Noi

Acquista su Ibs.it   Dvd Noi   Blu-Ray Noi  
Un film di Jordan Peele. Con Lupita Nyong'o, Winston Duke, Elisabeth Moss, Tim Heidecker, Yahya Abdul-Mateen II.
continua»
Titolo originale Us. Horror, Ratings: Kids+13, durata 116 min. - USA 2019. - Universal Pictures uscita giovedì 4 aprile 2019. - VM 14 - MYMONETRO Noi * * * 1/2 - valutazione media: 3,67 su 44 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
nino pellino domenica 7 aprile 2019
pellicola originale e genialmente allegorica Valutazione 4 stelle su cinque
64%
No
36%

Questa pellicola del regista Jordan Peele è un horror che si basa su un tipo di argomentazione diversa e assolutamente orginale rispetto ai classici temi su cui si sono sviluppati tantissimi film del passato relativi a questo genere cinematografico. Questa volta, infatti, l'effetto che determina le nostre paure più profonde non scaturisce dalle solite case infestate da fantasmi, da morti che resuscitano dall'oltretomba o da serial killer che spaventano lo spettatore con i loro modi cruenti e abominevoli di mietere le loro vittime,. Ormai questo tipo di trovate hanno praticamente reso saturo il genere horror, soprattutto considerando che in questi tempi moderni è difficile ricalcare la creatività e la genialità dei grandi registi del passato e del resto gli effetti speciali creati al computer inevitabilmente, prima o dopo, esauriscono il loro effetto impressionante. [+]

[+] 'ma voi cosa siete?' – 'siamo americani' (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a nino pellino »
d'accordo?
giangixz domenica 14 aprile 2019
un grosso punto interrogativo Valutazione 2 stelle su cinque
78%
No
22%

A scanso di equivoci, intanto bisogna dire che non ci troviamo di fronte a un horror. Dell'horror mancano il coraggio e la radicalità in termini di cattiveria e sfrontatezza. Immagino sia per la fascia di pubblico a cui si rivolge. Ma le ambizioni autoriali cozzano con la volontà di rimanere mainstream, e il livello ironico-parodistico che tanto funzionava in Get Out qui stona, trasforma la pellicola in un ibrido mal riuscito, nel quale i mancati affondi di coltello non permettono mai di scalfire la superficie. Ed è impossibile non usare i migliori home invasion come pietre di paragone. Gli esempi sono numerosi, ma mi viene da citare su tutti Funny Games e A L'Interieur, pensando alla radicalità dell'impianto e alla fondamentale cattiveria degli invasori che non ha soluzione di continuità e che non lascia scampo. [+]

[+] lascia un commento a giangixz »
d'accordo?
fncptr giovedì 18 aprile 2019
il fenomeno sammer. Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Dati i commenti superlativi che pubblico e critica hanno dato al film, sembra quasi impossibile schierarsi dall'altra parte della trincea, ma io ci provo. Premetto che anche la prima opera di Jordan Peele mi lasciò perplesso, quanto meno per il fatto che decisi di vederla dopo la vittoria dell'oscar alla migliore sceneggiatura originale: «però, un film horror premiato con la concorrenza di "tre manifesti ad Ebbing, Missouri", "Ladybird" e "La forma dell'acqua"? Deve sicuramente essere un capolavoro!» pensai fra me e me, ma non fu così. Lasciamo perdere, stiamo parlando di altro, ma lo considero uno scandalo come il pallone d'oro a Sammer, per chi riesce a fare il paragone calcistico. Secondo film, seconda opportunità animata dalla magnanimità del cinefilo, ma persiste, strenuamente, il senso di perplessità e di inadeguatezza personale. [+]

[+] lascia un commento a fncptr »
d'accordo?
felicity mercoledì 31 luglio 2019
un horror apertamente politico e anticapitalista Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

"Noi" è uno spaccato sulla paranoia che aleggia ed in maniera assai decisa negli USA di Trump, realmente e radicalmente divisi.
E quale migliore parabola se non quella che ci ricorda che il primo, vero nemico, il peggiore di tutti, siamo noi stessi. 
Ma il processo qui è molto raffinato, più bilanciato, capace di evocare senza però imporre una visione univoca su un fenomeno complesso, appunto perturbante, da cui il terrore di una vicenda che si pone al di là della realtà, leggendola tuttavia meglio di come un approccio realistico potrebbe mai fare.
Tutto funziona a tutti i livelli, sia in termini di forma che di contenuto. [+]

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
gianleo67 domenica 14 aprile 2019
us (us, us, us, us) and them (them, them, them, them) Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

La vancanza estiva nella casa di villeggiatura è l'occasione per Adelaide di rilassarsi insieme al marito e ai due figli, ma anche quella per il riaffiorare di un oscuro e mai risolto trauma d'infanzia subito all'interno della 'camera degli specchi' di un luna park sulla spiaggia. Quando delle figure minacciose si presentano di fronte al vialetto d'ingresso della loro abitazione, i fantasmi del passato sembrano finalmente assumere sembianze umane; o almeno così sembra...
Va dato senz'altro atto a Jordan Peele che l'utilizzo degli stereotipi del genere horror quale base allegorica di un discorso che si allarga all'analisi della società americana, da sempre innervata dalle contraddizioni di una democrazia liberale che custodisce un rapporto mai risolto con la questione razziale e con quella classista, sembra essere più nel coraggio di una cifra narrativa e stilistica che comporterebbe l'inevitale rischio di intrappolare il suo autore nella maniera un po' speciosa dei film a tema, nè più nè meno di quello che si sente spesso rimproverare ad un cineasta eccentrico, ma oramai affermato e generalmente ben accolto, come Yorgos Lanthimos. [+]

[+] lascia un commento a gianleo67 »
d'accordo?
carloalberto sabato 6 aprile 2019
dottor peele e mister hyde Valutazione 3 stelle su cinque
30%
No
70%

 Jordan  Peele, dopo Scappa - Get Out, ci ripropone con Noi di nuovo una forma di realtà distopica, e anche questa  volta utilizza una trama, intrisa di humor nero, da horror fantascientifico, con un inizio che ricorda scenograficamente Stephen King, per comunicare altro, forse un messaggio non tanto criptico di critica sociale, una denuncia della condizione dei neri americani alla ricerca emulativa del benessere dei bianchi, considerata come estremo rinnegamento delle proprie radici culturali fino all’integrazione parossistica, all’omologazione totale al modello edonistico dell’America bianca. Ma vi sono anche spunti di riflessione, un po’ più velati, sulla mancanza di identità dell’individuo nelle moderne società di massa dell’occidente opulento. [+]

[+] condivido e aggiungo (di blowup)
[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
maramaldo venerdì 5 aprile 2019
ben tornato, jordan Valutazione 4 stelle su cinque
20%
No
80%

Noi. "US", come nelle mostrine dei militari. Richiesto che ci facessero a circolare in un'atmosfera di terrore quei conigli, bestie notoriamente pavide,  il Nostro ha risposto che lo hanno ispirato le lunghe orecchie a forma di forbici. D'ora in poi gli horror lasciamoli fare ai comici. Occorrono leggerezza di spirito e ironia nel dna per accedere alle metafore dell'angoscia, dei sensi di colpa, della paura. Soprattutto della paura, di noi stessi stavolta. "Siamo i peggiori nemici di noi stessi - spiega Peele - non tanto come individui ma come gruppo, famiglia, società, paese, mondo."  E così, ridendo e spaventando, ha sistemato tutta l'umanità. [+]

[+] lascia un commento a maramaldo »
d'accordo?
ralphscott domenica 14 aprile 2019
toh,un horror che fa' pensare! Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

"Noi" andrebbe visto,ma anche rivisto. Si presta a più letture,anche personalizzabili. La grande metafora è lì,specchio pronto a riflettere il mostro che abita in tutti noi. Davvero originale,interessante,persino educativo. Volendo evidenziarne i difetti,e qulcuno si coglie,da spettatore europeo ho provato un po' fastidio ad ascoltare dialoghi e battute talvolta stupidi,quasi una forma di razzismo verso i protagonisti afroamericani. Ma forse il colore della pelle non c'entra: che siano tutti,mediamente,così tontoloni,al di là dell'oceano?
La casa stregata sulla spiaggia incute davvero inquietudine.

[+] lascia un commento a ralphscott »
d'accordo?
matteo venturini domenica 14 aprile 2019
immagine speculare Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Film molto interessante, brillante vivo, fresco e molto intelligente. Siamo veramente noi, gli uomini, che si specchiano e vedeno se stessi sotto la luce oscura della pazzia e della anormalità. Un film da vedere con leggerezza ed ironia ma importante per la solidità generale. Un film a mio parere di confine anche con lo spirito immaginifico della fantascienza degli anni '50 (Ultimatum alla Terra, L'invazione degli ultracorpi, la serie Quatermass ecc...) in cui si stratificano meravigliosamente sogni e incubi di tutti noi. Consiglio assolutamente di vedere.    

[+] lascia un commento a matteo venturini »
d'accordo?
Noi | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 4 aprile 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità