Mysterious Skin

Un film di Gregg Araki. Con Joseph Gordon-Levitt, Brady Corbet, Michelle Trachtenberg, Elisabeth Shue.
continua»
Drammatico, durata 99 min. - USA 2004. MYMONETRO Mysterious Skin * * * 1/2 - valutazione media: 3,61 su 28 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,61/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Joseph Gordon-Levitt
Joseph Gordon-Levitt (37 anni) 17 Febbraio 1981 Interpreta Neil Mccormick
Brady Corbet
Brady Corbet (30 anni) 17 Agosto 1988 Interpreta Brian Lackey
Michelle Trachtenberg
Michelle Trachtenberg (33 anni) 11 Ottobre 1985 Interpreta Wendy
Elisabeth Shue
Elisabeth Shue (55 anni) 6 Ottobre 1963 Interpreta La signora Mccormick
Mary Lynn Rajskub
Mary Lynn Rajskub (47 anni) 22 Giugno 1971 Interpreta Avalyn
Jeffrey Licon
Jeffrey Licon (33 anni) 29 Agosto 1985 Interpreta Eric Preston
Araki torna a Venezia 61 con un film di forte impatto: meno visivo, forse, ma più di contenuto. Poesia e disincanto raccontano due storie parallele ma con affinità insospettabili.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Poesia e disincanto si intrecciano in una spirale virtuosa in questo strano e straniante racconto di due vite
Davide Morena     * * * - -

Fu un grande e chiacchierato successo, nel 1995, quello per The Doom generation, di un appena 36enne Araki. Poi un certo oblio. Araki torna a Venezia nel 2004 con un film di forte impatto: meno visivo, forse, ma più di contenuto. La base, quanto mai solida, è l'omonimo romanzo d'esordio di Scott Heim.
La vicenda è la seguente: l'estate del 1981 segna una svolta definitiva per due ragazzini di otto anni, per motivi diversi. Uno (straordinario Joseph Gordon-Levitt) è oggetto dell'abuso continuato e non rifiutato del coach della squadra di baseball; l'altro viene rapito dagli alieni, con conseguenze irreparabili sulla sua maturazione.
Poesia e disincanto si intrecciano in una spirale virtuosa in questo strano e straniante racconto di due percorsi di vita tanto diversi eppure tanto simili: due esperienze divaricate dallo stesso evento traumatico che finiscono incredibilmente (ineluttabilmente?) per ricongiungersi una volta esaurite.
Andare alla ricerca di messaggi potrebbe sviare. Un azzardo: un po' di cinismo ci salverà?

Stampa in PDF

* * * * -

Estremamente reale

domenica 5 febbraio 2006 di alex

lo sono andato a vedere per caso... fidandomi della critica e non sapendo l'argomento del film. L'ho trovato di una realtà incredibile. Riesce a rendere molto bene quello che succede a chi subisce una viuolenza infantile: la estenuante ricerca di quell'essere speciali che ti separa dall'amore condiviso e intenso..che oserei chiamare l'amore vero. Ottimi i ragazzi e ottima sia la sceneggiatura che la regia: tratta lo stesso tema da 2 punti di vista opposti e identici nello stesso tempo. Analisi molto continua »

* * * * -

Toccante

giovedì 27 settembre 2012 di paride86

Gregg Araki riesce nel difficile intento di raccontare la pedofilia in maniera disturbante e, allo stesso tempo, drammaticamente poetica. Bella la fotografia e l'interpretazione degli attori principali. Film particolarissimo.  continua »

Neil
E mentre ce ne stavamo seduti lì ascoltando il coretto natalizio, avrei voluto dire a Brian che era tutto finito e che ora tutto sarebbe andato bene, ma sarebbe stato una bugia...e comunque io non riuscivo a parlare.
Avrei tanto voluto poter tornare indietro e cancellare il passato... ma non era possibile, non potevamo farci più niente.
Perciò rimasi lì in silenzio, cercando di comunicargli telepaticamente il mio dispiacere per quello che era successo. Mi venne anche da pensare al dolore e alla tristezza di questo mondo di merda, e mi venne voglia di scappare.
Desiderai con tutto il cuore di poterci lasciare alle spalle questo mondo, di levarci in volo come due angeli della notte, a magicamente... scomparire.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Wendy
Dove la gente normale ha un cuore, Neil Mccormick ha un buco nero senza fondo e se non ci stai attento ci puoi cadere dentro e perderti per sempre.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

di Pier Maria Bocchi Film TV

Dopo diversi problemi di doppiaggio (chissà cosa «non è piaciuto» ai responsabili), esce in iItalia l’ultimo film di gregg araki, il regista che appartenne al New Queer Cinema e che il pubblico delle sale conosce per The Doom Generation, e non certo per Ecstasy Generation, distribuito all’epoca malissimo. Mysterious Skin, tratto da un romanzo di Scott Heim, è stato presentato all’ultima Mostra di Venezia, e si porta dietro una certa aria di scandalo. Del tutto ingiustificata. Anche se, in superficie, la vicenda di questi due ragazzi nella provincia del Kansas, tra inquietudini e solitudini, dove si nasconde pure un rapporto sessuale tra un bambino di otto anni e il suo maestro di baseball, può dar sospetto di pedofilia. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Crudo, struggente e bello, «Mysterious Skin» di Gregg Araki, tratto dal romanzo di Scott Heim, ha due protagonisti, bambini e poi diciottenni. Uno si è ritrovato a otto anni nella cantina di casa, il naso colante sangue, senza sapere come e perché fosse arrivato fin lì; nel tempo si è convinto di essere stato rapito e rilasciato dagli UFO, e sèguita a fare ricerche su analoghe circostanze fantascientifiche, a tentare di incontrare persone che hanno attraversato esperienze simili. L'altro ragazzo cerca attraverso la prostituzione di ritrovare il rapporto che aveva a otto anni con l'allenatore della sua squadra di baseball. »

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Brian è un bambino come tanti, sveglio, sportivo, allegro, ottimo giocatore di baseball. E omosessuale, ma questo forse ancora non lo sa. Lo scopre quando un giorno gli presentano il nuovo allenatore della squadra, un marcantonio biondo e sorridente che al solo apparire fa esplodere nella testa del piccolo Brian una girandola di icone gay, divi del cinema, idoli pop, una cascata di immagini e sensazioni che lo lascia estatico e tramortito. La sua madre giovane e sola naturalmente non sospetta nulla, e come potrebbe?, così lo affida tranquilla a quel ragazzone gentile. »

di Roberto Nepoti La Repubblica

Nell'immaginario dell'America neo-con, i ragazzi sono angeli di virtù capaci di tenere unite la famiglie "sane" e reincollare quelle rotte. Invece il cinema si ostina a mostrarci adolescenti sessuati, fragili, equivoci in modo imbarazzante. Quello di Mysterious skin, tratto dal romanzo di Scott Heim, è il tipo di soggetto su cui ci vuol poco a sbattere i denti; e tantopiù sembrava a rischio Gregg Araki, cineasta indipendente di film trash e nichilisti come "Doom Generation". A otto anni, Brian e Neil hanno subìto un duplice trauma: il secondo ha avuto rapporti con l'allenatore di baseball, innamorandosene; l'altro ha reagito all'esperienza della pedofilia convincendosi di essere stato rapito dagli alieni. »

Mysterious Skin | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità