Dogman

Un film di Matteo Garrone. Con Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Nunzia Schiano, Adamo Dionisi, Francesco Acquaroli.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Italia 2018. - 01 Distribution uscita giovedì 17 maggio 2018. MYMONETRO Dogman * * * * - valutazione media: 4,16 su 41 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
maopar mercoledì 23 maggio 2018
vita da cani... Valutazione 5 stelle su cinque
62%
No
38%

 
VITA da CANI
  Non mi riferisco  ai  cani.. gli amici dell’uomo.. che nel Film  sono  amati  seguiti  con
premurose  attenzioni dai proprietari e  che trovano in Marcello una comprensione totale …
che con la sua esclamazione  “AMORE” accoglie e accudisce…  Ma alla  vita  di branco dove il
più  forte prende il sopravvento. [+]

[+] il film è un capolavoro (di francesca)
[+] lascia un commento a maopar »
d'accordo?
carloalberto sabato 19 maggio 2018
garrone, l'omero contemporaneo Valutazione 5 stelle su cinque
64%
No
36%

 Quello di Garrone è un cinema tridimensionale, dove i personaggi prendono corpo e saltano fuori dallo schermo per accompagnarti fino a casa, lasciandoti addosso un’angoscia straziante, come in Gomorra e in Reality, sono più veri degli uomini della cronaca cui si ispirano, perché hanno il carattere dell’universalità. La cronaca muore ogni giorno, la poesia resta. Chi ricorda la vita degli abitanti di Troia o di Itaca? Priamo ed Ulisse, invece, sono qui presenti dopo migliaia di anni. Garrone, l’Omero contemporaneo, sta scrivendo la mitologia dei nostri giorni. Renderà immortali il senso di vuoto e la disperazione di un popolo senza identità costretto nella periferia del mondo a rincorrere sogni impossibili di riscatto sociale mediante strumenti che lo porteranno alla rovina. [+]

[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
dariobottos sabato 4 agosto 2018
homo homini canis Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Il cane è il compagno fedele del suo padrone, anche se questo lo maltratta. Il cane ha bisogno del suo padrone capobranco. Il cane, anche se piccolo, anche se ridotto dalla selezione ad un animale buffo,  può rivelare la sua antica natura di lupo che ringhia ed azzanna... per poi cercare di nuovo un padrone, o un branco accogliente.
Marcello è un uomo-cane ("dogman"), Marcello ha bisogno della benevolenza del branco (la degradata comunità in cui vive e lavora con la toelettatura per cani), ha bisogno di un capobranco (il violento e drogato Simone, con cui ha un rapporto simbiotico di complementarietà). Il dolce e fragile Marcello si eleva sopra i suoi abbrutiti paesani perchè cerca amore (dalla figlia Sofia, mentre la madre - separata? -  lo ignora), benevolenza e amicizia o almeno non-ostilità (dal gruppo), sudditanza al limite del masochismo (dall'ex pugile Simone, bullo che taglieggia quel quartiere di una improbabile e allucinata periferia rugginosa e decrepita in riva al mare). [+]

[+] lascia un commento a dariobottos »
d'accordo?
mauridal giovedì 7 giugno 2018
marcello ! come here , Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 

 

DOGMAN  un film di Matteo Garrone ITALIA.  2018 

 

 

Marcello ! ,ammooree ,come here ,avrebbe urlato la splendida Anita nella fontana di Trevi al povero protagonista, che dopo una mutazione genetica diventa da Mastroianni a  Fonte e la fontana una pozzanghera in una landa desolata . [+]

[+] lascia un commento a mauridal »
d'accordo?
loland10 domenica 27 maggio 2018
cani e (eco)mostri Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

Dogman” (2018) è il nono lungometraggio del regista romano Matteo Garrone.
            Siamo nell’estrema periferia, luogo adibito ad un set già conosciuto, verso il litorale scarno, oscuro, tetro e assolutamente grigio in tutto del ‘Coppola’ (ecomostro e non solo). Tra un notturno e un bluastro offuscato, tra una piazza avvilente e dei visi scolpiti, tra un mesto servizio e una recondita vita senza speranza. In una metastasi completa il gioco si svolge ristretto tra un negozio di toilette per cani (‘dogman’ appunto), una trattoria (spoglia in tutto), un Compro oro (piatto e lugubre) e una disco-slote (addobbata a zero). [+]

[+] lascia un commento a loland10 »
d'accordo?
raysugark martedì 12 giugno 2018
dogman Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Il delitto del Canaro ha particolarmente sconvolto le persone per quanto il delitto fosse così macabro, che nessuno si è aspettato che qualcuno potesse riuscire a compiere atti così orribili. Il regista Matteo Garrone si è interessato a sviluppare un film sul delitto, ma ci sono voluti anni a completare la sceneggiatura. Per quanto fosse difficile a completare la sceneggiatura, ci sono stati molti cambiamenti negli anni a venire. Alla fine il regista è riuscito a trovare la sceneggiatura giusta, anche grazie all’aiuto di un’ottimo cast e crew. Infatti il nuovo progetto di Matteo Garrone è propriamente Dogman, che si ispira al delitto del Canaro, con Marcello Fonte ed Edoardo Pesce. La pellicola si incentra su Marcello un uomo mite che ama sua figlia, amando anche i cani che accudisce nel suo negozio di toelettatura Dogman. [+]

[+] lascia un commento a raysugark »
d'accordo?
francesca venerdì 8 giugno 2018
film impeccabile che dovrebbe fare riflettere la nostra classe dirigente.
100%
No
0%

Perché abbiamo ancora questa piaga in Italia che non accenna a regredire? La malavita di oggi è molto peggio è molto più pericolosa di quella del secolo scorso. Non c’è dubbio.
L’analisi di Paola Casella nella conclusione della sua recensione è perfetta “ Garrone riesce nel miracolo di costruire una narrazione disperante disintossicandola dalla volgarità dei talk show, e restituendo dignità ferita a tutti personaggi.”
Film inquietante, ma assolutamente da vedere.

[+] lascia un commento a francesca »
d'accordo?
andrea damiani martedì 22 maggio 2018
il disumano e il nulla di andrea damiani
67%
No
33%

Matteo Garrone si ispira ad una ben nota vicenda di cronaca nera per realizzare una pellicola dai tratti fortemente drammatici, dove però trovano spazio anche i sentimenti, sebbene imprigionati all'interno di una realtà sostanzialmente misera e degradata.
Marcellino e Simone sono, rispettivamente, il protagonista e l'antagonista della storia: il primo è mite, benevolo, ben accetto da tutti; il secondo, invece, a causa dei suoi continui eccessi, degli abusi e delle prepotenze è diventato un problema anche per gli abitanti di un quartiere degradato come quello in cui la vicenda si svolge. Entrambi sono cocainomani, integrati nel mondo della piccola criminalità, fatta di furti, rapine e spaccio ; ma mentre per Simone l'alienazione è oramai totale, tanto che non è più capace di relazione alcuna con il prossimo, Marcello è invece capace di sentimenti profondi, rivolti in primo luogo alla sua figlioletta e, ovviamente, agli animali con cui lavora (è, come si evince dal titolo del film, una sorta di dogsitter). [+]

[+] lascia un commento a andrea damiani »
d'accordo?
ralphscott venerdì 3 agosto 2018
x tutti i buoni,sensibili nati nel posto sbagliato Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

I personaggi di Marcello Fonte ed Edoardo Pesce saranno indimenticati,cesellati da una penna in stato di grazia. La messa in scena ha momenti di alta poesia,laddove Marcello vive in simbiosi con le sue creature (dirò una banalità,ma penso che la visione abbia un valore aggiunto per i cinofili) e Simone con l'amata moto. Le sue scorribande lungo la spiaggia fanno un po' rabbia,ma quanta tenerezza! Il rapporto con la madre è shoccante,commovente. Già solo considerando la visione degli sfondi dove la pellicola è girata,vale la pena di esser vista,per (cercare di) capire. Un capolavoro,o quasi. 

[+] lascia un commento a ralphscott »
d'accordo?
cardclau sabato 16 giugno 2018
che fatica la consapevolezza! Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Il film inizia in modo "incoraggiante" (ma forse, senza tanti giri di parole, si potrebbe dire in modo piuttosto inquietante), con Marcello, il Dogman, che sta facendo il bagnetto ad un Dogo argentino, cattivissimo, col quale non vorresti mai fare un incontro solitario, a due, nel bosco. Nei suoi confronti il lupo mannaro mi è sembrato desolatamente un dilettante. Dopo il film sono tornato a casa stravolto, aggrappandomi col pensiero, per salvarmi e sopravvivere, al mondo dei Lapponi, che ho conosciuto in seguito al film Sami blod, popolo "primitivo" ma molto più evoluto di noi, dove non c'è, o non c’era, assolutamente posto per la disperazione, il nulla, il suicidio, la depressione, la personalità delinquenziale, borderline, o schizoaffettiva, la miseria morale e materiale, l’assenza di progettualità per quanto minima. [+]

[+] lascia un commento a cardclau »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Dogman | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | maopar
  2° | carloalberto
  3° | dariobottos
  4° | mauridal
  5° | loland10
  6° | raysugark
  7° | francesca
  8° | andrea damiani
  9° | piliz
10° | ralphscott
11° | maumauroma
12° | cardclau
13° | markwillis
14° | alesimoni
15° | kimkiduk
16° | roberteroica
17° | maurizio.meres
18° | carlosantoni
19° | fabio
20° | fabiofeli
21° | angeloumana
22° | michelecamero
23° | udiego
24° | mareincrespato70
25° | themoon
26° | flyanto
Nastri d'Argento (18)
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedì 17 maggio 2018
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 9 sale cinematografiche:
Showtime
  3 | Lazio
  3 | Lombardia
  1 | Toscana
  1 | Trentino Alto Adige
  1 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità