipocrita – fatta eccezione per il dottor Di Cosimo, unica figura veramente negativa del film –; un mondo ingenuo ma vero; le meraviglie dell’isola elencate da Mario sono meraviglie naturali – dal cielo stellato al “vento dei cespugli” sino alle “reti tristi di mio padre”. Il film si conclude con il ritorno sull’isola – insperato dopo tanto tempo – di Neruda che trova Beatrice assieme al piccolo figlio di Mario, Pablito. Tale ritorno è però tardivo: l’amico è infatti ormai morto, ucciso nella soppressione di una manifestazione comunista da parte della polizia; qui Mario avrebbe dovuto leggere una sua poesia intitolata “canto per Pablo Neruda”, dedicata al poeta anche se “parla del mare” perché “senza di voi non l’avrei mai scritta”. Così il film si conclude in una poesia mai letta, in un ringraziamento mai esternato, ma con un senso di sincero affetto ed una lacrima di ringraziamento che scende spontanea dagli occhi dello spettatore per due tra i più grandi interpreti del cinema italiano e mondiale, Massimo Troisi e Philip Noiret.

[+] lascia un commento a riccardo-87 »
Sei d'accordo con la recensione di riccardo-87?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
92%
No
8%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di riccardo-87:

Vedi tutti i commenti di riccardo-87 »
Il postino | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Tiziano Sossi
Pubblico (per gradimento)
  1° | riccardo-87
  2° | blacky
  3° | nino p.
  4° | michela papavassiliou
  5° | dorieux
  6° | fedebiga
  7° | giannuzzo1984
  8° | jacopo b98
  9° | g. romagna
10° | iasc085
11° | filippo catani
12° | aristoteles
13° | paolo ciarpaglini
14° | stefano capasso
15° | nicolò
16° | dario
17° | andrea66
Rassegna stampa
Lietta Tornabuoni
SAG Awards (1)
Premio Oscar (10)
Nastri d'Argento (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità