White Noise - Non ascoltate

Film 2005 | Thriller 101 min.

Regia di Geoffrey Sax. Un film con Michael Keaton, Chandra West, Deborah Kara Unger, Ian McNeice, Sarah Strange. Cast completo Genere Thriller - Canada, Gran Bretagna, USA, 2005, durata 101 minuti. Uscita cinema venerdì 27 maggio 2005 - MYmonetro 2,66 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi White Noise - Non ascoltate tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il 'White Noise' del titolo si riferisce ad un fenomeno conosciuto come EVP: Electronic Voice Phenomena. Ascolta con attenzione, ti diranno coloro che ci credono, e in mezzo al rumore di una radio mal sintonizzata potresti sentire le voci... In Italia al Box Office White Noise - Non ascoltate ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 954 mila euro e 226 mila euro nel primo weekend.

Powered by  
Consigliato nì!
2,66/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA
PUBBLICO 3,33
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Discreto e innocuo prodotto sulle orme di The Ring.
Recensione di Mattia Nicoletti
Recensione di Mattia Nicoletti

Sulle orme di The Ring i morti e i non morti ci parlano dai televisori, eletti a interfaccia fra l'aldiqua e l'aldilà.
L'architetto Jonathan Rivers (Michael Keaton) perde la moglie (Chandra West), scrittrice famosa, in circostanze non chiare. La sua vita è distrutta, non ci può credere. Improvvisamente incontra un uomo che gli dice di riuscire a comunicare con le persone decedute (attraverso l'EVP, l'Electronic Voice Phenomena) e che recentemente è riuscito a mettersi in contatto con la signora Rivers. Da quel momento Jonathan vede una luce e si immerge in una realtà parallela attraverso la televisione (e la radio) trait d'union che lo fanno parlare con l'amata. Ma fra i morti non c'è solo il bene.
Se avesse voluto essere coerente con il film la produzione avrebbe dovuto girare White noise senza alcun ausilio digitale. Sì perché il lungometraggio di Geoffrey Sax è il trionfo dell' "analogico". Si vedono videocassette, audiocassette e perfino testine a tamburo di videoregistratori. Le atmosfere fredde e azzurrate e gli effetti "neve" avvolgono i personaggi, seguendo le ultime tendenze del cinema horror e delle "presenze", e creano un clima sospeso, d'ansia. Purtroppo, l'idea è interessante ma lo sviluppo della trama è, nella seconda metà, contorta e poco chiara per l'introduzione di alcuni elementi che forzano la sceneggiatura.
White noise è un discreto e innocuo prodotto che ci fa incontrare nuovamente Keaton, al termine di un lungo periodo al di là dello schermo.

Sei d'accordo con Mattia Nicoletti?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Il titolo ("Rumore bianco") è usato qui da chi ricorre all'EVP (Electronic Voice Phenomenon), strumento elettrico con cui si trasmettono su frequenze di radio, televisori, computer, dopo averle registrate, immagini e voci di persone defunte (nulla da spartire con l'omonimo bel romanzo, 1986, di Don DeLillo). Scritto da Niall Johnson e diretto da un veterano della TV britannica, racconta la storia di un architetto cinquantenne, da poco vedovo affranto, in contatto con la moglie che dall'aldilà cerca confusamente di metterlo in guardia da certi misteriosi nemici. È un thriller paranormale che dovrebbe basarsi sul principio dell'indeterminatezza, ma che invece sfora nell'horror più trito per quel che dice e per la banalità dei modi con cui lo dice, compresa la soluzione al cimitero. M. Keaton se la cava col mestiere e l'esperienza che la coprotagonista D.K. Unger non possiede.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

WHITE NOISE - NON ASCOLTATE disponibile in DVD o BluRay

DVD

BLU-RAY
€9,99
€10,99
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 21 novembre 2010
weachilluminati

Mchael keiton è Jonathan Rivers Chandra West è Anna Rivers Deborah Kare Unger è Sarah Tate “White noise “ , in italiano rumore bianco, tenta un viaggio nella dimensione dei morti. Il viaggio è coinvolgente ,con  Mchael Keiton molto partecipativo , veramente all’altezza; la sua esperienza di attore teatrale emerge con tutta la sua importanza .

martedì 2 aprile 2013
Renato C.

Sono stati fatti diversi films su questo argomento, ed alla base di tutto c'è la speranza ammessa da tutte le religioni, di poter un giorno rivedere le persone che abbiamo amato! Io sono un cristiano convinto, e quindi credo che la vita non termini con la morte del corpo, ma continui in un modo o nell'altro per l'eternità! E quindi potremo un giorno reincontrare chi abbiamo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 febbraio 2011
dian71cinema

E' UN FILM CHE NEL COMPLESSO RIESCE A CONQUISTARSI LA TERZA STELLETTA. UN GENERE PIU' VICINO AL THRILLER-FANTASCIENTIFICO CHE ALL'HORROR; UNA DELICATA ATMOSFERA DI TENSIONE AVVOLGE LO SPETTATORE ..COME IL NASTRO CHE AVVOLGE LA VIDEOCASSETTA DELLE SEQUENZE DI QUESTO FILM...in DIGITALE! TRALASCIANDO QUESTO ASPETTO "COMMERCIALE".

martedì 26 gennaio 2010
germi86

l'ho iniziato a guardare con un pò di scetticismo ma devo dire che nel complesso il film non mi è dispiaciuto,il tema è interessante..i morti che fanno sentire la loro voce attraverso le frequenze radio,tv,per dare un segnale,lasciare un messaggio ai loro più amati cari,poi come tra i vivi,anche tra i morti ci sono i cattivi..Tornando alla reltà:Alcune persone dicono che se uno prova a registrare di [...] Vai alla recensione »

martedì 13 settembre 2022
eugen

"White Noise"(Geogffrey Sax, screenplay Niall Jackson, 2005)in complesso e'un film interessante.  Parla dei fenomeni EVP, per cui certe voci di definti si potrebbero captare da normali apparecchi TV o  radio, via interferenza. Naturalmente sulla questione della veridicita0, ci sono molti problemi: razionalmente vale, forse, ancora quanto scrive Kant contro Svedenbrog nel testo"S [...] Vai alla recensione »

domenica 28 agosto 2022
eugen

"White Noise"(Geoffrey Sax, sceneggiatura di Niall Johnson, 2005)tratta "fenomeni"(?)come quello delle"voci eletttron iche"(EVP), dove alcuni"adepti"sostengono che anche nelle normali trasmissioni radio certe"voci aggiunte", liqudate in genere come"interferenze"sarebbero modalita'di comunicazione di persone defunte per ritoranre a contattare [...] Vai alla recensione »

sabato 21 agosto 2021
figliounico

Lo spiritismo elettronico o psicofonia offre l’occasione a Geoff Sax, regista soprattutto televisivo, per imbastire un film dalla trama debole, confusa ed incoerente, senza un carattere definito, e che all’inizio, tuttavia, prometteva bene, incentrandolo su una storia d’amore tragicamente terminata per la prematura dipartita della giovane moglie del protagonista, interpretato da un [...] Vai alla recensione »

martedì 11 novembre 2014
elgatoloco

Il tema delle"voci"da non si sa dove(dall'altro mondo, secondo il film)non è nuovissimo, in realtà. Ne parlava il grande scrittore e"artista totale"William Burroughs già molti  decenni fa, riuscendo a cogliere aspetti importanti del loro uso(qualunque fosse la loro attendibilità scientifica, qualunque fosse il loro tèlos), ma il tema è [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 marzo 2013
toty bottalla

Il mezzo tecnico come ponte con l'al di là non mi ha mai convinto, la sceneggiatura taglia presto il personaggio di raymond che dava interesse e mistero alla storia, mentre sara non incide nel racconto, poca attenzione ai personaggi di contorno e finale che si trascina incerto senza sorprendere. Saluti.

sabato 30 aprile 2011
tabacchi

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra De Luca
Ciak

Sono in molti nel mondo a credere che i morti tentino di mettersi in contatto con i vivi e che le loro voci e le loro immagini possano essere registrate e fotografate. I fautori dell’EVP (Electronic Voice Phenomenon, fenomeni di voce elettronica) definiscono queste comunicazioni inviate sulle frequenze di radio, televisori e computer “rumore bianco”, espressione che rimanda immediatamente al capolavoro [...] Vai alla recensione »

Pier Maria Bocchi
Film TV

Non vogliamo entrare nel merito tecnico-scientifico di ciò che White Noise promuove, ovvero l’EVP (Electronic Voice Phenomenon), registrazione di immagini e suoni dei morti. Il povero architetto protagonista vuole solo sentire e vedere la moglie defunta, ma incappa in altri trapassati, e più incavolati, alla ricerca d’aiuto. Basta così, per non rovinare le sorprese.

Alberto Castellano
Il Mattino

Un nuovo thriller soprannaturale, «White Noise», firmato da Geoffrey Sax. Il soggetto nasce da un fenomeno che ha circa un milione di adepti in tutto il mondo: si tratta dell'EVP (Electronic Voice Phenomenon) che consiste nella possibilità di registrare la voce dei morti su nastro magnetico. Ne resta affascinato anche Jonathan Rivers che, dopo l'improvvisa morte della bella moglie, non riesce a darsi [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati