L'albero delle pere

Acquista su Ibs.it   Soundtrack L'albero delle pere  
Un film di Francesca Archibugi. Con Valeria Golino, Sergio Rubini, Stefano Dionisi, Niccolò Senni, Victor Cavallo.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 90 min. - Italia 1998. MYMONETRO L'albero delle pere * * 1/2 - - valutazione media: 2,56 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,56/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
Valeria Golino
Valeria Golino (53 anni) 22 Ottobre 1965 Interpreta Silvia
Sergio Rubini
Sergio Rubini (58 anni) 21 Dicembre 1959 Interpreta Massimo
Stefano Dionisi
Stefano Dionisi (52 anni) 1 Ottobre 1966 Interpreta Roberto
Niccolò Senni
Niccolò Senni (35 anni) 6 Settembre 1983 Interpreta Siddharta
Victor Cavallo Paolo Triestino
Paolo Triestino (59 anni) 1 Febbraio 1959 Interpreta Un giovane medico
Valeria Golino è una madre con due figli. Ha anche due mariti, uno artista, Rubini, e l'altro integrato, Dionisi. La vita non è affatto semplice, occo...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
    * * - - -
Locandina L'albero delle pere

Valeria Golino è una madre con due figli. Ha anche due mariti, uno artista, Rubini, e l'altro integrato, Dionisi. La vita non è affatto semplice, occorre gestire tutto e Silvia, così si chiama la madre, è tossicodipendente e perde tanto tempo su internet. Poi c'è Siddharta, il figlio più grande, strano e creativo, che sopravvive nonostante quella madre (siringhe lasciate in giro eccetera). Sarà proprio il ragazzo a prendere in mano la situazione quando la sorellina si pungerà con un ago infetto. Senni, il ragazzo, è l'unica cosa davvero buona del film. La regia ci sarebbe ma Archibugi vuole fare troppo, anche scrivere, e scrivere (bene) è difficile. La sceneggiatura soffre di incongruenze, stereotipi già digeriti e banalità già conosciute.

Stampa in PDF

Premi e nomination L'albero delle pere MYmovies
Premi e nomination L'albero delle pere

premi
nomination
Festival di Venezia
2
0
* - - - -

Presuntuoso e irritante.

lunedì 9 marzo 2009 di ispettoreKlute

Un film molto presuntuoso. Scritto da una regista radical chic che non conosce la gente che descrive, che forse non esisite neanche. Ma fa "fa moda" descrivere questi personaggi. E' una costruzione intellettuale, film genere "tre camere e cucina" così in voga negli anni novanta e puzza di letteratura, mentre invece le immagini sono brutte o non funzionano. Brutti i costumi, la fotografia di Bigazzi esagerata: è tutto buio, non si vede assolutamente nulla. E' un film buonista, nel senso che non ha continua »

* * * * -

Emotivo e coraggioso

martedì 12 febbraio 2013 di Piris

Ho visto questo film per caso e sono rimasto molto colpito. E' la storia di un ragazzo di quattordici anni che si trova ad affrontare un problema serio senza poter chiedere aiuto agli adulti. La madre (una intensa Valeria Golino, mai vista così bella e brava) è una tossicodipendente e i due padri, uno del ragazzo e uno della sorellina, sono del tutto incapaci di capire anche se per problemi diversi. C'è una atmosfera drammatica e cupa, perà  dolce continua »

* * * * -

Emotivo e coraggioso

martedì 12 febbraio 2013 di Piris

Ho visto questo film per caso e sono rimasto molto colpito. E' la storia di un ragazzo di quattordici anni che si trova ad affrontare un problema serio senza poter chiedere aiuto agli adulti. La madre (una intensa Valeria Golino, mai vista così bella e brava) è una tossicodipendente e i due padri, uno del ragazzo e uno della sorellina, sono del tutto incapaci di capire anche se per problemi diversi. C'è una atmosfera drammatica e cupa, perà dolce e fa anche ridere, insomma sono cose che non si continua »

L’adolescente Niccolò Senni, figlio di genitori alternativi, alle prese con la curiosità dei compagni
Come ti chiami?
Siddharta.
Coomee?
Come Buddha da magro.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

SOUNDTRACK | L'albero delle pere

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 29 giugno 2004

Cover CD L'albero delle pere A partire da martedì 29 giugno 2004 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film L'albero delle pere del regista. Francesca Archibugi Distribuita da Cam Jazz, il cd è composto da musiche di genere Jazz.

di Maurizio Cabona Il Giornale

Compatire i drogati? Capire i reduci sessantottardi non "arrivati" da arrivisti, ma invecchiati da falliti? Francesca Archibugi risponde sì e ancora sì con L'albero delle pere, da lei scritto e diretto, candidato a uno dei premi della Mostra di Venezia. La trama. Un adolescente (Niccolò Senni) ha "a carico" la sorellastra di cinque anni (Francesca Di Giovanni) e la madre eroinomane e cocainomane (Valeria Golino), che ha piantato sia il padre del ragazzo, cinematografaro di sicuro insuccesso (Sergio Rubini), sia il padre (Stefano Dionisi) della bambina, avvocato mantenuto dal papà. »

di Emanuela Martini Film TV

Computer, viaggi in Intemet, droga, famiglia slabbrata, approssimativa, affettuosa. Ci sono una madre, due figli, due padri e altri fuggevoli fidanzati nella storia di L'albero delle pere di Francesca Archibugi, che gira intorno al fascino imbronciato di mamma Valeria Golino, con tanti capelli e altrettanti tormenti che, purtroppo, la sceneggiatura (della Archibugi) non riesce a delineare. Come restano stereotipati i due padri, Sergio Rubini "creativo" (regista sperimentale), capelluto anche lui e irrisolto, e Stefano Dionisi " normale " ( avvocato ) , con soldi, auto, abito e taglio di capelli in ordine, due fantasmi che passano e scompaiono in una piattezza televisiva. »

di Irene Bignardi La Repubblica

Tenero, e abile. L'albero delle pere di Francesca Archibugi è molto meglio del suo titolo un po' volgarotto - e anche dell'escursione nella letteratura di Con gli occhi chiusi. Questo è il mondo di Francesca Archibugi - famigliastre, legami complicati, adolescenze inquiete, e Roma, di cui sa cogliere il misto di caos crudele e di umanità. E queste sono le sue storie - perché solo Francesca Archibugi sa guardare con tanta naturalezza "dalla parte dei ragazzini", quasi l'occhio della cinepresa dal tradizionale fuoco sul mondo degli adulti si spostasse ad altezza di adolescente. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Certi genitori non vogliono diventare adulti, restano ragazzi mai cresciuti, Peter Pan velleitari e confusi anche quando sono madri e padri di figli piccoli magari più maturi e responsabili di loro : Francesca Archibugi, dopo Verso sera e Il grande cocomero torna a questo tema che le è caro, ai bambini e ragazzini che la interessano appassionatamente, con il primo film italiano in concorso alla Mostra, " L'albero delle pere" ("pere" è inteso nel senso di iniezioni di droga). Domitilla, neppure cinque anni, si graffia per caso con una siringa trovata tra gli oggetti di sua madre Valeria Golino, amorosa e distratta, bella e dannata, il cui slogan nell'uscire inquieto di casa é: Allora, io vado. »

L'albero delle pere | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | ispettoreklute
  2° | piris
  3° | piris
Rassegna stampa
Emanuela Martini
Festival di Venezia (2)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità