Quarto potere

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Quarto potere   Dvd Quarto potere   Blu-Ray Quarto potere  
Un film di Orson Welles. Con Everett Sloane, Paul Stewart, Joseph Cotten, Alan Ladd, Agnes Moorehead.
continua»
Titolo originale Citizen Kane. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 120 min. - USA 1941. MYMONETRO Quarto potere * * * * 1/2 valutazione media: 4,79 su 64 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
giulio andreetta lunedý 1 marzo 2021
kane (anti?)-eroe di orson welles Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

"Susan: Non sai che vuol dire, presentarsi in scena e sentire che il pubblico non ti vuole.
Charles: Quando si lotta è sempre così. Va bene, non affronterai più il pubblico. Peggio per loro!"
Vi è forse qualcosa di autobiografico in questo mastodontico scambio di battute tra Kane e la moglie, e forse lo stesso regista Orson Welles aveva, in qualche caso, avvertito il peso di essere un artista.  E tuttavia in questa citazione è anche presente una concezione antagonistica ed eroica della propria esistenza, della propria 'missione nel mondo', che proietta lo stesso Kane-Welles in una dimensione epica, mitica. [+]

[+] lascia un commento a giulio andreetta »
d'accordo?
carloalberto venerdý 22 maggio 2020
estetizzante Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 Occorre un’iniziale presa d’atto. Ovvero, premesso che è considerato uno dei capolavori della cinematografia mondiale di tutti i tempi, che stilisticamente è creativo ed innovativo, che la fotografia, con la nitida risoluzione del bianco e nero, mette in risalto la tetra scenografia del castello, che Welles è già a 25 anni uno straordinario interprete, nonché regista e sceneggiatore eccellente e finanche coproduttore, il film non mi ha coinvolto empaticamente e non dico che mi abbia annoiato ma neanche mi ha entusiasmato. A metà strada tra la biografia di un ricco magnate inizi novecento e autobiografia, tra documentario-cinegiornale, che pure contiene come riferimento, e drammone psicologico, rimane un prodotto esteticamente perfetto, destinato probabilmente alla critica dei cinefili di professione che amano indugiare sull’inquadratura particolare o sull’uso di grandangoli, ma non comunica altro che banalità e cioè che la stampa influenza l’opinione pubblica e che i soldi non fanno la felicità. [+]

[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
parsifal mercoledý 26 febbraio 2020
ascesa, declino e menzogne Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Film concepito, scritto , diretto ed interpretato da Orson Welles, che alla giovanissima età di 26 anni dimostrò pienamente le sue doti di autore, interprete e regista. Impresa decisamente ambiziosa, non certo priva di ostacoli ( il film venne boicottato da più parti) , liberamente ispirato alla biografia di W. hearst, con evidenti analogie, inerenti al suo vissuto, narra dell'ascesa inarrestabile di un giovane , privo di limiti nella sua ambizione nel raggiungere il successo in campo editoriale e giornalistico. Il protagonista, in tenera età ,venne affidato ad un banchiere, il cui compito era quello di amministrare la sua fortuna econominica, ( un cospicua eredità) e contemporaneamente , instradarlo alla vita. [+]

[+] lascia un commento a parsifal »
d'accordo?
diskol88 martedý 25 febbraio 2020
l'ignoranza oltre l'apparenza, noto film. Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

se vogliamo denominarlo capolavoro non lo possiamo
fare in 5 parole o 6 sarebbe ingrato, ci sembra possibile
attraverso una più articoltata disamina degna della fama del film,
descrivente la stampa e il giornalismo, tramite il top delle
riflessione possibile, film del 1941 e la cui purtroppo
ignoranza nel non trattare al meglio l'argomento
ci sembra riscontrabile ancora adesso,
nelle pieghe della storia e del film, il
parlare di cose frivole per pubblicità, il non essere progrediti
coi bianchi e neri nelle colonne e titoli, spesso senza colori,
ci mostra questo quarto potere, tanto chiaro quanto
occulto con misteriose tinte che sembrano riportarci al
senso di colpa anche negli anni della
seconda guerra mondiale, per non essersi accorti indaffarati allo
pseudosapere del narrare, dell'evento del
nazismo, non conoscerlo e non saperne gran chè, il non sapere,
l'ignoranza dunque, dovuta al fattore numerico, perchissà
qual motivo, parlando tante volte di minuti e milioni, con
quelle colonnine e titoli; e tutte quelle domande, senza sapere un bel
niente di niente di qualche secolare
ormai dinosaurico quiz televisivo, sembrano così
tali riflessioni riportare al film e al periodo del film, il
1941, e dal quale pare non si siano mai evoluti. [+]

[+] lascia un commento a diskol88 »
d'accordo?
efrem sabato 21 dicembre 2019
recensione di una pietra miliare Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Il primo film di Orson Welles Ŕ una raccolta di invenzioni tecniche, visive, narrative che portano avanti il cinema e non solo in un punto di arrivo che segna quasi la fine. Nel raccontare la storia di Kane, Welles ci mette la sua visione su come le cose stanno. Insomma, un'opera definitiva.

[+] lascia un commento a efrem »
d'accordo?
fabio martedý 19 febbraio 2019
un classico del cinema di tutti i tempi Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Da vedere pensando che è del 1941. Andiamo per gli ottanta, eppure non si avverte minimamente. Segno che ci troviamo di fronte a un lavoro che tocca corde universali.

[+] lascia un commento a fabio »
d'accordo?
rongiu mercoledý 15 agosto 2018
"rosebud" Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
100%

 “Rosebud”
 
Profondo e comprensibile; paradossale e straordinario; così profondo da sollecitare partecipazione ed attenzione; da “sentire” ed “ancorare” nella propria mente. Insomma…“No perditempo! Solo per palati fini!”  E’ un prodigio del cinema nato dalla mente di un regista ai suoi esordi; uno scrittore impassibile ma diligente; un cineasta originale, innovativo, ed una compagine di attori teatrali e radiofonici della New York inizio anni  ’40 che, ricevute le chiavi di uno studio ne hanno preso il totale controllo. Ed ecco il capolavoro.

Ci sono le colline, le montagne e poi le Vette. [+]

[+] lascia un commento a rongiu »
d'accordo?
dandy domenica 1 aprile 2018
quarto potere-settima arte. Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Il primo lungometraggio dell'allora 25enne regista(che produce e sceneggia)è un'opera del tutto simile al suo protagonista interprete:magniloquente e tracotante,visivamente ammaliante,magnificamente superba.L'incarnazione stessa del sogno americano,dall'ascesa al decadimento come unica fine possibile.Una struttura narrativa a puzzle(emblematicamente mostrato in una scena)dove 6 flashback mostrano da diversi punti di vista lo stesso soggetto,per inseguire una verità agognata e negata fino alla fine.Una perizia tecnica inarrivabile,con la telecamera che diviene una presenza a se stante.Una totale reinvenzione del cinema delle origini(grandiosa fotografia di Gregg Toland)e una profondità visiva eccellente,ottenuta grazie a nuovi obbiettivi e nuovi sistemi di illuminazione. [+]

[+] lascia un commento a dandy »
d'accordo?
step666 giovedý 29 dicembre 2016
un film che vale 6 stelle su 5 Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Come ha detto qualcuno, 5 stelle non bastano.

Capolavoro assoluto e uno dei film con una perfezione tecnica spaventosa,un film rivoluzionario per tecniche e quant'altro, oltretutto nel 1941 la tecnologia era quel che era!
Un opera d'arte in cui la mano di Welles si vede lontano un miglio,un Welles che dimostra di non essere inferiore a nessuno nell'avere  padronanza del mezzo: inquadrature basse per dar risalto a scene come lo scontro tra kane e leland, piani sequenza, long take, panoramiche a schiaffo che danno velocità e ritmo alle scene in un susseguirsi di ellissi temporali che però non confondono mai lo spettatore, memorabili le scene con grandi profondità di campo che Welles e Toland riuscirono a dare a questo autentico capolavoro artistico cinematografico che racconta la vita di un magnate alle prese con la brama di potere. [+]

[+] lascia un commento a step666 »
d'accordo?
venerdý 5 agosto 2016
il migliore Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

5 stelle non bastano

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 »
Quarto potere | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | ziogiafo
  2░ | giuseppe th. dreyer
  3░ | nico
  4░ | rescart
  5░ | marvelman
  6░ | parsifal
  7░ | shiningeyes
  8░ | step666
  9░ | rampante
10░ | gabrigilli1997
11░ | tomdoniphon
12░ | leonardo96
13░ | rampante
14░ | simone spitaleri
15░ | giulio andreetta
16░ | dandy
17░ | luca scial˛
18░ | great steven
19░ | tonyruggiero
20░ | tiamaster
21░ | ctizen k
22░ | rongiu
23░ | dario
24░ | nick castle
25░ | paride86
Rassegna stampa
Adelio Ferrero
Premio Oscar (15)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
venerdý 26 febbraio
La tristezza ha il sonno leggero
domenica 21 febbraio
The Night Manager
giovedý 18 febbraio
The Good Fight
venerdý 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità