The Housemaid

Acquista su Ibs.it   Dvd The Housemaid   Blu-Ray The Housemaid  
Un film di Im Sang-soo. Con Jeon Do-yeon, Lee Jung-Jae, Yuh Jung Youn, Seo Woo, Park Ji-young, Ahn Seo-hyun.
continua»
Titolo originale Hanyo. Thriller, Ratings: Kids+16, durata 106 min. - Corea del sud 2010. - Fandango uscita venerdì 27 maggio 2011. - VM 14 - MYMONETRO The Housemaid * * 1/2 - - valutazione media: 2,63 su 36 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
cannedcat domenica 5 giugno 2011
addestrata per il potere Valutazione 5 stelle su cinque
83%
No
17%

La lettura di questo film "più che perfetto" è tutta nell'espressione della bambina nella scena finale!  Perche questo non è un film sul potere ma su come ci si addestra per gestirlo il potere. Come la governante, si può essere disilluse per una non celata invidia del potere dei ricchi,  ciniche, come la suocera opportunista e puttana dentro, stupidamente feroce, come la moglie puttanella e incapace (fino alla follia) di sopportare il tradimento che, come dice sua madre "fa parte del pacchetto" quando si sposa un uomo ricco, ma il vero personaggio è la bambina che vede e assorbe quello che è il vero potere dei potenti: poter utilizzare gli altri fino a bruciarli, come dice Mangiafuoco a Pinocchio, il pupazzo, come lo sono la cameriera, la governante, la moglie ridotta a una banale incubatrice. [+]

[+] lascia un commento a cannedcat »
d'accordo?
andrea giostra martedì 11 dicembre 2012
la crudelta ed il cinismo dei ricchi. Valutazione 3 stelle su cinque
81%
No
19%

Il soggetto non è originale, ma un remake di un celebre film coreano degli anni sessanta, dal titolo Hanyo (anche questo tradotto in “The Housemaid”, primo capitolo della trilogia di successo scritta, prodotta e diretta dal sud-coreano Kim Ki-young tra gli anni sessanta e gli anni ottanta), che la brava regista Im Sang-soo riesce a ben rappresentare ambientandolo nel ventesimo secolo. Al di là del conflitto di classe, gli elementi essenziali che colpiscono efficacemente lo spettatore sono diversi: il cinico fascino del potere che permette ai potenti di ottenere facilmente dai deboli tutto quello che vogliono; la squallida disumanizzazione di coloro che non appartenendo alla classe sociale dei ricchi, che se anche incolpevolmente “minacciosi” di invade un campo non loro, devono essere impietosamente puniti e sacrificati ai loro privilegi; il sadico piacere nel veder soffrire gli “umili” che per avere osato oltrepassare la soglia della discriminazione sociale sono stati “giustamente” castigati; l’odio e la violenza che si sprigionano selvaggiamente dalla donna che è stata impietosamente colpita e mortificata nella propria maternità e nella propria femminilità. [+]

[+] lascia un commento a andrea giostra »
d'accordo?
laulilla venerdì 17 giugno 2011
il tradimento e il potere Valutazione 3 stelle su cinque
82%
No
18%

   All’inizio, il film ci presenta l’aspetto convulso di una Corea in cui le antiche città hanno lasciato il posto a enormi conglomerati urbani molto simili a quelli occidentali, con i fast-food, le luci notturne e le tragedie individuali vissute in tremenda solitudine. In questa realtà si colloca la vicenda della giovane Euny, assunta, dopo attenta valutazione, da una ricchissima famiglia, perché si occupi di Nami, la prima figlia dei coniugi Hoon ed Hera, ora in attesa dei due gemelli che la bella Hera partorirà di lì a poco. [+]

[+] lascia un commento a laulilla »
d'accordo?
renato volpone martedì 31 maggio 2011
erotico noir Valutazione 3 stelle su cinque
59%
No
41%

Si tratta di un remake di un film del 1960. E' la storia di una ragazza che si reca a servizio presso una ricca famiglia e viene messa incinta dal padrone di casa. La prima parte è fortemente erotica con l'approccio alla ragazza, il suo lasciarsi andare e il suo essere usata. La seconda parte invece è fortemente guidata dalla vendetta della suocera dell'uomo che vuole far abortire la ragazza. Su tutto lo sguardo di una governante inquietante. Il film è lento ma piacevole, molto elegante e raffinato, ricercato nella musica e nella fotografia. Non completamente convincente si lascia però guardare.

[+] lascia un commento a renato volpone »
d'accordo?
elgatoloco domenica 7 maggio 2017
mélo più thriller Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

"The Housemaid", versione 2010, è un remake di un omonimo film(in coreano ovviamente non so dirlo)di mezzo secolo prima. Non conoscendo l'"originale"non si può dire nulla delle variazioni-innovazioni apportate, salvo il tasso di erotismo oggi accettabile(anche in Oriente)e non permesso nel 1960... Certamente il fim è un esempio di come la classica struttura di mélo(è detto con accezione positiva, pensando soprattutto ai grandi mélo di un gigante del cinema come Douglas Sirk, per citare un esempio occidentale, anche se proveniente dall'Europa dell'Est, se non vado errato)si lasci compenetrare dal thriller: da quando la"Housemaid"del titolo viene biblicamente conosciuta, anzi"conosciuta"non basta,  meglio ingravidata dal padrone di casa, con evidenti rischi legati  a possibili recriminazioni economiche e giuridiche(eredità etc. [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
andrea giostra venerdì 5 ottobre 2012
lotta di classe! Valutazione 3 stelle su cinque
40%
No
60%

Il soggetto non è originale, ma un remake di un celebre film coreano degli anni sessanta, dal titolo Hanyo (anche questo tradotto in “The Housemaid”, primo capitolo della trilogia di successo scritta, prodotta e diretta dal sud-coreano Kim Ki-young tra gli anni sessanta e gli anni ottanta), che la brava regista Im Sang-soo riesce a ben rappresentare ambientandolo nel ventesimo secolo. Al di là del conflitto di classe, gli elementi essenziali che colpiscono efficacemente lo spettatore sono diversi: il cinico fascino del potere che permette ai potenti di ottenere facilmente dai deboli tutto quello che vogliono; la squallida disumanizzazione di coloro che non appartenendo alla classe sociale dei ricchi, che se anche incolpevolmente “minacciosi” di invade un campo non loro, devono essere impietosamente puniti e sacrificati ai loro privilegi; il sadico piacere nel veder soffrire gli “umili” che per avere osato oltrepassare la soglia della discriminazione sociale sono stati “giustamente” castigati; l’odio e la violenza che si sprigionano selvaggiamente dalla donna che è stata impietosamente colpita e mortificata nella propria maternità e nella propria femminilità. [+]

[+] lascia un commento a andrea giostra »
d'accordo?
flyanto domenica 29 maggio 2011
commento personale Valutazione 3 stelle su cinque
45%
No
55%

 Film remake patinato e sensuale su di una governante/tata al servizio di una famiglia potente e prevaricatrice. Molto precisa e riuscita la descrizione della freddezza in cui sono immerse la casa e la famiglia ospite e molto interessante la contrapposizione ed il rapporto che si instaura fra i padroni e la servitù. Azzeccato il finale tragico ed estremo che denuncia la definitiva rottura di equilibri instabili.

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
stesfnia giovedì 2 giugno 2011
gelido come acciaio... Valutazione 0 stelle su cinque
25%
No
75%

E'questa la sensazione che ho avuto per tutto il film. La rigidità e la freddezza che caratterizzano le scene (la casa, la fotografia, l'espressione costante degli attori), sono però gli unici elementi accettabili. Per il resto il film scorre lento, scontato. Ci si aspetta un colpo di scena non arriva mai. Nemmeno io lo definirei thriller, ma erotico noir.

[+] lascia un commento a stesfnia »
d'accordo?
luana domenica 14 agosto 2011
una specie di fiaba Valutazione 3 stelle su cinque
18%
No
82%

Regia impeccabile e senza sbavature, la storia raccontata in questo film mi è parsa come una specie di fiaba.Nel senso che ci sono più che veri e propri personaggi, modalità e ruoli che si concatenano fino alla chiusura del cerchio.L'umanità, la bontà e l'innocenza contrapposti alla perfidia. Bianco su nero. Mi è parso di vedere alfine la morale di questa fiaba: la sofferenza della fanciulla fa fare dapprima una scelta decisa di campo alla governante,la quale naufraga nell'alcol quella specie di patto col diavolo che ha stipulato con la famiglia.Governante che agisce alla fine quasi come una sorta di bacchetta magica, permettendo il sacrificio finale della fanciulla. Sacrificio che getterà un seme di futura salvezza nell'anima dell'innocente figlioletta destinata altrimenti ad assere fagocitata in una specie di irrealtà superprotettiva. [+]

[+] lascia un commento a luana »
d'accordo?
The Housemaid | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Asian Film Awards (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 27 maggio 2011
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità