In the Name of My Daughter

Film 2014 | Drammatico 116 min.

Titolo originaleL’Homme qu’on aimait trop
Anno2014
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata116 minuti
Regia diAndré Téchiné
AttoriGuillaume Canet, Catherine Deneuve, Adèle Haenel, Jean Corso, Judith Chemla Pierre Michiels.
MYmonetro Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di André Téchiné. Un film con Guillaume Canet, Catherine Deneuve, Adèle Haenel, Jean Corso, Judith Chemla. Cast completo Titolo originale: L’Homme qu’on aimait trop. Genere Drammatico - Francia, 2014, durata 116 minuti. Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi In the Name of My Daughter tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Al Box Office Usa In the Name of My Daughter ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 275 mila dollari e 14 mila dollari nel primo weekend.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
Critica
Amore e passione attenuati da una trama di intrighi.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 22 maggio 2014
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 22 maggio 2014

1976. In seguito al fallimento del suo matrimonio la giovane Agnes Le Roux si trasferisce dall'Africa al Sud della Francia dove vive sua madre Renee che è proprietaria del Palais de la Mediterranee Casino a Nizza. La ragazza si innamora di Maurice Agnelet che è il consigliere della donna. L'uomo è sposato ed ha più di una relazione ma Agnes è disposta a tutto per lui. Ivi compreso votare in consiglio di amministrazione contro la madre in favore di un concorrente che le è stato presentato da Maurice e che è in odore di mafia. Il senso di colpa la perseguiterà spingendola a tentare il suicidio. Poco dopo Agnes sparirà senza lasciare traccia. Il primo ad essere sospettato è Agnelet ma in assenza di cadavere non è possibile imputarlo. Trent'anni dopo i fatti Renee chiede la riapertura del caso.
André Techiné si ispira a un fatto di cronaca realmente accaduto e documentato nel libro "Une Femme face à la mafia" scritto dal figlio di Renee Le Roux. Ciò che però più interessa al regista non è la ricerca della verità da parte di un'anziana madre che non si arrende dinanzi a una giustizia che ritiene in errore. Quello che l'ha affascinato è il rapporto di assoluta passione che si era andato ad instaurare tra Agnes e Maurice. Le lettere della giovane donna contenevano espressioni come:Ti amo come devi essere amato, con eccesso, follia ardore e disperazione".
Chi si attendesse da queste premesse un melò dalle tinte accese rimarrà deluso. L'amore e la passione ci sono ma vengono attenuati da una trama di intrighi, furti, richieste di eredità, aspettative di carriera deluse, mafia italo-francese nell'ombra ed altro ancora.
È un film che nasce vecchio quello di un regista che un tempo (anni luce fa) sperimentava sul tema della passione con film come Rendez-vous, che ha saputo offrirci la leggerezza della commedia di qualità e che adesso sembra adagiato su un professionismo privo di guizzi che si appoggia fondamentalmente sul professionismo di attori collaudati.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati