Messaggero d'amore

Film 1970 | Drammatico 110 min.

Titolo originaleThe Go-Between
Anno1970
GenereDrammatico
ProduzioneGran Bretagna
Durata110 minuti
Regia diJoseph Losey
AttoriJulie Christie, Margaret Leighton, Alan Bates, Michael Redgrave .
TagDa vedere 1970
MYmonetro 4,17 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Joseph Losey. Un film Da vedere 1970 con Julie Christie, Margaret Leighton, Alan Bates, Michael Redgrave. Titolo originale: The Go-Between. Genere Drammatico - Gran Bretagna, 1970, durata 110 minuti. - MYmonetro 4,17 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Messaggero d'amore tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Nell'Inghilterra d'inizio Novecento, l'adolescente Leo viene invitato da Marcus Maudsley, a trascorrere l'estate presso la villa di famiglia. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, Il film è stato premiato al Festival di Cannes,

Consigliato assolutamente sì!
4,17/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,67
CONSIGLIATO SÌ
L'amore e le sue regole.

Primi anni del '900. Ospite di una ricca famiglia in una villa inglese, un ragazzino di modeste origini, Leo, si affeziona a Marian, una bella donna che è l'unica a trattarlo con affetto. Marian è fidanzata a un suo pari, però ha una appassionata relazione con Ted, il fattore. Marian affida a Leo le lettere da portare in gran segreto a Ted: un segreto che pesa, anche perché il ragazzino nutre per la donna un sentimento vicino all'amore. Il segreto viene scoperto, lo scandalo è grande, Ted si uccide. Divenuto adulto, Leo riceve ancora una volta da Marian l'incarico di portare un messaggio: dovrà far capire al nipote discendente dall'unione di Ted e Marian che l'amore non va soffocato.

Recensione di Stefano Lo Verme

Inghilterra, inizi del Novecento. Leo Colston è un ragazzo di quasi tredici anni, invitato a trascorrere l'estate presso la famiglia del suo compagno di scuola Marcus Maudsley, in una residenza aristocratica nel Norfolk. Durante il suo soggiorno, Leo si affeziona alla sorella maggiore di Marcus, la bella Marian, dalla quale riceve l'incarico di effettuare degli scambi di lettere fra lei ed il fattore Ted Burgess.
"Il passato è un paese straniero", recita all'inizio del film la voce narrante del protagonista, nel momento in cui si accinge a rievocare gli eventi di un'estate di tanti anni prima: un'estate che segnerà per sempre l'esistenza del piccolo Leo e di una coppia di giovani innamorati. Messaggero d'amore, tratto dal romanzo L'età incerta di L.P. Hartley, è la terza collaborazione (dopo Il servo e L'incidente) fra il regista americano Joseph Losey ed il grande drammaturgo Harold Pinter, autore della sceneggiatura di questa splendida pellicola consacrata come uno dei capolavori del cinema inglese. Vincitore della Palma d'Oro come miglior film al Festival di Cannes del 1971, Messaggero d'amore è un raffinato dramma in costume ambientato nella campagna del Norfolk agli inizi del Novecento, e ricostruito tramite un lungo flashback.
Personaggio principale del film è Leo Colston (Dominic Guard da adolescente, Michael Redgrave da adulto), che a distanza di mezzo secolo rivive nella propria memoria l'estate trascorsa alla magione della nobile famiglia Maudsley, ospite del compagno di scuola Marcus (Richard Gibson). Ma mentre il suo amico è a letto malato, Leo assume quasi per caso il ruolo di intermediario fra Marian (Julie Christie), la sorella maggiore di Marcus, e Ted Burgess (Alan Bates), un aitante fattore che abita poco lontano dalla tenuta dei Maudsley. L'inconfessabile rapporto fra Marian e Ted, nato al di là delle barriere di classe, è raccontato interamente attraverso lo sguardo timido ed ingenuo di un ragazzo di tredici anni, appena entrato nella fase della pubertà ed alle prese con i primi, inconsapevoli turbamenti sessuali. La cronaca di questo amore segreto, che Leo finisce ben presto per intuire mentre fa da corriere fra i due amanti, diventa emblematica della perdita dell'innocenza e dell'educazione sentimentale del ragazzo. Come sempre, nei film di Losey, non manca neppure una tagliente analisi delle relazioni fra i differenti ceti sociali: le sottili tensioni (emotive ed erotiche) dei protagonisti, represse dietro l'inappuntabile formalismo dell'Inghilterra edoardiana, si scontreranno con le spietate regole di una società chiusa e classista, sfociando in un esito venato di tragedia. In questo senso, la sceneggiatura di Pinter riesce a fondere in maniera ammirevole i due piani della storia (quello psicologico e quello sociale), spingendo lo spettatore ad identificarsi con la figura di Leo: un ragazzino di umile estrazione, ammesso con artificiosa benevolenza nel mondo dei ricchi (anche se solo per un'estate), che si trova a prendere parte ad un gioco fra adulti in cui si intrecciano il fascino del proibito ed un oscuro senso di colpa.
L'eleganza della messinscena ed il taglio classico della regia di Losey sono perfettamente funzionali alle esigenze della trama, inclusa la rappresentazione degli immutabili riti dell'aristocrazia inglese: l'ora del tè, il pranzo, le cerimonie religiose e le partite di cricket. Impeccabile il cast, con una magnifica Julie Christie nella parte di Marian ed un'eccellente Margaret Leighton in quella della signora Maudsley, ma meritano una lode pure la suggestiva fotografia di Gerry Fusher e la bellissima colonna sonora composta da Michel Legrand.

Sei d'accordo con Stefano Lo Verme?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dal romanzo di L.P. Hartley L'età incerta (1953): ospite di un aristocratico compagno di scuola in un castello del Norfolk il tredicenne Leo fa l'intermediario ( The Go-Between ) tra due innamorati segreti (la sorella del suo amico e un fattore), ma è anche il tramite tra due classi, due concezioni di vita. 3° film del sodalizio tra Losey e Harold Pinter, e il più complesso. Arriva alla semplicità attraverso l'artificio più raffinato. Illustra a meraviglia la frase iniziale: "Il passato è un paese straniero". Dunque, da conquistare. Fotografia: Gerry Fisher. Palma d'oro a Cannes.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 30 gennaio 2014
Fabal

Il piccolo Leo, prossimo ai tredici anni, trascorre l'estate nella residenza estiva del compagno Marcus, la cui famiglia è aristocratica. Da subito il ragazzino instaura un rapporto speciale con la sorella maggiore di Marcus, la diciottenne Marian. In gran segreto, una volta ottenuta la fiducia di Leo, la ragazza lo incarica di consegnare delle lettere a Ted, lo stalliere della tenuta.

sabato 7 marzo 2015
il befe

bello

venerdì 5 aprile 2013
patti10

Uno dei miei preferiti in assoluto per atmosfera poesia psicologie. Tutto e' perfetto:regia sceneggiatura recitazione etc et c'è poi una malinconia di fondo esistenziale struggente proprio perche trattenuta. Magnifico ma non per tutti i palati.

Frasi
Mio caro Leo [...] non si può pretendere di essere sempre felici, no?
Marian (Julie Christie)
dal film Messaggero d'amore - a cura di Fra
winner
gran premio al miglior film
Festival di Cannes
1971
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati