A torto o a ragione

Acquista su Ibs.it   Dvd A torto o a ragione   Blu-Ray A torto o a ragione  
Un film di István Szabó. Con Harvey Keitel, Stellan Skarsgård, Moritz Bleibtreu, Ulrich Tukur Titolo originale Taking Sides. Storico, durata 100 min. - Francia 2002. Acquista »
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Harvey Keitel
Harvey Keitel (79 anni) 13 Maggio 1939 Interpreta Il maggiore Steve Arnold
Stellan Skarsgård
Stellan Skarsgård (67 anni) 13 Giugno 1951 Interpreta Wilhelm Furtwangler
Moritz Bleibtreu
Moritz Bleibtreu (47 anni) 13 Agosto 1971 Interpreta Il luogotenente David Wills
Ulrich Tukur
Il rapporto tra l'arte della guerra e l'Arte in un film su Wilhelm Furtwangler e i suoi rapporti con il nazismo ma anche sul pragmatismo americano che non sempre genera perle di saggezza.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
primo piano
La Germania e la denazificazione. Politica e arte a confronto.
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Dopo il crollo del Terzo Reich, l'ingresso delle truppe alleate in Berlino dà avvio, oltre che alla spartizione della città, al processo di denazificazione. Chiunque abbia collaborato coi nazisti deve essere epurato. Cio' avviene in tutti i settori, nessuno escluso. Un alto graduato americano, interpretato da Harvey Keitel, ha l'incarico di occuparsi di Wilhelm Furtwangler, il famoso direttore d'orchestra. Il Maestro è principalmente accusato di aver diretto un concerto in occasione del compleanno di Hitler. Lo scontro tra l'accusatore e l'accusato occupa ampia parte del film. Ma non si tratta né di un film biografico, né, ancor meno, di una di quelle opere che mutuano dal cinema processuale le loro figure retoriche. Grazie alla recitazione dei protagonisti il confronto tra due uomini si tramuta in uno scontro tra culture. Su un tema facilmente manipolabile come è quello dell'acquiescenza alla dittatura, Szabó innesta una riflessione sulla chiusura mentale del militare statunitense. Anche nel compiere un'azione utile e necessaria dimostra i limiti di una cultura con radici troppo recenti per potersi addentrare in territori 'alti'. Quando poi la giovane assistente dice all'americano: "Sono stata interrogata dalla Gestapo e i metodi erano come i suoi" la memoria non può non andare alla prigione di Guantanamo. Coraggiosa la Berlinale a programmarlo.

Stampa in PDF

Premi e nomination A torto o a ragione MYmovies
* * * * -

Arte e patria

sabato 16 settembre 2006 di domenico maria

Ricordo bene quando venne proiettato questo film.In una sala del centro di Roma,di medie dimensioni,c'era,si e no,una dozzina di persone.Nondimeno,il giudizio della critica di molti autorevoli quotidiani fi ottimo,nella media,con punte di vera ammirazione.Noto che su questo sito,la valutazione appare più povera come numero e,mi si consenta,parecchio meno motivata,dal profondo.Wilhelm Furtwaengler(1886-1954)è stato uno dei più grandi direttori di orchestra del 20°Secolo e,come giustamente osserva continua »

* * * - -

Com'è potuto accadere?

sabato 28 dicembre 2013 di THEOPHILUS

A TORTO O A RAGIONE     1945: i vincitori processano i vinti, come dev’essere. Un maggiore dell’esercito americano, Steve Arnold (Harvey Keitel) viene inviato a Berlino con lo scopo di rinvenire le prove del coinvolgimento di Wilhelm Furtwängler (Stellan Skarsgård) con il regime nazista. Non è possibile portare alla sbarra tutti coloro che furono implicati col partito nazionalsocialista: occorre pertanto produrre degli esempi forti, comminare delle punizioni continua »

H. Keitel
"Che bisogno c'era qui, in questo paese, di salvare ebrei, se nessuno lo sapeva?!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | A torto o a ragione

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 25 ottobre 2005

Cover Dvd A torto o a ragione A partire da martedì 25 ottobre 2005 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd A torto o a ragione di István Szabó con Harvey Keitel, Stellan Skarsgård, Moritz Bleibtreu, Ulrich Tukur. Distribuito da Cecchi Gori Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1, e sottotitolato in italiano - italiano per non udenti. Su internet A torto o a ragione è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film A torto o a ragione

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

forse anche per questi, la risposta sta nelle parole del colonnello Dymshitz (Oleg Tabakov). All’inizio si diffida del potere, spiega, poi se ne intravedono i vantaggi, in seguito ci si lascia sedurre dagli onori, alla fine ci si ritrova "a dirigere il più grande museo del mondo". Così suona il lapsus del sovietico Dymshitz, che con ogni evidenza parla di sé e dello stalinismo. La si può chiamare corruzione morale, questa resa progressiva e muta della coscienza. Si comincia con un no non detto, perduto nel silenzio, e poi ci si chiude in un circolo vizioso di sì, ormai complici. »

di Enrico Magrelli Film TV

Cultura e politica. Responsabilità dell’artista e dittatura. Restare nella propria patria o fuggire. Servire la musica, non perdere alcuni privilegi o opporsi al regime. Beethoven e Bruckner o Betty Grable e Bob Hope. Spartiti e polizze assicurative. Mercato dei talenti e ragion di Stato. Nel duello tra il grande direttore d’orchestra Wilhelm Furtwangler (Skarsgàrd) e il maggiore Steve Arnold (Keitel) sono questi gli intricati temi del dibattito. Arnold ha l’incarico di interrogare il musicista per conto del Comitato Americano per la Denazificazione, tra le macerie di una Berlino da quinta teatrale, in una stanza in cui si “processa” un uomo e si espongono le tesi e le antitesi di un problema morale e politico. »

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

Fuori cadono le bombe, ma nulla sembra turbare il direttore d’orchestra: poco prima della fine della Seconda guerra mondiale, Wilhelm Furtwangler dirige, nella prima sequenza di A torto o a ragione di István Szabó, l’ennesimo concerto davanti a una folla di gerarchi nazisti. Lui non fa politica, lui non vuole occuparsi di queste piccolezze terrene: lui è il Genio, l’interprete sublime della più straordinaria tradizione musicale, un uomo che crede di avere il diritto di vivere al di sopra delle contigenze storiche, anche le più terribili. »

A torto o a ragione | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | domenico maria
  2° | theophilus
Rassegna stampa
Roberto Escobar
Luigi Paini
Rassegna stampa
Enrico Magrelli
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità