Le Guerre Horrende

Film 2018 | Drammatico +13 76 min.

Anno2018
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Durata76 minuti
Regia diGiulia Brazzale, Luca Immesi
AttoriCosimo Cinieri, Désirée Giorgetti, Dario Leone, Livio Pacella, Milton Welsh .
Uscitalunedì 16 aprile 2018
TagDa vedere 2018
DistribuzioneMoovioole
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Giulia Brazzale, Luca Immesi. Un film Da vedere 2018 con Cosimo Cinieri, Désirée Giorgetti, Dario Leone, Livio Pacella, Milton Welsh. Genere Drammatico - Italia, 2018, durata 76 minuti. Uscita cinema lunedì 16 aprile 2018 distribuito da Moovioole. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Le Guerre Horrende tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Attraverso la vicenda del Capitano, dello Scudiero e del Soldato, l'orrore della Guerra: di tutte le guerre.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Una favola nera, surreale, paradossale per raccontare l'orrore di tutte le guerre.
Recensione di Francesca Ferri
mercoledì 11 aprile 2018
Recensione di Francesca Ferri
mercoledì 11 aprile 2018

In un indefinito bosco avviene l'incontro fra tre singolari personaggi: il Capitano, malinconico "scemo di guerra" reduce dal primo conflitto mondiale, artista girovago, esaltato e sognante, ormai ridotto a raccontare le sue storie alle creature del bosco, è aiutato dal suo giovane e strambo Scudiero. I due vivono una bizzarra quotidianità fino all'irrompere di un Soldato ferito, vittima di una totale amnesia. I rapporti si fanno subito intensi: antipatia tra il primo e il nuovo arrivato, sintonia fra il soldato e lo scudiero. La situazione si carica di tensione emotiva fino all'ineluttabile epilogo, tra sconvolgenti rivelazioni e conseguenti colpi di scena.

Liberamente tratto dal'omonimo testo teatrale di Pino Costalunga, Le guerre horrende è una commedia fantastica, scritta da Livio Pacella e diretta da Luca Immesi e Giulia Brazzale, che sullo sfondo della Prima e della Seconda guerra mondiale, vuole raccontare l'orrore di tutte le guerre come preannuncia il titolo.

"Horrendo" infatti viene usato nell'accezione adottata da Machiavelli per definire le grandi guerre d'Italia, intese non solo come orribili, ma anche grandiose, imponenti. Gli orrori della guerra, però, vengono raramente mostrati lasciando spazio piuttosto agli orribili effetti della guerra sui reduci, che tra amnesie e strazianti ricordi, non possono che sopravvivere dopo tanto dolore. Il secondo lungometraggio di Luca Immesi e Giulia Brazzale è dunque una favola nera sulla "damnatio memoriae" recitata in lingua veneta, in continuità con il loro primo film, Ritual: Una storia psicomagica, in cui il linguaggio cinematografico si lascia contaminare da quello teatrale. La pièce di Pino Costalunga è solo il punto di partenza per una sceneggiatura che spesso allude alla comicità di Teofilo Folengo e Ruzante, autori cari a Dario Fo, e alla poesia di Govoni, Apollinaire, Pessoa e degli anonimi pavani.

L'ispirazione teatrale guida, dunque, l'intera messa in scena che inizia con la leggerezza di una fiaba onirica e surreale virando gradualmente verso il dramma della guerra, cruda e realista. Il grottesco è la cifra di una visione che solamente si spiega nel paradosso. In un imprecisato bosco senza confini né vie d'uscita si ritrovano i tre personaggi, prigionieri della loro memoria, condannati all'oblio.

Nella selva oscura che diventa un claustrofobico purgatorio, l'unica fuga concessa è quella nel ricordo, l'unico racconto ancora possibile è quello della guerra da rimettere in scena giorno dopo giorno per non dimenticare. Nel labirinto della memoria, il Capitano, lo Scudiero e il Soldato si scambiano le maschere in questa rappresentazione a tratti circense e giullaresca in cui gli attori diventano spettatori e viceversa. In un colorato spettacolo di un passato che solo in bianco e nero si può ricordare, i tre personaggi si riscoprono sognati da altri sognatori in un personale teatro dell'orrore che ciascuno porta dentro di sé. Luca Immesi e Giulia Brazzale indagano, dunque, in una surreale visione, l'idea che le guerre e la violenza siano solo il frutto del personale conflitto che giace irrisolto nel microcosmo che è in ognuno di noi. Un raro esperimento di realismo magico.

Sei d'accordo con Francesca Ferri?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 27 giugno 2018
Carvelli Giuseppe

Amazing Film! Bravissimi i Registi, gli Attori, la Fotografia, la storia anche se molto Drammatica, Fantastica e Teatrale!  Vivissimi Complimenti! 

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati