Max Payne

Acquista su Ibs.it   Dvd Max Payne   Blu-Ray Max Payne  
Un film di John Moore. Con Mark Wahlberg, Mila Kunis, Beau Bridges, Donal Logue, Ludacris.
continua»
Azione, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - USA 2008. - 20th Century Fox uscita venerdì 28 novembre 2008. MYMONETRO Max Payne * * - - - valutazione media: 2,16 su 86 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
2,16/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * * - - -
 pubblico * * - - -
Trailer Max Payne
Il film: Max Payne
Uscita: venerdì 28 novembre 2008
Anno produzione: 2008
Dopo che la moglie e la figlia neonata vengono uccise da un gruppo di criminali e spacciatori, l'agente di polizia newyorchese Max Payne giura di vendicarsi in ogni modo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Max Payne è un (anti)eroe virtuale che si incarna nel corpo di un attore e dentro un cinema videogamizzato
Marzia Gandolfi     * * - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Max Payne è un poliziotto arrabbiato e determinato a vendicare la morte violenta della sua famiglia. Emotivamente instabile, Payne lavora all'archivio casi irrisolti, alimentando il suo dolore e la sua collera. La morte del suo ex collega e di una spregiudicata bellezza russa, affettata a suon di lama, lo induce a investigare nei bassifondi della città, armato di una doppia Beretta. Ossessionato dalla vendetta e perseguitato da demoni e angeli neri, scoprirà presto un legame tra gli omicidi. La verità farà male, il castigo sarà impietoso, la vendetta definitiva.
Se la vera forza di un'avventura videogiocata sta nella sua giocabilità e nella sensazione di entrare gradualmente in un mondo altro, la forza di un film risiede piuttosto nella fantasia narrativa e iconografica. Da una parte la lentezza di un'esplorazione dove è facile perdersi alla ricerca di una chiave nascosta o di un nemico da abbattere sotto l'effetto di una droga sintetica, dall'altra la crescente frenesia della fruizione cinematografica. John Moore, sulla scia del successo del videogame cinematografizzato, videogamizza il film, mutuando strutture e forme dal "Max Payne" game. Max Payne è un'(anti)eroe virtuale che si disanima incarnandosi nel corpo di un attore, l'armato ragazzaccio in action di Mark Wahlberg. Il regista recupera e reinnesta nella sua "trasposizione" la tradizione del genere noir, che sin dalle origini si configura come potente macchina estetica e narrativa, sospesa sull'indecidibilità tra bene e male. Nero, nerissimo, Max Payne è un personaggio oscuro, un cacciatore implacabile con cui è impossibile non identificarsi. Cosa c'è di più romantico della vendetta per amore? O di un poliziotto mai pacificato che combatte il crimine e l'ambiguità della giustizia? Come "Il Punitore" (The Punisher), creato da Gerry Conway, Ross Andru e John Romita Sr., Max Payne è sopravvissuto alla sua famiglia ed è deciso a vendicarsi, sostituendosi alla legge, perseguendo la punizione e trasformandosi in giudice e boia.
La trasposizione di Moore non produce un significativo scarto rispetto ai precedenti film tratti da videogame (Lara Croft- Tomb Raider, The Hitman, Resident Evil) procedendo a una semplice e pura translazione semantica, ovvero la "traduzione" di una storia dai codici propri del gioco tridimensionale a quelli dell'immagine in movimento. Non realizza insomma un vero e proprio innesto della grammatica del videogame di partenza all'interno di un diverso sistema di comunicazione. La computer graphic, lo slow motion e le riprese in soggettiva non sono sufficienti a restituire l'universo stilistico del gioco originale. Le straordinarie abilità atletiche di Payne nel film appaiono esagerate. Se nel gioco sono credibili, al cinema richiedono quanto meno una giustificazione narrativa: Max non è un supereroe extraterrestre come Superman, né il Neo della resistenza contro l'universo virtuale di Matrix, che conosce l'artificiosità delle leggi fisiche di quel mondo e quindi può superarle. Nel film Max Payne appare come un piatto stereotipo in un sistema narrativo tanto scontato quanto inconsistente. Soltanto in un videogioco la storia è quasi superflua se non addirittura ignorata a beneficio dell'azione. No, Max non è apparso sullo schermo. Max Payne si rivela soltanto a chi ha la pazienza di entrare nel suo ruolo e dentro l'esperienza ludica, soffrendo e giocando per lui.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
MAX PAYNE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
Infinity
-
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play
Premi e nomination Max Payne MYmovies
Max Payne recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
* * - - -

Non era forse lecito aspettarsi di più

lunedì 26 gennaio 2009 di Marco C.

Certo, dopo aver giocato e rigiocato ai due episodi per PC (molto più spettacolari delle versioni console) molte cose di questo film possono far sorridere, ma questo è il prezzo che si paga per la trasposizione di un videogioco che dura ore e ore ad un film che massimo ne dura due o tre. Personalmente, avrei evitato lo stravolgimento di trama e personaggi e avrei cercato di riproporre qualcosa di più fedele al gioco, anche se ciò è molto difficile da ottenere. Le cose che proprio non mi sono continua »

* * - - -

Come distruggere l'eroe in pixel del noir

domenica 7 dicembre 2008 di Michele Montanari

Per chi ha vissuto l'emozione di una scorribanda nella notte di una New York fatta di neve, proiettili e poligoni, la visione di Max Payne deve essere sconsigliata. Il regista riesce ad incastrare tra effetti speciali interessanti e surreali, una fotografia di intenso effetto ed una trama appena sostenibile tutto quello che dentro al videogame c'era di buono: il protagonista dotato di struttura psicologica ed ironie al limite della psicanalisi, una storia avvincente anche se non originale, un crescendo continua »

* - - - -

Max payne: che sonno!

venerdì 2 gennaio 2009 di Houssy

Cosa si poteva fare con i milioni di dollari spesi per portare al cinema Max Payne? Tantissimo. Forse si potevano investire nella ricerca, oppure donare all'Unicef, ci si poteva costruire un bel ospedale e dulcis in fundo se al già consistente gruzzolo si fosse aggiunta la cifra spesa per finanziare i vari Epic movie, Disaster movie, Treciento e compagnia cantando, forse si sarebbe risollevata la famosa "crisi". Invece no, i produttori e la 20th Century Fox in testa hanno deciso di creare una nuova, continua »

* * - - -

Rimorso, rabbia, dolore, tormento.

venerdì 18 febbraio 2011 di ultimoboyscout

Personaggio molto difficile da interpretare quello impersonato da Wahlberg che supera agevolmente l'esame. Il detective tormentato e pieno di incubi ha già un nome che è tutto un programma: anche se Payne si scrive in maniera diversa si pronuncia alla stessa maniera di pain che vuol dire dolore, per la precisione massimo dolore, il che è già esplicito di ciò che ci aspetta. Il film si svolge in una New York opaca e nevosa, gelida e tenebrosa, bellissima la continua »

Max Payne
Fuori, nella notte, la neve scendeva come il riso al matrimonio del diavolo.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
MAX PAYNE
Mentii dicendo a me stesso che era tutto finito, io ero ancora vivo; la mia famiglia no…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Max Payne
Per cosa sta BB?
Brutto Bastardo?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Max Payne oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Max Payne

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 26 gennaio 2011

Cover Dvd Max Payne A partire da mercoledì 26 gennaio 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Max Payne di John Moore con Mark Wahlberg, Mila Kunis, Beau Bridges, Donal Logue. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment. Su internet Max Payne è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Max Payne

APPROFONDIMENTI | Il polizziotto ribelle e antieroe.

Il film

lunedì 17 novembre 2008 - Pressbook

Max Payne, il film Max Payne è un poliziotto ribelle e un antieroe, determinato a trovare le persone responsabili dei brutali omicidi della sua famiglia e del suo collega. In cerca di vendetta, la sua indagine ossessiva lo porta in un viaggio da incubo nei bassifondi più oscuri. Mentre il mistero si infittisce, Max è obbligato a combattere dei nemici sovrannaturali e fronteggiare un tradimento impensabile. Il candidato all'Oscar Mark Wahlberg (The Departed – il bene e il male) interpreta Max Payne, un uomo che non segue le regole e che non ha nulla da perdere, mentre indaga su una serie di misteriosi omicidi che potrebbero essere collegati con la morte della moglie e del figlio.

INCONTRI | A Roma per promuovere Max Payne, Mark Wahlberg ci racconta il "dolore massimo" di un poliziotto virtuale, le sue ambizioni registiche e i suoi successi produttivi.

Il ragazzo con le pistole

lunedì 10 novembre 2008 - Marzia Gandolfi

Max Payne, il ragazzo con le pistole Prima di essere un eroe virtuale incarnato dentro al cinema videogamizzato di Moore, prima di essere un professore di scienze nell'happening di Shyamalan, prima di mettere su famiglia e di andare a messa ogni (maledetta) domenica, prima di vivere una vita normale senza i privilegi dei "goodfellas" e prima della sua effettiva integrazione e dell'attestazione (pubblica e privata) di una compiuta dignità, Mark Wahlberg è stato un "bravo ragazzo" bostoniano. Nato nel quartiere irlandese di Dorchester, bagnato dal Mystic River e battuto dalla letteratura di Dennis Lehane, Mark ha una fisicità da "dritto" che ha resistito ad un'adolescenza di eccessi e violenza, un corpo-luogo di fascino infernale, sprofondato nella piaga delle proprie personali ambiguità.

NEWS | Mark Wahlberg candidato all'Oscar.

Dal videogioco al film

mercoledì 12 novembre 2008 - Lisa Meacci

Max Payne, dal videogioco al film Tra poco nelle sale cinematografiche italiane (dal 28 novembre), si è già cominciato a parlare del nuovo film della 20th Century Fox, Max Payne. Ispirato al videogioco di grandissimo successo Max Payne e Max Payne 2: The Fall of Max Payne, la pellicola del regista John Moore racconta di un poliziotto ribelle in cerca di vendetta. Il viaggio di Max ha uno scopo ben preciso, quello di trovare i responsabili dei brutali omicidi della sua famiglia e del suo collega, non importa se questo significherà raggiungere i bassifondi più oscuri o se occorrerà combattere contro nemici sovrannaturali.

GALLERY | Un uomo che non ha nulla da perdere.

La fotogallery

giovedì 13 novembre 2008 - a cura della redazione

Max Payne, la fotogallery Il regista John Moore definisce il suo nuovo lavoro "un action-thriller neo noir che tenta di realizzare un'unione estrema tra reale e irreale". Con il suo talento visivo ci porta direttamente nel mondo e nella testa di Max, in un viaggio fatto di azione, emozioni, mistero e immagini impressionanti, tinte di sovrannaturale. Il candidato al premio Oscar Mark Wahlberg, è arrivato a questo film subito dopo aver interpretato dei ruoli drammatici in E venne il giorno e The Lovely Bones. L'attore americano, che ha apprezzato l'opportunità di tornare alle sue radici di uomo d'azione, ha dichiarato: "John Moore mi ha veramente permesso di andare lontano con le azioni e le emozioni, ha superato i limiti".

   

Quando la vendetta è un piatto freddo

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Mark Wahlberg interpreta bene un personaggio difficile: un poliziotto interessato soltanto alla vendetta contro i criminali che gli hanno sterminato la famiglia. Se il film è dinamico quanto può esserlo un'opera derivata da un videogame, il protagonista ha una silenziosa interiore intensità, una furia muta non semplici da interpretare ma in questo caso molto eloquenti. E' interessante l'atonia che l'attore (di solito più usato in ruoli diversi) è capace di raggiungere per dare l'impressione di un uomo schiacciato dalla sofferenza e concentrato nell'idea della vendetta. »

With its perpetual gloom and Mark Wahlberg's fixed scowl, this tale of a vengeance-seeking cop is bogged down in the shadows

di Sam Adams The Los Angeles Times

There's film noir, and then there's " Max Payne," which is so dark it looks as if the negative were dropped in a puddle of ink. In the Stygian gloom of John Moore's video-game derivative, there's no contrast between light and shadow, only between shadows and slightly darker shadows. Woe to the moviegoer who shows up late and has to grope around for a seat. Woe, in fact, to the moviegoer who shows up at all. Turning video games into movies may be one way for studios to coax teenagers away from their laptops, but this time around, the results are miserable, in every sense of the word. »

di Peter Travers Rolling Stone

It doesn't look, sound or resonate like a movie, so what is Max Payne? It's a videogame, people, masquerading as cinema and yet one more blight on pop culture. Mark Wahlberg has followed his deserved Oscar nomination for The Departed with questionable choices, such as Shooter and The Happening. But this is a career low. Max Payne is a dank, dispiriting cop flick that merely requires Wahlberg to wear a scowl that could have been painted on digitally with more expressiveness. Wahlberg's Max is an NYPD washout reduced to handling cold cases, like the murder of his wife and child. »

Per Wahlberg un giustiziere da videogame

di Valerio Caprara Il Mattino

Ancora un videogame come fonte di un film d'azione, con tutti i limiti, ma anche qualche vago merito che il trapianto comporta. La versione per lo schermo del fortunato prodotto Rockstar «Max Payne» prevede che un valido attore come Mark Wahlberg si cali con qualche difficoltà d'espressione nei panni dell'omonimo detective, scatenato nella caccia ai criminali tossicodipendenti del micidiale «Valkyr» che gli hanno sterminato la famigliola. Arruolatosi nell'unità antidroga della polizia, infatti, avrà tutte le occasioni per mettere le mani sul clan mafioso che controlla produzione e diffusione del composto. »

Max Payne | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | marco c.
  2° | michele montanari
  3° | ultimoboyscout
  4° | andyflash77
  5° | grindhouse
  6° | shingo tamai
  7° | renato c.
  8° | houssy
Rassegna stampa
Peter Travers
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 28 novembre 2008
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità