Slow Food Story

Film 2013 | Documentario, 74 min.

Anno2013
GenereDocumentario,
ProduzioneItalia
Durata74 minuti
Regia diStefano Sardo
AttoriCarlo Petrini .
Uscitagiovedì 30 maggio 2013
TagDa vedere 2013
DistribuzioneTucker Film
MYmonetro 3,09 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Stefano Sardo. Un film Da vedere 2013 con Carlo Petrini. Genere Documentario, - Italia, 2013, durata 74 minuti. Uscita cinema giovedì 30 maggio 2013 distribuito da Tucker Film. - MYmonetro 3,09 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Slow Food Story tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Questo documentario è stato presentato al Festival di Berlino 2013, nella sezione "Kulinarisches Kino", dedicata a cinema e cibo.

Slow Food Story è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,09/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,17
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
La parabola di Slow Food: un fenomeno mondiale nato da un'ispirata avventura di provincia.
Recensione di Marianna Cappi
mercoledì 8 maggio 2013
Recensione di Marianna Cappi
mercoledì 8 maggio 2013

Un lider maximo, Carlo Petrini detto Carlìn, e il suo progetto visionario che, assumendo varie forme nel corso del tempo, arriva a rivoluzionare davvero il modo di pensare il rapporto con il cibo e con le materie prime.
Sardo racconta la genesi del movimento internazionale Slow Food mescolando storia e mito. Si principia, non senza ironia, dai genitori di Carlìn, Maria e Giuseppe, e dalla tata Gola: il destino leggendario sembra dunque scritto fin dalla culla, ma il documentario –ed è questo l’aspetto che lo rende più interessante- non pare interessato ad approdare in fretta allo stato attuale e glorioso delle cose (con 150 paesi del mondo coinvolti nel progetto), bensì a ripercorrere soprattutto lo scenario privato e amicale che, tra goliardia e utopia, impegno e savoir faire, ha portato un piccolo gruppo di amici di provincia a capo di un impero.
Con limpida onestà, il regista mette in chiaro che si tratta anche di una storia famiglia, poiché il padre, intervistato, è da sempre un sodale di Petrini, e lo fa con gli strumenti del cinema: proponendo la visione di una serie di home-movies, cosiddetti filmini “di famiglia”, appunto, che ribadiscono il più possibile le origini pure e divertite del progetto e la natura vulcanica e “spettacolare” di Carlìn e soci (Azio Citi in primis). Ecco allora scorrere le immagini scolorite ma vivaci dell’esperimento politico e giovanile di Radio Bra Onde Rosse, di quello sociale (ma già ispirato ad un recupero della tradizione che poi diverrà programmatico) di Canté i'euv, ed ecco, silenziosa, tessersi la narrazione che lega dentro una continuità ideale, ma senza dubbio anche reale, questi primi episodi spontanei a quelli via via più maturi e imprenditoriali dell’Arcigola (1986) e del Salone del Gusto di Torino, fino all’istituzione della prima Università di Scienze Gastronomiche al mondo e all’inserimento di Carlìn tra gli eroi in grado di salvare il mondo secondo la rivista “Time”.
Se la prima parte è indubbiamente la più appassionante, alla seconda, che racconta l’oggi, va il merito di saper restare legata alla narrazione e agli intenti iniziali e di non scivolare mai nell’illustrazione o, peggio, nella promozione. Non si trovano marche, nomi, esibizionismi in surplus: Sardo è conscio che l’oggetto del film, in questo senso, si basta, e preferisce dar spazio ai volti, ai colori, alle parole, tanto a quelle domestiche dell’amica d’infanzia che a quelle ufficiali del principe Carlo d’Inghilterra, in un’altalena tra micro e macro che si conferma essere sia la cifra del film sia il segreto del successo che racconta.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

La story è anzitutto un ritratto di Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, tra il buon cibo e l'agire politico. Il documentario è "la storia di un uomo che ha creduto con lungimiranza e pervicacia nell'investimento locale contro le logiche del consumo globale, difendendo i piccoli produttori e riaprendo... una pulsante vena economica chiusa da tempo. V'è un ottimo filmato pubblicitario prossimo all'agiografia" (G. Sangiorgio), sebbene si limiti soltanto ad accennare fugacemente alle contraddizioni e ai limiti del sistema. La presenza di Dario Fo è quasi inutile, come appare modaiolo il ricorso alle animazioni. Fotografia di Giovanni Giommi. Musica di Valerio Vigliar. Distribuito da Tucker Film.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
SLOW FOOD STORY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 12 giugno 2013
pier71

Questa roba non è nient'altro che un'operazione trista e ruffiana, uno spot che magari fosse un vero spot, no, è subdolo in modo squallido, inutile e a tavolino, racconta una storia che forse interesserà in futuro a qualche pronipote di Petrini. Forse. Anzi, neanche a quello!!! Pura noia supponente.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Può una rivoluzione puntare alla gola senza spargere sangue? Stefano Sardo inquadra il lider maximo del palato: Carlo "Carlìn" Petrini, l'inventore di Slow Food e Terra Madre. Nell'86, fonda nella sua Bra l'associazione gastronomica ArciGola, tre anni dopo lancia a Parigi Slow Food, movimento di resistenza al fast food che oggi annovera 150 paesi, l00mila iscritti e 1300 condotte.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Curioso, anche se un 110' troppo celebrativo, documentario del piemontese Stefano Sardo, che racconta in settantatre minuti la vita e le opere di Carlin Petrini. Nativo, come il regista di Bra, nelle Langhe, è l'inventore di un nuovo modo di concepire il cibo. Lo Slow Food insegna soprattutto il rispetto delle tradizioni culinarie altrui. Impresa quasi disperata per chi, appena è all'estero, corre [...] Vai alla recensione »

Lee Marshall
Condé Nast Traveller

Quando, all'inizio del documentario di Stefano Sardo, ho visto passare una vecchia foto di classe di Carlo "Carlin" Petrini, fondatore e animatore del movimento Slow food, ho temuto di essermi imbattuto in un'agiografia. Ma questo documentario, diretto e montato con bel senso del ritmo, logica narrativa e slancio vitale, è affettuoso, non agiografico.

NEWS
NEWS
giovedì 23 maggio 2013
Chiara Renda

Il documentario di Stefano Sardo Slow Food Story è la storia di una rivoluzione lenta. Una rivoluzione che è nata 25 anni fa per difendere il "diritto al piacere" come Resistenza al fast food, e che oggi è presente in 150 paesi, sotto la bandiera di un [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati