Volevo solo dormirle addosso

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Volevo solo dormirle addosso  
Un film di Eugenio Cappuccio. Con Giorgio Pasotti, Giuseppe Gandini, Elizabeth Fajuyigbe, Massimo Molea, Eleonora Mazzoni.
continua»
Drammatico, durata 97 min. - Italia 2004. MYMONETRO Volevo solo dormirle addosso * * * - - valutazione media: 3,17 su 33 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato sì!
3,17/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
Trailer Volevo solo dormirle addosso
Il film: Volevo solo dormirle addosso
Anno produzione: 2004
Un manager trentenne accetta una sfida: licenziare in tempi brevissimi 25 dipendenti dell'azienda per cui lavora.Dall'omonimo romanzo di Massimo Lolli.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Dall'omonimo romanzo di Massimo Lolli, un film attuale e riuscito sul taglio dei posti di lavoro
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Marco Pressi, giovane formatore del personale di una multinazionale, si ritrova dinanzi a una sfida che accetta: deve riuscire, in un arco di tempo ridottissimo, a far uscire dalla produzione 25 dipendenti di vario livello senza creare tensioni visibili. Se ce la farà avrà un avanzamento e otterrà un cospicuo riconoscimento in denaro. In caso contrario lo attende un portasigarette. Da quel momento la vita di Pressi (già definito "il muerto", ovunque tranne che a letto, dalla fidanzata) cambia. Dovrà attrezzarsi per convincersi che lo slogan "People First" che caratterizza la sua azienda non è altro che falsità. Lui non può e non deve provare compassione per nessuno. Dopo Risorse umane e Mobbing (per non citare che due titoli) non era facile essere originali su un tema aspro e quantomai attuale come quello dei tagli dei posti di lavoro. Eugenio Cappuccio c'è riuscito concentrandosi sull'evoluzione del protagonista che diventa lupo progressivamente sino al soprassalto dell'ultim'ora. Trova una valida collaborazione nel cast e in Pasotti in particolare. Dall'omonimo romanzo di Massimo Lolli.

Stampa in PDF

Premi e nomination Volevo solo dormirle addosso MYmovies
Volevo solo dormirle addosso recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
* * * - -

Vi stimo molto

domenica 19 agosto 2007 di Matteo G.Z.

Taglio cinico sul mondo del lavoro e sulla distorsione comportamentale generata da target ambiziosi e sfidanti. Ognuno di noi, se manager, si sente Pressi. Il continuo battere ed essere battuti: un giorno incudine ed un altro martello. La globalizzazioneporta eccessi di questo tipo che in questo film si chiamanto risorse umane da tagliare in altri ambiti risultati da raggiungere. La frase perno?: Vi stimo moltissimo. A me suona un po' come la classica: Non posso lamentarmi (ovvero: anche se ne avessi continua »

* * - - -

Così così

giovedì 20 gennaio 2011 di paride86

"Volevo solo dormirle addosso" racconta la vita di Marco Pressi, giovane manager perso nel gorgo di un lavoro odioso e opprimente. Fin quando il film verte sul piano lavorativo, e dunque sociale, funziona piuttosto bene; la parte privata, invece, è mal tratteggiata e appesantisce la storia. In definitiva si tratta di un film che ha il coraggio di affrontare, anche con una certa ironia, il moderno mondo del lavoro; tuttavia lo fa in maniera per niente brillante: si lascia guardare continua »

Marco pressi
I complenti generano benessere e motivazione
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

SOUNDTRACK | Volevo solo dormirle addosso

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 29 ottobre 2004

Cover CD Volevo solo dormirle addosso A partire da venerdì 29 ottobre 2004 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Volevo solo dormirle addosso del regista. Eugenio Cappuccio Distribuita da Warner Chappell.

di Leonardo Jattarelli Il Messaggero

L’apparenza inganna. Quel giovane stanco, dalla cravatta perennemente allentanta, che si rintana ogni notte nel suo appartamento letamaio perchè non gliene frega niente di pulire e poi non ha tempo, alla luce del giorno è uno spietato killer della forza lavoro tirato a lucido. Il suo nome è Pressi, Marco Pressi, terrore della multinazionale Mti con licenza di “bruciare” venticinque esuberi per fare “bingo” al premio del nuovo target da raggiungere. Eugenio Cappuccio ( Il caricatore , La vita è una sola , Come mosche ) in Volevo solo dormirle addosso , ”scolpisce” il prototipo del rampante del Duemila, che non è il ”fighetto” anni ’90 ma il precoce, dilaniato manager vittima-carnefice di un mondo delirante. »

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Il cinema italiano, a poca distanza da un altro caso rilevante e per parecchi versi contiguo come era Mi piace lavorare di Francesca Comencini con Nicoletta Braschi, torna nel mondo del lavoro. Non quello operaio caro alla scuola britannica, ma quello dei colletti bianchi. Ispiratore di Volevo solo dormirle addosso di Eugenio Cappuccio è Massimo Lolli che a un certo punto della vita ha deciso di travasare la sua esperienza manageriale nel campo delle risorse umane (ultimo incarico direzione del personale alla Marzotto) nella nuova vocazione di narratore. »

di Roberto Silvestri Il Manifesto

Lamento greco, striato di acido umorismo nero, sugli angoscianti problemi personali, di lavoro, di sesso, di amore, di insonnia, di uno schiavo dei modi di produzione vigenti. Gaudioso, Nunziata e Cappuccio erano un po', all'epoca del Caricatore, il nostro trio Zucker-Abrahams-Zucker, gli sfasciacarrozze lazzaroni della commedia rottamabile all'italiana. Eugenio Cappuccioche viene dal Centro Sperimentale ma ha imparato a guardare anche ciò che non è visibile a occhio nudo, sul set di Ginger e Fred di Fellini, si mette così in proprio. »

di Bruno Fornara Film TV

Mondo del lavoro e del non lavoro. Lo scattante quasi manager Marco Pressi (bravo Giorgio Pasotti) fa il formatore dei venditori, a Milano, in una multinazionale francese il cui bugiardissimo motto è «People first». II motto di Marco è altrettanto fasullo e deprimente: «Mai progetti, solo desideri e obiettivi». Scelgono lui per disboscare l’azienda. Glielo danno loro un bell’obiettivo: farà carriera se riesce a licenziare, entro fine anno, 25 persone (su 90). Da formatore a killer del personale. »

Volevo solo dormirle addosso | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità