Onora il padre e la madre

Acquista su Ibs.it   Dvd Onora il padre e la madre   Blu-Ray Onora il padre e la madre  
Un film di Sidney Lumet. Con Philip Seymour Hoffman, Ethan Hawke, Albert Finney, Marisa Tomei, Aleksa Palladino.
continua»
Titolo originale Before the Devil Knows You're Dead. Drammatico, durata 117 min. - USA 2007. - Medusa uscita venerdì 14 marzo 2008. MYMONETRO Onora il padre e la madre * * * 1/2 - valutazione media: 3,86 su 255 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
romifran venerdì 28 marzo 2008
lumet torna con un autentico capolavoro! Valutazione 5 stelle su cinque
73%
No
27%

Hoffman è grandioso, Hawke totalmente annientato dalla personalità del fratello maggiore (vindice delle manifeste preferenze che i geniotiru devono aver manifestato durante l'infanzia dei due maschi di casa), la Tomei insensibile quanto basta per sembrare distante, lontana, infelice, Finney fantastico nell'espressione del dolore... Un film assolutamente accattivante, un montaggio raffinato ed intrigante, una sceneggiatura erosa dalla sofferenza di tutti i personaggi. Ognuno trascina il suo personale dolore in un contenitore di rabbia repressa, di frustrazione, di totale fallimento. Colori glaciali e rapporti algidi fra tutti.Tutto crolla e tutto fallisce inesorabilmente. Momenti di grande cinema, di puro coinvolgimento emotivo. [+]

[+] è un (di zadigx)
[+] lascia un commento a romifran »
d'accordo?
stefano domenica 16 marzo 2008
prima che il diavolo sappia che sei morto... Valutazione 4 stelle su cinque
74%
No
26%

"Onora il padre e la madre" è il nuovissimo film del maestro Sidney Lumet, 83 anni, attivo a Hollywood da oltre mezzo secolo ed autore di capolavori quali "La parola ai giurati", "Quel pomeriggio di un giorno da cani", "Quinto potere" e "Il verdetto". Il titolo originale, "Before the devil knows you're dead", è molto più affascinante ed evocativo (è ispirato ad un vecchio detto irlandese, per il quale è meglio fare in modo di essere in paradiso una mezz'ora prima che il diavolo sappia che sei morto). Sceneggiato da Kelly Masterson, "Onora il padre e la madre" è probabilmente il film più "nero" e disperato di Lumet: laddove in altri suoi lavori, insieme ad una certa durezza, era comunque possibile trovare una speranza di riscatto, o comunque una traccia di umanità nei protagonisti, in questa pellicola invece non si salva nulla o nessuno: i valori individuali e familiari sono cancellati completamente, e sui destini dei personaggi sembra gravare in maniera inesorabile il potere del denaro. [+]

[+] onora il padre e la madre (di paola)
[+] un commento a ,,,stefano (di max54)
[+] lascia un commento a stefano »
d'accordo?
mario scafidi martedì 25 marzo 2008
onora sidney lumet Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Una rapina e qualcosa che va storto. Alcuni flashback chiariscono quali ragioni abbiano spinto i fratelli Andy (Philip Seymour Hoffman) e Hank (Ethan Hawke) ad organizzare il colpo nella gioielleria dei propri genitori. Sidney Lumet, classe 1924, dirige uno dei più bei film della stagione, con tecnica maestra ed uno stile perfettamente calibrato sul cinema del 2000. Una delle più ricorrenti pecche delle vecchie glorie della settima arte è, infatti, quella di non riuscire a stare al passo con i tempi, e pur trasfondendo grande professionalità e spessore nei loro film, lasciano trasparire quel gusto un po’ demodé che rimanda agli antichi schemi. Non è il caso del grande Lumet, che fedele allo stile che gli è proprio (una delle costanti della sua filmografia è l’unità spazio-temporale del racconto, il fatto che la vicenda narrata si svolga nello spazio di poche ore, ed i luoghi impegnati siano pochissimi) dirige un noir molto moderno, che si pone quale il contemporaneo “Quel pomeriggio di un giorno da cani”; la sceneggiatura è scarna ed efficace, la regia ripercorre le stesse situazioni, nel continuo rimando di flashback, adottando inquadrature ed angolazioni sempre differenti. [+]

[+] ...finalmente.. (di paolina)
[+] e bravo! (di romifran)
[+] lascia un commento a mario scafidi »
d'accordo?
cesare antonio borgia venerdì 27 febbraio 2009
il declino per sidney lumet Valutazione 5 stelle su cinque
69%
No
31%

Dopo aver visto il film ho avvertito una strana rabbia interiore. Mi sono sentito inutile,senza alcuna possibilità d'essere reso migliore. Mi sono sentito senza speranza,e ho pensato alla morte. La colpa non è stata di Sidney Lumet,non ho attribuito a lui tutto questo,perchè in realtà non fa che descrivere,film dopo film,di anno in anno,cosa siamo. Siamo,noi uomini,degli animali. Siamo capaci di uccidere la donna,nostra madre,che ci ha messo in vita. Siamo capaci di autodistruggerci. Siamo capaci di togliere la speranza a chi forse la merita realmente. Facciamo tanti progetti e lo scopo finale è sempre lo stesso:guadagnarci. Eppure il guadagno non è tutto nella vita,vincere serve poco se infine si rimane sempre gli stessi;questi sono i messaggi lanciati dal veterano regista. [+]

[+] lascia un commento a cesare antonio borgia »
d'accordo?
fedson sabato 27 aprile 2013
thriller impeccabile e maestoso! Valutazione 4 stelle su cinque
62%
No
38%

Intraprendendo un viaggio all'insidia dei più intimi segreti della famiglia Hanson, Sidney Lumet produce uno dei più grandi thriller degli ultimi anni. Due fratelli, entrambi "complici" sia del loro subdolo presente nel quale vivono, sia della loro disastrosa vita privata, si ritrovano nuovamente complici nel mettere in atto quella che, per il fratello maggiore Andy (Philip Seymour Hoffman), è una facile rapina. Il fratello minore, Hank (Ethan Hawke), non sa che il negozio che subirà il colpo sarà proprio la gioielleria di famiglia gestita dalla madre. Da quello che doveva essere un colpo veloce, facile e senza spargimenti di sangue, si rivelerà un completo fallimento destinato a mandare in frantumi non solo le vite dei due fratelli, ma anche quella dei loro familiari più stretti. [+]

[+] lascia un commento a fedson »
d'accordo?
noia1 lunedì 7 settembre 2015
apologo sulla decadenza della società Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un ragazzo coinvolge il fratello in una rapina ai danni dei genitori, qualcosa però va storto. Thriller teso, messo in scena come film d’autore, dai tempi lunghi alle ambientazioni sontuose, dalle inquadrature misteriosamente significative alla profondità tragica con cui vengono affrontati alcuni temi. Film che in realtà si rivela intricato, gigantesca indagine dell’anima di una famiglia nella società contemporanea, una famiglia vivisezionata dove ognuno pian piano rivela tutto ciò di quanto più squallido lo caratterizza, nessuno si salva e, anzi, se c’è qualcuno di buono è riconosciuto dall’importanza marginale che riveste. Costruzione atipica di una trama coinvolgente, non si è costretti a proseguire perché dinnanzi a rivelazioni stupefacenti, il regista, piuttosto di mostrarne il proseguo, ne spiega le cause scoprendo una trama senza un attimo di tregua, senza cinque minuti dove non si resti col fiato sospeso. [+]

[+] lascia un commento a noia1 »
d'accordo?
giorpost giovedì 3 settembre 2015
il lascito di lumet con un gigantesco p.s. hoffman Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Nell' anno 2007 il grande e compianto regista americano Sidney Lumet sforna il suo ultimo lavoro, Onora il padre e la madre (USA), un dramma diretto in modo innovativo e al contempo intriso dei più classici tecnicismi del film d' autore e certamente uno dei suoi capolavori.
Siamo all' interno di un nucleo familiare apparentemente eterogeneo ma unito, formato da una coppia anziana propietaria di una gioielleria a conduzione familiare, un figlio in carriera (e in carne), un altro più giovane, bello e scaprestato ma con problemi economici e matrimoniali ed una figlia ordinaria che passa inosservata. Gran parte di questo ritratto, schermato dalle apparenze, inizia a sfaldarsi ed a svelare mano a mano mutamenti e retroscena che sorprendono sempre più lo spettatore. [+]

[+] lascia un commento a giorpost »
d'accordo?
francesco giovedì 31 luglio 2008
la tragedia moderna,insicurezza e ritmi serrati Valutazione 4 stelle su cinque
58%
No
42%

E’ sempre Sidney Lumet,è sempre una rapina,è questa rapina porta sempre ad un vortice di situazioni successive,ma il paragone con “Quel pomeriggio di un giorno da cani” per stile,registro e vicenda non ha modo di esistere,”Onora il padre e la madre” è un film a se. Tanto per cominciare qui il susseguirsi di situazioni in seguito alla rapina non assumono un aspetto surrealisticamente tragicomico,anzi sfociano in azioni degne da tragedia greca,anzi senecana per il modo freddo e cruento in cui vengono rappresentate. Quello che colpisce in questo thriller drammatico al cardiopalma è che nulla è ciò che sembra, nulla va come dovrebbe andare, la rapina risulta difatti quasi come una metafora esistenziale dell’intera vicenda e della vita dei personaggi. [+]

[+] lascia un commento a francesco »
d'accordo?
dario lunedì 6 aprile 2015
agghiacciante Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

E' un film di attori e di regia. I primi coprono le indecisioni della seconda e i buchi della sceneggiatura. L'insieme è tenuto ad alti livelli da una morale di fondo che si discosta dalla solita lezioncina sul mamterialismo americano. Il film è cupo perchè è cupa la materia che tratta. Qui non manca il coraggio di scendere negli abissi dell'animo umano. Grande cinema, appesantito dal finale, risolto in maniera granguignolesca, andando fuori fase per eccesso di moralità. Ma per tre quarti si avvicina al capolavoro.  

[+] lascia un commento a dario »
d'accordo?
nalipa lunedì 27 dicembre 2010
sidney lumet Valutazione 4 stelle su cinque
56%
No
44%

Alla rispettabile età di 82 anni ha firmato questo splendido film, dove  evidenzia ancora una volta l'immagine distorta che l'America ha di se stessa e costruisce un noir cluaustrofobico e provocatorio su rapporti famigliari, fallimenti, risentimenti e perdita di valori.
Lo svolgimento della vicenda é spezzata poi unita e,  creando una bella tensione, riprende sempre dallo sguardo dei protagonisti...non sono flasback, ma salti temporali dove presente e passato si incastrano per  formare il quadro di una catastrofe familiare.
Ottimi gli interpreti.

[+] lascia un commento a nalipa »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Onora il padre e la madre | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (2)


Articoli & News
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 14 marzo 2008
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità