Angel - La vita, il romanzo

Film 2007 | Drammatico 118 min.

Regia di François Ozon. Un film con Romola Garai, Lucy Russell, Michael Fassbender, Sam Neill, Charlotte Rampling. Cast completo Titolo originale: Angel. Genere Drammatico - Gran Bretagna, Belgio, Francia, 2007, durata 118 minuti. Uscita cinema venerdì 5 ottobre 2007 distribuito da Teodora Film. - MYmonetro 3,10 su 54 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Angel - La vita, il romanzo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Ascesa e caduta di una scrittrice inglese del primo Novecento. In Italia al Box Office Angel - La vita, il romanzo ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 294 mila euro e 58,8 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,10/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,22
CONSIGLIATO SÌ
Un film col fascino del passato riletto attraverso lo sguardo lucido di un regista eclettico e sorprendente.
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 17 febbraio 2007
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 17 febbraio 2007

1905. Angel è una ragazza orfana che vive con la madre che gestisce un negozio di drogheria nella Londra operaia. Angel ha una passione: scrivere. I suoi romanzi sono ricchi di colpi di scena e si alimentano di una vita da lei soltanto immaginata. Un giorno riesce a trovare un editore e da quel momento per lei tutto cambia. Ogni suo nuovo libro vende copie su copie e la ricchezza diventa per lei così tangibile da consentirle di comprare la dimora dei suoi sogni "Paradise". La sua però è letteratura popolare così come "popolari" sono i suoi gusti nell'arredare il suo "castello". Tutto procede per il meglio finché non si innamora, ricambiata, di un pittore che vede il mondo esattamente al contrario: grigio e spento. "Angel" è il titolo di un romanzo pubblicato nel 1957 dalla scrittrice inglese Elizabeth Taylor (un puro e semplice caso di omonimia con l'attrice). Un romanzo che Ozon ha letto cinque anni fa e lo ha attratto perché nella protagonista ha rivisto le eroine di tanto cinema degli anni Trenta e Quaranta. Angel è sempre sopra le righe, manca di buon gusto o, meglio, ha dei gusti che piacciono alle masse e non all'aristocrazia. Per lei la vita è un susseguirsi di passioni intense e di note sfavillanti. Ozon si è così trovato di fronte l'occasione per rileggere un cinema che non c'è più. A differenza di Soderbergh non si è però dedicato solo a una ricostruzione filologicamente accurata (che peraltro c'è e che gli appassionati di cinema potranno gustare). Ha anche lavorato sui personaggi spingendo il pubblico a seguirne le pur esplicitamente romanzesche vicende. Questa lettura a doppio livello lo ha spinto a depurare il personaggio della protagonista di buona parte dell'ironia con cui l'autrice del libro la descriveva: "Non è possibile seguire per due ore un personaggio solo ironizzando su di lui" ha affermato. "È importante esserne anche affascinati. Scarlett O'Hara è la protagonista a cui ho pensato. Come dicono gli inglesi 'la ami e la odi allo stesso tempo'". Ne è nato così un film che ha il fascino del passato riletto attraverso lo sguardo lucido di un regista che ci ha abituato ormai a una sorpresa ad ogni film. Per Ozon il gusto della ricerca non ha mai fine e Romola Garai, un nome che sentiremo sempre più spesso, gli offre un importante contributo.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 25 agosto 2013
rita branca

  Angel - la vita, il romanzo, film (2007)  di François Ozon, ispirato all’opera  di E.Taylor e alla figura della scrittrice e poetessa inglese Mary Mackay, in arte  Marie Corelli,  con Romola Garai, Lucy Russell, Sam Neill, Charlotte Rampling, Michael Fassbender. Il film, caratterizzato da bella fotografia e buona recitazione presenta la vita di una popolare [...] Vai alla recensione »

sabato 28 dicembre 2013
THEOPHILUS

ANGEL   Angel – La vita, il romanzo, recita nelle nostre sale il titolo della più recente fatica di François Ozon. Forse eccessivamente didascalico, ma azzeccato, anche perché si possono rimescolare quei termini a dare un differente senso compiuto - “il romanzo della vita” –, cosa del tutto lecita e alla quale, anzi, lo svolgimento del film spinge [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 ottobre 2012
paride86

François Ozon realizza, con "Angel", una pellicola tra il melò e la commedia brillante, riuscendo nell'impresa di raccontare una protagonista originale e sopra le righe, interpretata da un'orrima Romola Garai e da un affascinante Michael Fassbender. Non gli riesce però, nonostante le splendide ambientazioni e le trovate scenografiche, di dare al film un ritmo [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
lunedì 1 ottobre 2007
Tirza Bonifazi Tognazzi

Il film Londra, primi '900. Angel vive sopra il negozio di drogheria gestito dalla madre vedova, ma fantastica di diventare una scrittrice di successo e trasferirsi a Paradise, la casa dei suoi sogni. La sua incredibile immaginazione le permette di scrivere un romanzo che in men che non si dica la porta a realizzare i suoi desideri. Accettata nei circoli aristocratici incontra Esmé, un giovane pittore senza talento che ama segretamente da anni e che sposa nel tentativo di realizzarsi anche come donna.

Frasi
A me non interessa quello che è male, ma quello che è bello.
Angel (Romola Garai)
dal film Angel - La vita, il romanzo - a cura di Licia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Cristina Piccino
Il Manifesto

Regista molto «corteggiato» dalle attrici, pensiamo a Ludivine Saigner, Charlotte Rampling, sua musa prediletta, al folto gruppo di stelle che popolava Otto donne, da Isabelle Huppert a Fanny Ardant, François Ozon, esordi da «ragazzo prodigio» del cinema d'oltralpe, è un cineasta assiduo ( un film all'anno) con predilizione dichiarata per il femminile.

Davide Turrini
Liberazione

Suggeriamo subito agli irritabili puristi della verità attraverso lo schermo, che di realismo nell'ultimo film di Ozon non ce n'è per nulla. Dopo dosi di minimalismo spinto da 5x2 a Sotto la sabbia , passando per Il tempo che resta , il regista francese dà spazio alla propria personale memoria di amante del melò: falsificazione del reale, fiammeggiare di sentimenti e cromatismi, fantasia pulsionale [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Revival del melodramma fiammeggiante, cioé spinto e spudorato com'era consuetudine tra gli anni Trenta e i Cinquanta, Angel è un film da amare. O da odiare se le suddette referenze dovessero costituire un'aggravante. Il primo film girato in inglese dal raffinato Francois Ozon sceglie, in effetti, di spingere il pedale senza remore sull'epopea della scrittrice «per servette» Angel Deverell, eroina di [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Marie Corelli era una bestsellerista di fine Ottocento. Vendeva come e più di Charles Dickens, chi non poteva permettersi di spendere prendeva i suoi libri a prestito, era conosciuta alla corte della regina Vittoria e nei sottotetti abitati dalle servette. Né l'una né le altre si perdevano uno dei suoi romanzi, dai titoli irresistibili come "The Sorrows of Satan".

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Può trascorrere infatti con agiati equilibri dalle tutte sospese e interiori ricerche psicologiche di "Sotto la sabbia" alla solarità festosa di una commedia interamente al femminile come "8 donne e un mistero". Oggi osa addirittura affrontare il melodramma. Con meditato e meritato successo. Lo spunto se l'è fatto suggerire da un romanzo inglese costruito sul personaggio non sempre simpatico di una [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Pare che persino Vanessa Redgrave, attrice sublime e certamente non incolta, sentendo parlare dei libri di Elisabeth Taylor l'abbia scambiata per la celebre diva esclamando: «Non sapevo che scrivesse». Un disguido comprensibile visto che la Taylor di cui parliamo (1912-1975), assurta a buona fama nel dopoguerra, è attualmente una scrittrice di nicchia.

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Ascesa e caduta di una protostar che viene dal popolo e scrive per il popolo. Ma scalando le classifiche dei bestseller diventerà un'altra. Una diva capricciosa e infelice. Una femminista ante litteram (siamo nell'Inghilterra primo '900) dalla vita eccessiva e fastosa. Una donna corteggiata per il suo successo ma disprezzata per le sue origini, sempre coccolata e mai veramente amata.

Alberto Crespi
L'Unità

Il cinema a volte è bizzarro: esce Angel, film diretto da un francese (François Ozon) ma inglese nell'anima e nel midollo, e il paragone con Espiazione - inglesissimo film che è nelle sale da un paio di settimane - è inevitabile e imbarazzante. Diciamolo subito: l'imbarazzo è tutto di Espiazione, perché Angel lo batte 10 a 0, grazie a una freschezza e a un'originalità di regia davvero sorprendenti. [...] Vai alla recensione »

Monica Capuani
L'Espresso

Ancora una volta François Ozon, il regista francese più talentuoso del momento, racconta una protagonista femminile. Una scrittrice bella, eccentrica e malata di onnipotenza che ricorda l'eroina di Ma coi vento» e landa nel firmamento delle star la giovane Romola Garai. UN SORRISO smagliante, di quelli che allungano gli occhi e illuminano il viso contagiando l'interlocutore.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Per quanto difficile sia catalogare il francese François Ozon, regista che ha esercitato il proprio talento in film molto diversi, gli si può riconoscere un'inclinazione ricorrente per il melodramma. Con Angel - La vita, il romanzo Ozon ne ha voluto celebrare l'apoteosi, spostandosi nello spazio e nel tempo per mettere in scena un mélo "fiammeggiante".

Lietta Tornabuoni
La Stampa

C'è qualcosa nell'Italia che tira fuori tutta la volgarità delle persone. È così banale... Battuta esemplare, in Angel di François Ozon, della protagonista: ragazzina inglese arrogante e ribelle che odia la propria nascita modesta, disprezza la madre proprietaria di una drogheria, inventa bugie sul padre morto, scrive appassionati romanzi d'amore. Nella sua biografia immaginaria di mitomane, tratta [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

François Ozon e un regista cinefilo. Prima della nouvelle vague avrebbe fatto il critico. I suoi film si cibano di altri film, dl altre memorie, dl altre emozioni. L'ennesima conferma arriva da Angel, gioco sul melodramma di intatta bellezza. In una tranquilla cittadina inglese dei primi del Novecento, la giovane Angel Deverell sogna una vita diversa.

Lorenzo Buccella
L'Unità

I clichè da collocazione in coda al festival lo impone. E quindi, ultimo ma non ultimo, ecco la nuova Angel di François Ozon che, prendendo il rimbalzo dall'omonimo romanza di Elisabeth Taylor, sbatte le sue ali scenografiche sui titoli finali della Berlinale targata 2007. Ed è un volo dichiaratamente melodrammatico che apre il cielo attraverso una doppia spedizione nel passato.

Salvatore Trapani
Il Giornale

Polpettone estetizzante, Angel di François Ozon, riunisce stucchevolezze che il regista francese ha già sparso nei suoi film. Questo, fuori concorso a Berlino, racconta di un'adolescente (Romola Garai), brava a sognare e a scrivere, che aspira al mondo edulcorato dei suoi racconti; dunque ne invia uno a un editore (Sam Neill). Da sconosciuta a romanziera, il passo sarà breve, ma brevi saranno anche [...] Vai alla recensione »

NEWS
RUBRICHE
venerdì 5 ottobre 2007
Piervittorio Vitori

Il purgatorio di George, l'inferno di Kevin Ritorna il divo Usa più gettonato del decennio: dopo la passerella veneziana, George Clooney e il suo Michael Clayton sbarcano anche nelle nostre sale. Nella parte di un ex pubblico ministero ridottosi, per [...]

RUBRICHE
mercoledì 12 settembre 2007
Piervittorio Vitori

Il calendario cinematografico entra nel vivo dell'autunno, e la nuova stagione si presenta con tre pellicole che, in maniera diversa, proseguono discorsi già iniziati con altri titoli. Non è un sequel ma l'altra faccia della medaglia Grindhouse il Planet [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati