Il Sacrificio del Cervo Sacro

Acquista su Ibs.it   Dvd Il Sacrificio del Cervo Sacro   Blu-Ray Il Sacrificio del Cervo Sacro  
Un film di Yorgos Lanthimos. Con Colin Farrell, Nicole Kidman, Barry Keoghan, Raffey Cassidy, Sunny Suljic.
continua»
Titolo originale The Killing of a Sacred Deer. Drammatico, durata 109 min. - Gran Bretagna, USA 2017. - Lucky Red uscita giovedì 28 giugno 2018. MYMONETRO Il Sacrificio del Cervo Sacro * * 1/2 - - valutazione media: 2,99 su 49 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
carloalberto mercoledì 4 luglio 2018
tragedia onirica di un io adolescente Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

Yorgos Lanthimos  ci fa viaggiare nelle paure e nei desideri inconsci di un adolescente, mettendo in scena il dramma dell’io diviso tra il senso di colpa per il desiderio incestuoso della madre e della morte del padre e la paura di essere ucciso o castrato dal padre. Le inquadrature dal basso e dall’alto, le riprese dal di fuori, fuori della stanza d’ospedale, fuori della villa, l’obiettivo posto fuori da dove accade il dramma e che dal di fuori guarda dentro, riproducono la dinamica dell’immaginazione onirica ed il suo tipico senso di estraniamento e di angoscia, per cui chi sogna assiste come spettatore impotente a quello che avviene essendone al contempo il protagonista. [+]

[+] grazie della spiegazione (di eles)
[+] un riflesso lucidamente spietato dei nostri tempi (di tom87)
[+] in altre parole...... (di francesco2)
[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
taniamarina lunedì 19 novembre 2018
kubrick/lanthimos Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Lanthimos viene considerato il nuovo Kubrick. Magari sarà proprio così, peraltro è lampante la sua emulazione nell'uso delle luci, degli attori e dei tempi cinematografici. Ma la domanda da porsi è questa: abbiamo davvero bisogno di un nuovo Kubrick? Possiamo considerare bello un film che segue le tracce di un genio in modo così spudorato? Cosa c'è di nuovo? Il taglio originale della pellicola sta nel rendere attuale una tragedia greca, un giusto ed accorato tributo alla propria (nostra) cultura. Ma si potrebbe essere sicuramente più felici nell'assistere ad un film "sbagliato" di Lanthimos, ma per questo forse più personale ed autentico. Qualcuno dica a Lanthimos che è bravo, bravissimo nell'imitare Kubrick, ma che forse è arrivato il momento di lasciarlo andare per far emergere ciò che Lanthimos è per davvero. [+]

[+] lascia un commento a taniamarina »
d'accordo?
martinside giovedì 2 agosto 2018
angoscia in scena con maestria
60%
No
40%

Il sacrificio del cervo sacro bisogna fare il sacrificio di vederlo anche se è un film da cui si esce con una profonda angoscia. Dall'inizio, dalle sonorità scelte e dal ritmo dei dialoghi, si comprende che saranno due ore difficili ma che scaveranno dentro di noi ponendoci domande che non hanno mai la risposta giusta. Chi amo di più? Chi merita la morte e la sofferenza? Chi ha la colpa in un incidente? Cosa è meglio lasciare alla sorte e cosa decidere noi?
Il film non da risposte ma ha la capacità di raccontare angosce, paure e dilemmi che tutti noi, magari in modo meno tragico, affrontiamo prima o poi nella vita.
Ottimi attori, magistrale Barry Keoghan nei panni di colui che crea angoscia. [+]

[+] lascia un commento a martinside »
d'accordo?
fabio lunedì 9 luglio 2018
si può perdere al cinema Valutazione 2 stelle su cinque
60%
No
40%

Lanthimos guarda a Kubrik ma col telescopio: siamo davvero lontani. Non bastano un po' di inquadrature eccentriche, semplicemente non possiede la stessa capacità visionaria del maestro; Il confronto non puo' che deludere. Idem per la scelta del commento sonoro che risulta artificiale ed eccessivo.
La prima parte del film è la meglio riuscita; ricorda più i thriller alla Stephen King (la maledizione del vecchio gitano sull'avv. di successo ne "L'occhio del male"): c'è suspence e lo spettatore viene catturato in modo efficace. [+]

[+] lascia un commento a fabio »
d'accordo?
anamorfo mercoledì 4 luglio 2018
come distruggere una buona idea Valutazione 1 stelle su cinque
53%
No
47%

Idea eccellente, struttura e fotografia pure (non nel senso della "bella fotografia" ma della sua capacità di dare senso). Rovinosi sono i dialoghi e gran parte delle soluzioni di sceneggiatura. Paradossale quindi che sia stata premiata proprio quella. Il registro ora naturalistico ora di astrazione fa andare in frantumi il film, con l'esito di dialoghi ridicoli e insorgenza di "domande" nel pubblico ovviamente senza risposta (la più grave di tutte è che Martin possa avere poteri sovrannaturali o che abbia fatto qualcosa, per esempio avvelenato la limonata). L'unico elemento tragico (nel senso della tragedia greca) che doveva emergere, ossia il DESTINO, è l'unico ad essere assente dal film. [+]

[+] ma è chiaro.... (di francesco2)
[+] lascia un commento a anamorfo »
d'accordo?
peter patti mercoledì 6 febbraio 2019
un signor film Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Sfiora il capolavoro. E più che a Kubrick, mi ha fatto pensare a Nicholas Roeg, quello di   'A Venezia. [+]

[+] lascia un commento a peter patti »
d'accordo?
jackmalone martedì 10 luglio 2018
i misteri della mente umana Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

In una famiglia perfetta, agiata, i cui membri hanno rapporti  equilibrati e positivi, genitori che appartengono al mondo della scienza, lui cardiochirurgo, lei oftalmologa, figli impegnati e in perfetta salute, si insinua a poco a poco l'elemento irrazionale e destabilizzante. Ciò che rompe l'armonia prende la forma della malattia mentale nella persona di un mediocre ragazzotto adolescente, loquace, schematico e diretto nell'argomentare il cui padre è morto durante un intervento chirurgico eseguito dal cardiochirurgo. Le dinamiche che si innescano sono distruttive e mirano a cooptare la mente di ogni membro della famiglia. Il primo ad essere preso di mira è il cardiochirurgo, ex alcolista: forse ha commesso un errore nell'operare; quella mattina aveva bevuto un drink, o forse no. [+]

[+] lascia un commento a jackmalone »
d'accordo?
alelu lunedì 7 gennaio 2019
compitino pedante Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Compitino in classe: fai un film surrealista con riprese alla Kubrick. Voto: buono, il ragazzo si applica. Ma è questo il cinema?
Zoommate e carrellate ridondanti. Non si può ripetere per tutto un film "adesso attento". Recitazione piatta. Bravi gli interpreti che si prestano al gioco. Sceneggiatura piatta. Gli ingredienti per creare un film faticoso e disturbante ci sono. Sarebbe potuto rimanere per tutto il film sull'inquadratura dell'operazione a cuore aperto, il risultato sarebbe stato lo stesso. Senza scomodare Kubrick o l'Haneke di Funny Games.

[+] lascia un commento a alelu »
d'accordo?
flyanto giovedì 5 luglio 2018
un enfant terrible Valutazione 3 stelle su cinque
40%
No
60%

 Dopo “The Lobster”, ritorna nelle sale cinematografiche il regista Yorgos Lanthimos con un altro film altrettanto particolare, intitolato “Il Sacrificio del Cervo Sacro”.
La storia ruota tutta intorno ad una coppia benestante di affermati medici (Colin Farrell e Nicole Kidman) con due figli, una ragazza adolescente ed un bambino. In apparenza è una famiglia perfetta, equilibrata, che va d’accordo e, pertanto, senza grandi discussioni, la quale provvede e vige molto attentamente sui propri ragazzi, impartendo loro mansioni da svolgere e seguendoli direttamente nelle attività scolastiche ed extra scolastiche con l’obiettivo di un miglioramento sempre crescente. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
samanta venerdì 29 giugno 2018
il sacrificio dello spettatore Valutazione 1 stelle su cinque
49%
No
51%

E' vero! Ormai quando un film riceve un premio (nel caso la migliore sceneggiatura al festival di Cannes) per forza deve essere uno spettacolo mediocre o pessimo.
La trama [ SPOILER]: Steven (Colin Farrel) è un affermato cardiochirurgo di Cincinnati sposato con Anna (Nicole Kidman) con due figli Bob di 12 anni e Kim di 14: Steven incontra Martin (Barry Keoghan) un ragazzo di 16 anni figlio di un paziente morto sotto i suoi ferri. Però cominciano dei gravi disturbi clinici che paralizzano le gambe e impediscono di mangiare che colpiscono prima Bob e poi Kim. Martin rivela la verità: se Steven non uccide uno dei suoi familiari tutti soffriranno di quei disturbi e  moriranno uno dopo l'altro i figli, la moglie poi lo stesso Steven, tralascio alcune vicende della trama e poi essendo impossibile ogni cura nel finale Steven ammazza Bob e così il resto della famiglia si salva. [+]

[+] ti prego, lascia perdere le recensioni. (di lupokun)
[+] io il film l'ho visto (di tommy)
[+] d'accordo ma... (di johnny1988)
[+] lascia un commento a samanta »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Il Sacrificio del Cervo Sacro | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Pubblico (per gradimento)
  1° | carloalberto
  2° | taniamarina
  3° | martinside
  4° | fabio
  5° | anamorfo
  6° | jackmalone
  7° | peter patti
  8° | alelu
  9° | flyanto
10° | samanta
11° | carlosantoni
12° |
13° | mauridal
14° |
15° | paul
16° | giacomoricci
17° | gianleo67
18° | vanessa zarastro
19° | francesco2
20° | ashtray_bliss
21° | johnny1988
Festival di Cannes (1)
European Film Awards (3)


Articoli & News
Video recensione
la video recensione
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 28 giugno 2018
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 1 sala cinematografica:
Showtime
  1 | Lombardia
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità