La voglia matta

Film 1962 | Commedia 105 min.

Regia di Luciano Salce. Un film Da vedere 1962 con Ugo Tognazzi, Catherine Spaak, Gianni Garko, Franco Giacobini, Luciano Salce, Fabrizio Capucci. Cast completo Genere Commedia - Italia, 1962, durata 105 minuti. - MYmonetro 3,63 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La voglia matta tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Consigliato assolutamente sì!
3,63/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA
PUBBLICO 3,27
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Premi
Cinema
Trailer

Un industriale milanese quarantenne, mentre sta recandosi a visitare il figlio in collegio, si imbatte in un gruppo di studenti diretti al mare. L'industriale accetta di accompagnarli e di trascorrere con loro il week-end. Messo alla berlina con una serie di scherzi, si invaghisce di una ragazzina che per qualche momento lo fa illudere di essere di nuovo ventenne. Ma, terminata la giornata festiva, la ragazzina se ne va coi suoi compagni e l'industriale deve rendersi conto che indietro non si torna.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dal racconto Una ragazza di nome Francesca di Enrico La Stella. Ritratto di industrialotto milanese egoista e soddisfatto che viene, suo malgrado, educato dal confronto con una esponente della generazione giovane. Con Il federale è il miglior film di Salce anche se qua e là è un po' manierato. Bellissima prova di Tognazzi che a 40 anni sale sull'autobus della commedia di costume (e di strada) insieme a Sordi, Gassman, Manfredi. Ebbe noie con la censura. Battuta famosa: "Mai mettere la donna sul piano sentimentale... sempre sul piano orizzontale".

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 13 maggio 2017
matteo bettini 15 gennaio

Un ingegnere quarantenne ("Ho trentanove anni, prego!", tende a chiarire ogni qualvolta se ne presenta l'occasione l'Ignegnere in questione, Antonio Berlinghieri, interpretato da un formidabile Tognazzi, protagonista maschile de "La Voglia Matta"; la protagonista femminile, invece, è Catherine Spaak: Salce, il regista della pellicola, vide su una rivista la foto della [...] Vai alla recensione »

martedì 12 giugno 2018
Parsifal

LA VOGLIA MATTA Tratto dal racconto pruriginoso di Stella “ Una ragazza di nome Francesca” di cui lo stesso Salce curerà la sceneggiatura , oltre Ovviamente alla regia, il film è una commedia agro-dolce Sulla crisi di mezza età e l ‘ incomunicabilità  tra generazioni Differenti, ovviamente negli anni ’60, quelli del Boom economico.

martedì 12 giugno 2018
Parsifal

Tratto dal racconto pruriginoso di Stella “ Una ragazza di nome Francesca” di cui lo stesso Salce curerà la sceneggiatura , oltre Ovviamente alla regia, il film è una commedia agro-dolce Sulla crisi di mezza età e l ‘ incomunicabilità  tra generazioni Differenti, ovviamente negli anni ’60, quelli del Boom economico.

mercoledì 9 settembre 2015
Barolo

Ottimo film di Salce che disegna un personaggio autentico,interpretato da un grande Tognazzi.E' un borghese benestante,perbenista, ipocrita,meschino, egoista,alle prese con il più tipico e più frequente caso che capita alle persone di mezza età,invaghirsi di un'adolescente e per questo diventare lo zimbello di un gruppo di giovani.

mercoledì 5 marzo 2014
gianleo67

Industriale nel campo dei laminati plastici, separato dalla moglie e con una vita sentimentale da gaudente libertino, si lascia irretire da una maliziosa ed avvenente sedicenne incontrata, insieme alla folta comitiva di amici di lei, durante il viaggio in auto per recarsi in visita al figlio, allievo in un collegio di suore. Passerà una giornata movimentata in una baita al mare circondato da [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 luglio 2014
giorgio76

Pubblicato su "Informarezzo" del 13/07/2014 (sito web: www.informarezzo.com) Estate; anche quest’ anno è estate. E i ragazzi, in costume, sempre uguali: gli stessi corpi, le stesse facce, oggi, cinquant’anni fa, sempre. Alti/magri, Smutandati/in pantaloncini, in Bikini/Costume intero, Piccoli/Tondi, Procaci/Secche, racchie/belle … Sempre la stessa estate, sempre [...] Vai alla recensione »

mercoledì 11 settembre 2013
toty bottalla

L'epoca dell'italia bigotta e ipocrita che nasconde la polvere sotto il tappeto per poi trovarsela sotto al naso, film necessario perchè marca tempi e situazioni che andavano immortalate, grande tognazzi, un confetto la spaak. Saluti.

venerdì 28 febbraio 2020
flaneur

Si può arrivare al 2020 e non aver visto La Voglia Matta. Ma se ne è sentito parlare tanto, citata come rappresentazione ispirata e corrosiva di certo malessere dei 40 anni (di allora) verso la freschezza dei 20 o meno. Poi lo si va a vedere, finalmente. E si può restare delusi, privati del mito promesso. Frattanto è subito repertorio: di vanterie omistiche del quaratenne [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 novembre 2011
Silvio Pammelati

La cosa triste è il figlio che viene delegato a strutture diurne essendo affidato al genitore indisponibile tra i due. Lasciato all'altro avrebbe vissuto una vita migliore potendo godere della presenza del genitore disponibile.

martedì 25 ottobre 2011
Silvio Pammelati

La storia è nota.  La cosa che colpisce è il destino del figlio del protagonista. Ovvero l'essere delegato ad altri perchè affidato ad un genitore che ha poca disponibilità nei suoi confronti, anzichè all'altro.

martedì 25 gennaio 2011
TheMichTemp

domenica 13 dicembre 2009
McMurphyVsRatched

Esordisco scrivendo che Ugo Tognazzi è, a mio parere, uno degli interpreti migliori del cinema italiano. Inoltre i film al quale ha partecipato sono nella stragrande maggioranza ottimi. "La Voglia matta" fà sicuramente parte di questa serie. Quel che non mi è andato giu è il fatto che il figlio piccolo interpretato da Franco Giacobini era lasciato in collegio.

giovedì 17 dicembre 2009
Giorgio

Sicuramente il miglior film diretto da Luciano Salce..La Spaak è bellissima...io ne ero innamorato (Avevo 13 anni...)l'atmosfera che si respira in questo film dà l'idea di che cosa fossero quegli anni '60: Insieme al Sorpasso i due migliori films di quel periodo. In fondo due road movie...Grandi...!!

Frasi
Quando ridi dimostri dieci anni di meno.
Quanti?
Una quarantina.
Beh, quando sto serio…
No, quando ridi.
Ne ho trentanove.
Dialogo tra Antonio Berlinghieri (Ugo Tognazzi) - Francesca (Catherine Spaak)
dal film La voglia matta
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Un quarantenne dinamico, autorevole, sicuro di sé, capita per caso in mezzo a un gruppo di sedicenni in vacanza. L’età, la strada fatta, la riuscita nella vita, lo inducono ad assumere subito un atteggiamento protettore, di chi la sa lunga, di chi ha sempre la meglio, ma presto il suo tono cambia perché quei sedicenni non solo non si fanno intimidire dalla sua disinvoltura di società, ma non tardano [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati