Dogman

Acquista su Ibs.it   Dvd Dogman   Blu-Ray Dogman  
Un film di Matteo Garrone. Con Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Nunzia Schiano, Adamo Dionisi, Francesco Acquaroli.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Italia 2018. - 01 Distribution uscita giovedì 17 maggio 2018. MYMONETRO Dogman * * * * - valutazione media: 4,09 su 91 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Essenza di Garrone nel distopico mondo suburbano. Valutazione 4 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 66594 | altri commenti e recensioni di Great Steven
giovedì 27 agosto 2020

DOGMAN (IT/FR, 2017) diretto da MATTEO GARRONE. Interpretato da MARCELLO FONTE, EDOARDO PESCE, ADAMO DIONISI, NUNZIA SCHIANO, ALIDA BALDARI CALABRIA, FRANCESCO ACQUAROLI, GIANLUCA GOBBI.
Marcello ha due grandi amori: la figlia Alida e i cani che accudisce con la sua dolcezza di uomo mite e gentile nel proprio negozio di toelettatura, Dogman. Nel sobborgo della periferia romana in cui vive, c’è, proprio accanto al suo negozio, un "compro oro" e la sala biliardo-videoteca, frequentata dall’uomo-simbolo che, insieme ai luoghi, esibisce più apertamente il degrado italiano degli ultimi decenni: l’ex pugile Simone, che terrorizza con la sua prepotenza e le sue continue scorribande l’intero quartiere. Con Marcello questo bullo che umilia e intimidisce i negozianti ha un rapporto simbiotico, simile a quello fra squalo e pesce pilota. Il dog-sitter gli procura esagerate quantità di cocaina e riceve una minima parte del bottino derivante dai "colpi". Quando Simone sceglie il negozio di Marcello come base per la prossima rapina, il povero dog-sitter, piuttosto che ammettere la colpevolezza dell’amico che però lo ha tratto in inganno, preferisce non firmare il documento che lo condannerebbe e si fa un anno di galera al posto suo. Stufo dell’irriconoscenza arrogante di Simone e del suo strapotere sempre in aumento, Marcello deciderà di rompere la sua sudditanza nei confronti dell’ex pugile, programmando quieto una vendetta dall’esito insperato che farà saltare irrimediabilmente ogni equilibrio. Liberamente ispiratosi a uno dei casi di cronaca nera più cruenti della nostra storia recente, la vicenda del Canaro della Magliana, Garrone racconta un’Italia diventata terra di nessuno in cui cane mangia cane, complice l’abbrutimento culturale e sociale che ha allontanato i cittadini non solo dal benessere, ma anche dalla solidarietà umana più elementare. Garrone depura la vicenda del Canaro dalla sua componente meramente oscena, ovvero la spettacolarizzazione, arrivando a desaturare la palette di colori delle sue inquadrature di desolazione suburbana – ottima la fotografia di Nikolaj Bruël, premiata col David di Donatello 2019 –, dei quali sfuma i margini ed evidenza l’essenza. Il regista costruisce una narrazione disperante restituendo una drammatica dignità ferita ai personaggi. Non finisce certo in secondo piano una rappresentazione non mitizzata (e qui gli sceneggiatori han fatto una scelta oltremodo oculata) della lotta fra Ulisse e Polifemo, del trionfo di Davide su Golia. Il dog-sitter è un ometto mingherlino il cui aspetto induce quasi per forza al pensiero che in lui alberghi più affabilità che propensione alla violenza, mentre la stazza mastodontica del boxeur in pensione ne disvela un animo dominato da malvagità e brutalità, pronte a scatenarsi ad ogni miccia che viene appiccata. Altrettanto importante è l’attenzione agli sguardi e alla recitazione: dimensioni da fantino e leggerezza da acrobata circense per Marcello Fonte, dalla cui interpretazione scaturisce luminosità, mentre dall’altro lato troviamo un irriconoscibile e gigantesco Edoardo Pesce i cui occhi comunicano l’opacità e la devastazione dei sogni falliti e l’attaccamento gravitazionale a una realtà andata a male. Lo scontro fra i due che man mano diviene più aggressivo e perdona sempre meno i torti fa tirare fuori ad entrambi il peggio di sé, con Marcello che frantuma la motocicletta di Simone; Simone che lo massacra di botte quando scopre che il suo motociclo è passato sotto i colpi di un piede di porco. Insomma, un continuo andirivieni di vendette implacabili in perfetto stile virile e mascolino, che compendia il traslucido momento omeostatico dell’inizio per degenerare nel combattimento conclusivo in cui il ciclopico malvivente ha il collo circondato da una catena e strozzerebbe l’avversario con le sue braccia possenti, se questi non pigiasse col piede, fra i singhiozzi e i rantoli, un pedale che gli consente di spezzare al suo nemico l’osso del collo. D’altra parte, l’opera inizia col ringhio di un pitbull da combattimento che produce negli altri cani chiusi in gabbia un’emozione trasecolante e intimorita, il che esplica con grande lucidità il meccanismo di sopraffazione e sottomissione tipico della vita del quartiere. Lo sguardo smarrito di Marcello (M. Fonte, premiato a Cannes 2018 per la migliore interpretazione maschile) in riva al mare, dopo l’ennesima prepotenza subita, è il modo di riconoscersi di un’Italia che ha compreso infine il proprio indelebile status di vittima. Marcello non implode né mette in atto una vendetta efferata e grottesca come quella in cui i quotidiani hanno abbondantemente sguazzato: la sua è una rivalsa tranquilla che si compone pezzo dopo pezzo grazie all’allinearsi dei soprusi patiti in una piramide (o escalation) che si guarda bene dal toccare punte di rabbia pericolose. Svellendo dalla vicenda qualsiasi macchia avvicinabile allo stile dei talk show, Garrone conclude un film meraviglioso lasciandoci un compendio del suo universo cinematografico: come già lo erano state le vele di Scampia in Gomorra (2008), anche in Dogman l’ambiente è un posto non più pensato per gli esseri umani, ma un labirinto adeguato soltanto per le osservazioni entomologiche. I personaggi attraversano con costanza e (sempre) con rassegnazione un luogo orizzontale dove ad innalzarsi sono soltanto le palazzine abusive, mai loro.

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
Dogman | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | maopar
  2° | ale
  3° | alesimoni
  4° | loland10
  5° | dariobottos
  6° | great steven
  7° | penna e calamaio
  8° | andrea damiani
  9° | carloalberto
10° | raysugark
11° | mauridal
12° | cardclau
13° | piliz
14° | maumauroma
15° | ale
16° | jl
17° | nigel mansell
18° | lord
19° | gbavila
20° | psicosara
21° | davesan
22° | lucascialo
23° | francesca
24° | ralphscott
25° | angeloumana
26° | fabiofeli
27° | kimkiduk
28° | maurizio.meres
29° | roberteroica
30° | carlosantoni
31° | markwillis
32° | michelecamero
33° | lorenzo segre
34° | giulio andreetta
35° | lorenzosegre
36° | fabio
37° | udiego
38° | mareincrespato70
39° | themoon
40° | flyanto
Nastri d'Argento (18)
Festival di Cannes (1)
European Film Awards (7)
David di Donatello (24)
BAFTA (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 17 maggio 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 25 novembre
High Life
Galveston
martedì 17 novembre
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledì 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedì 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledì 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledì 28 ottobre
La partita
mercoledì 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità