East is East

Film 1999 | Commedia 96 min.

Regia di Damien O'Donnell. Un film Da vedere 1999 con Om Puri, Linda Bassett, Jordan Routledge, Archie Panjabi, Jimi Mistry. Genere Commedia - Gran Bretagna, 1999, durata 96 minuti. - MYmonetro 3,77 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi East is East tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ayub Khan-Din scrive una commedia di successo sul multietnismo nelle periferie britanniche e O'Donnell dirige un film eccezionale, ironico, trascinante: un vero fenomeno. Al Box Office Usa East is East ha incassato 4,2 milioni di dollari .

East is East è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,77/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,40
CONSIGLIATO SÌ
Recensione di Fabrizio Caleffi
Recensione di Fabrizio Caleffi

Ayub Khan-Din sceneggia una sua commedia di successo sul multietnismo nelle periferie britanniche e O'Donnell dirige un film eccezionale, ironico, trascinante: un vero fenomeno. Om Puri è il padre anglicizzato ma non fino al punto da non pretendere dai suoi figli un matrimonio tradizionale. Basset è la moglie british che si scontra con lui. I figli sono più inglesi di un nativo. Il melting pot produce un vero capolavoro cinematografico.

Sei d'accordo con Fabrizio Caleffi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

A Salford, sobborgo di Londra, nel 1971, abita George Khan, negoziante pakistano e musulmano osservante, con moglie cattolica del Lancashire e sette figli - una femmina e sei maschi, uno dei quali è gay - contaminati dalla cultura free degli anni '70. Da una pièce di Ayab Khan Din, messa in scena con successo al Royal Court Theatre e adattata dall'autore, un drammatico conflitto culturale e familiare risolto in cadenze di commedia con risvolti farseschi, talvolta beceri (molte pisciate). L'indubbia vivacità maschera gli stereotipi e il ristagno di azione e personaggi. 1° film di D. O'Donnell. Premio Bafta (British Academy) per il miglior film britannico dell'anno.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
EAST IS EAST
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
-
-
TheFilmClub
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
NOW
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 9 marzo 2013
francesca meneghetti

Il tema delle frontiere culturali e religiose ha assunto una rilevanza particolare nel dibattito culturale degli ultimi vent’anni. Fino a che gli italiani erano emigranti e l’immigrazione un fenomeno di nicchia, impercettibile, si viveva all’interno di una bolla etnocentrica: come gli uomini prima di Copernico. Ma, nel giro di trent’anni, da una dimensione di vita delimitata da piccoli orizzonti, [...] Vai alla recensione »

martedì 17 giugno 2014
stefano capasso

George è un uomo pakistano che vive nella periferia di Manchester. Ha sposato come seconda moglie in Inghilterra una donna inglese e con lei ha 7 figli. La rigida educazione musulmana che impone a tutta la famiglia comincia a divenire fonte di conflitto quando i figli crescendo chiedono di vivere secondo la cultura inglese, di cui sentono di far pienamente parte.

giovedì 11 giugno 2015
Therao

"East is East" vorrebbe essere una commedia dissacrante sullo scontro tra due culture, quella orientale e quella occidentale. Se si vuole affrontare un tema del genere, però, non si può prendere l'esempio peggiore della cultura orientale, ovvero quello di un rigido patriarca legato a barbariche tradizioni quali il matrimonio combinato o la circoncisione (a proposito, l'infibulazione di una delle figlie [...] Vai alla recensione »

martedì 23 ottobre 2018
Marcloud

Sono stato indeciso sul voto e alla fine ho scelto la sufficienza ma solo perché questo film ti fa riflettere sul tema dell'integrazione. Commedia drammatica che scade nello stereotipo e nel luogo comune. Può far ridere come infastidire. Se la prendiamo come una commedia assurda tutto apposto. Se la prendiamo come paradigma dell'oriente, commettiamo un grande errore.

martedì 27 maggio 2014
fox89

forse vado controcorrente , ma devo dire che tutta questa ironia non l'ho proprio trovata (magari magari solo i primi 10 minuti) per tutto il resto il film presenta un'atmosfera davvero pesante . Quì il fanatismo non viene burlato (come in The Infidel) ma viene narrato in maniera cruda , per niente risibile. Principalmente, la cosa che mi ha più irritato del film è stato il finale , dopo esser stati [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 settembre 2012
SilviaTrettel

Vorrei fare un appunto alla recensione dei Morandini. Salford è vicino a Manchester, nel Lancashire, non a Londra.

venerdì 17 giugno 2011
pinin

Questa e' Londra; film stupendo e a mio avviso,forse non sarete in sintonia con me,un grande atto d'amore verso la Grande Londra che accetta tutti senza umiliare nessuno

Frasi
"Figli bastardi, problemi bastardi!"
George Khan (Om Puri)
dal film East is East - a cura di teorbra
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Michele Anselmi
L'Unità

Magari si poteva trovare un titolo italiano di più agile pronuncia per East is East, a sorpresa campione di incassi in Gran Bretagna dopo la calorosa accoglienza a Cannes 1999. Ma il film di Damien O'Donnell, acquistato dalla Academy, merita comunque una visita in questo cine-Natale tutt'altro che esaltante: è divertente, istruttivo, interessante per come indaga, operando un piccolo salto temporale [...] Vai alla recensione »

Irene Bignardi
La Repubblica

Del rapporto tra l'Est indo-pakistano, islamico, induista dell'antico Raj britannico e l'Ovest della moderna Gran Bretagna, si è molto raccontato nel recente cinema inglese, tanto che sarebbe facilissimo fare un minifestival sul tema, partendo dall'ormai classico My beautiful laundrette, per continuare con Il giardino indiano, London kills me, Mio figlio il fanatico, che in varie versioni - poetica, [...] Vai alla recensione »

Massimo Lastrucci
Ciak

Si ride, si palpita e ci si commuove (un pochino) in questa felice trasposizione cinematografica di una pièce teatrale. Come spesso succede nel new cinema britannico, le forze fresche provenienti dal terzo mondo lo vivificano, raccontando le contraddizioni (ora esilaranti ora drammatiche) dell'incontro tra culture diverse. Nei primi 70 la famiglia Khan è so spesa tra la voglia d'integrazione dei sette [...] Vai alla recensione »

Paolo Boschi
Scanner

Il cinema inglese continua felicemente a sorprendere con commedie intelligenti ed originali , in grado di coinvolgere il pubblico nella storia e di stupire con improvvisi sprazzi di inconfondibile humour britannico. È il caso appunto di East is east, che gioca abilmente sul contrasto generazionale e, contemporaneamente, sul conflitto tra Oriente ed Occidente: il tutto confezionato in una rigida ed [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano.net

Tra fish and chips, bastonate, capelli a caschetto e attillate camicie hippy, come il tempo rock delle mele. Da qualche settimana è al secondo posto nella classifica del box office in Gran Bretagna, ma non è ancora un fenomeno Full Monty. Piace il conflitto tra rigidità religiosa e indipendenza giovanile in una famiglia anglo-pakistana della swinging London.

Aldo Fittante
Film TV

"Ti ho dato sette figli e non starò a guardare che li distruggi solo perché sei un lurido porco": lo sfogo della moglie del fiero pakistano George Khan - detto "Gengis" - è di quelli da presa di coscienza femminista. Siamo a Salford, nel nord dell'Inghilterra. E siamo, ancora, nel 1971. Nella comunità musulmana del posto, Gengis è famoso per il suo integralismo e per la sua "mano di ferro".

Paola Cristalli
Quotidiano.net

Commedia del melting pot e nuovo piccolo exploit a sorpresa del cinema britannico, East is east è una farsa familiare percorsa da lampi di crudeltà: e com'è ormai tradizione dei film inglesi più interessanti e internazionali, racconta di tessuti periferici urbani, di vite proletarie, di sconnessioni sociali. La sconnessione tragicomica, qui, è quella che nei primi anni Settanta scuote la famiglia di [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati