Words and Pictures

Film 2013 | Commedia sentimentale, +13 116 min.

Regia di Fred Schepisi. Un film con Clive Owen, Juliette Binoche, Christian Sheider, Keegan Connor Tracy, Bruce Davison. Cast completo Genere Commedia sentimentale, - USA, 2013, durata 116 minuti. Uscita cinema giovedì 13 novembre 2014 distribuito da Adler Entertainment. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,74 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Words and Pictures tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Juliette Binoche e Clive Owen tornano sul grande schermo nei panni di due colleghi insegnanti liceali dai sogni infranti. In Italia al Box Office Words and Pictures ha incassato 57 mila euro .

Words and Pictures è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,74/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,38
PUBBLICO 2,83
CONSIGLIATO SÌ
Trailer in italiano

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Elogio dell'amore come lingua comune, che supera ed eleva alterità e differenze.
Recensione di Marianna Cappi
domenica 2 novembre 2014
Recensione di Marianna Cappi
domenica 2 novembre 2014

Jack Marcus ama le parole, la letteratura, l'insegnamento e la vodka. Da anni non scrive più poesie e consuma sempre più bottiglie, al punto che il suo posto di lavoro viene messo in discussione dall'azienda scolastica e dovrà passare dal processo dei colleghi. Dina Delsanto è l'ultima arrivata del corpo docente, artista figurativa molto nota, è stata confinata dietro alla cattedra da una malattia degenerativa che le rende sempre più difficili i movimenti degli arti. Tra Marcus e Del Santo è subito guerra ed è subito amore.
Le due anime del cinema, quella verbale e quella visuale, si fronteggiano a colpi di fendente per ribadire che è proprio la loro unione che rende possibile la magia. Fred Schepisi, che aveva già presieduto in un certo senso ad una romantica tenzone di questo tipo con Roxanne, è il regista giusto per calare nella contemporaneità la vicenda e allo stesso tempo vigilare sulla sua eleganza senza che il risultato appaia patinato. Ma non c'è dubbio che questa volta il palcoscenico sia tutto dello sceneggiatore, Gerald DiPego, responsabile di un copione brillante per quanto scolastico (ma l'ambientazione, quasi esclusivamente interna al campus, in questo caso gli fa gioco eccome).
Nessuna visionarietà, nemmeno qualche tenera follia alla Wonder Boys. Words and Pictures si concentra sulla fatica tutta umana che precede l'eventuale divina ispirazione, mettendo a confronto il personaggio di Marcus con un foglio bianco troppo spesso e muto e l'artista Delsanto con una parte della sua identità da reinventare o archiviare per sempre. Quelle con il dolore psichico e il dolore fisico sono le vere lotte, personalissime, dei protagonisti, rispetto alle quali la competizione ufficiale è un paravento e un espediente.
Clive Owen mastica il suo personaggio come fosse il cibo che ha segretamente frequentato da sempre, nel backstage dei ruoli che lo hanno preceduto. Lo calibra alla perfezione, nelle esagerazioni e nei limiti, senza far trasparire il percorso. La Binoche, pur credibile e in parte, porta in scena la ricerca del personaggio, la costruzione della personalità e qualche smorfia nazionale, ma ci si mette davvero tutta, abilità pittoriche comprese (suoi i dipinti del film, realizzati per l'occasione).
Sul fronte puramente sportivo, il film non parteggia, forse non gareggia proprio. Lo si potrebbe pensare sbilanciato sul versante della parola, ma i dialoghi - punto di forza- sono debitori di altri scritti, mentre sul versante visivo il film si fa museo piuttosto che laboratorio, limitandosi ad esporre. Soprattutto, oggi, superati i discorsi delle origini sullo specifico filmico, il film si pone intrinsecamente al di là della diatriba, come sintesi perfetta, linguaggio che riunisce al suo interno le altre modalità espressive. Il punto di Schepisi e DiPego, però, è un altro: non il saggio divulgativo quanto la metafora del romance, l'unione dei diversi, destinata -in presenza di happy end- ad elevare entrambi.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Ambiente: un campus universitario USA. Personaggi: lui, professore geniale e trasgressivo, in crisi, con blocco dello scrittore e alcol facile; lei, pittrice che tiene un corso di disegno, ipersensibile e afflitta da una artrite reumatoide che la costringe a imbottirsi di pillole. Vicenda: s'incontrano, si scontrano, s'innamorano. Ovvia, convenzionale commedia romantica non salvata dagli interpreti. Bella colonna musicale. I quadri che si vedono nel film sono dipinti dalla Binoche.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
WORDS AND PICTURES
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €11,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 17 novembre 2014
Luigi Chierico

Sono trascorsi 25 anni dal film “L’attimo fuggente” ed ancora oggi,dopo una generazione,c’è ancora qualche studente del liceo che sale sulla cattedra improvvisata e con i versi di Walter Whitman “O Captain! My Captain!” saluta un altro professore di lettere: Jack Marcus, ottimamente interpretato da Clive Owen, a cui donano le lenti da vista e la barba.

giovedì 20 novembre 2014
Donato Prencipe

Words and picture, questo è il titolo della nuova commedia del regista australiano Fred Schepisi (6 gradi di separazione). Una commedia romantica che esalta la poesia delle parole raffrontandola con quella delle immagini. La trama si sviluppa incantando lo spettatore grazie alla magia che l'arte di un paroliere e quella di un pittore possono evocare.

domenica 22 febbraio 2015
angelo umana

   Una sana competizione tra insegnanti, quella di arte (pictures) Juliette Binoche e quello di letteratura (words) Clive Owen. In essa vengono coinvolti i ragazzi, sinceramente animati da cotanti professori. Clive stava addirittura perdendo il posto per scarsa performance a giudizio delle autorità scolastiche – in America succede! – “annegato” nella vodka [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 novembre 2014
Flyanto

 Film in cui si racconta del rapporto nascente tra due insegnanti di liceo, il professore di Lettere interpretato da Clive Owen e la professoressa di Disegno da Juliette Binoche, che dopo qualche inizio burrascoso sfocia nel sentimento d'amore più profondo. Alla base delle loro controversie iniziali vi sta principalmente la differente concezione che essi hanno sulla vita e sul recepire [...] Vai alla recensione »

sabato 15 novembre 2014
melania

Un film intelligente e ricco di spunti culturali,vivace ed empatico.L'ho seguito con interesse,nella trama c'è sofferenza ma anche momenti di gioia e di felicità.Super bravi gli attori protagonisti.Non sono rimasta delusa.Consigliabile.

sabato 15 novembre 2014
Luanaa

Sicuramente la sceneggiatura ( del resto è nello script il senso del film) presenta dei momenti notevoli. Ho apprezzato il discorso finale molto bello e vero della Binoche che non sto qui a riportare come pure altri passaggi. Il mio appunto è sulla retorica della storia. Un alcolista pesante non risulta credibile come riesca a lavorare e ancora meno credibile è che l'amore lo salvi dall'alcolismo. Vai alla recensione »

sabato 8 novembre 2014
Luanaa

Un film tutto parlato che si rifà in parte al concetto del carpe diem nell'insuperato film l'attimo fuggente di Weir. Accattivante la tematica ma manca un vero racconto...come invece si trova a livelli molto alti in un altro film di Schepisi..the eye of the storm. E' tutto cerebrale questo film..si riduce ad illustrazione. Non si sente l'alcolismo del protagonista; forse si percepisce un po'di più [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 novembre 2014
brian77

Terribilmente artificioso, ma mi colpisce la naturalezza con cui vengono rappresentate queste scuole americane dove i professori di letteratura hanno una cultura da settimana enigmistica e riescono solo a fare gare di parole o puerili giochi senza frontiere su linguaggio verbale e visivo... 

domenica 16 novembre 2014
muttley72

Idea bella (non sono sicuro se anche originale ......nel cinema) quella di far gareggiare le parole e le immagini ....chiedendosi chi abbia più forza espressiva. Due professori delle rispettive 2 materie si cimentano nella gara in cui gli allievi sono contemporaneamente impegnati in un saggio scolastico nei 2 rispettivi corsi. La storia é pero rafforzata o indebolita (.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Come mezzo di comunicazione - o forma d'arte, se preferite - sono meglio le parole, oppure le immagini? Per drammatizzare il quesito il film diretto dal veterano Fred Schepisi (e prima il romanzo da cui è tratto) imposta due personaggi emblematici. Il professore di letteratura Jack Marcus, un tempo scrittore di successo ma ora in crisi, che trascura la penna per la bottiglia; e Dina Delsanto, pittrice [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Parole ed immagini sono pronte a sfidarsi in un idilliaco liceo statunitense nelle persone di un professore di letteratura inglese, ex scrittore belloccio, beone e politicamente scorretto (Clive Owen) e di un'insegnante d'arte italiana, ex pittrice di successo malata d'artrite ma dannatamente combattiva (Juliette Binoche) e infinitamente più saggia.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Gustosa, intelligente, anche se verbosa, commedia, intrisa di sentimento e umorismo. In una scuola per vip del New England si beccano il prof di letteratura Clive Owen, anticonformista e alcolista, e la nuova collega d'arte, la pittrice Juliette Binoche. Per lui valgono più le parole, per lei le immagini. Sfida aperta, anche in camera da letto. Un pallottoliere e un atlantino per i traduttori: «Carolingio» [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Lui è un ex scrittore di successo, alcolizzato, ma brillante ed istrionico prof di letteratura inglese a un prestigioso liceo privato del Maine. Lei è una talentuosa artista astratta affetta da artrite reumatoide, neo assunta come prof di belle arti alla stessa scuola. Lui idolatra le Parole, lei le Immagini. Entrambi, per vie diverse, tentano di insegnare nell'era dei morti viventi" a "giovani menti [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati