Mr. Brooks

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Mr. Brooks   Dvd Mr. Brooks  
Un film di Bruce A. Evans. Con Kevin Costner, Dane Cook, Demi Moore, William Hurt, Marg Helgenberger.
continua»
Drammatico, durata 120 min. - USA 2007. - Buena Vista uscita venerdì 5 ottobre 2007. - VM 14 - MYMONETRO Mr. Brooks * * - - - valutazione media: 2,48 su 62 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,48/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * * * - -
Trailer Mr. Brooks
Il film: Mr. Brooks
Uscita: venerdì 5 ottobre 2007
Anno produzione: 2007
   
   
Uno stimato uomo d'affari, nonché amorevole padre di famiglia, grazie alle sue notevoli capacità e il suo fiuto per il business, è riuscito ad ottenere numerosi successi personali. Ma l'uomo nasconde un segreto.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un thriller in cui le premesse di inquietudine si esauriscono presto in situazioni inverosimili
Marzia Gandolfi     * * - - -

Sono due anni che Mr. Brooks non uccide nessuno e fila diritto. Con l'aiuto di Dio e di un gruppo terapeutico, a cui tace la vera natura della sua dipendenza, è riuscito a reprimere l'altro sé: Marshall, proiezione criminale del suo io, che lo spinge a commettere efferati delitti. Il "killer delle impronte", fuori servizio, è un padre amabile, un marito fedele e un imprenditore di successo. Ossessionato dal controllo e dalla pulizia, la scena dei suoi crimini non rivela mai un indizio. Ma una notte, mentre consuma un duplice omicidio, qualcuno lo osserva e lo fotografa. Il voyeur non sembra però ansioso di consegnarlo alla giustizia...
Il cinema americano si affida spesso ai "cattivi" per costruire la propria forza morale. Si potrebbe tratteggiare una galleria di volti contro cui il cinema dei "buoni" ha combattuto. Uno su tutti: il Kevin Spacey di Seven e dei Soliti sospetti, che incarna perfettamente il fascino del male metafisico, liberato cioè dalla costrizione del corpo (John Doe è invisibile perché ha cancellato le proprie impronte digitali, Kayser Soze si annulla inventando una creatura efferata). Mr. Brooks è invece e soprattutto un corpo. La fisionomia del malvagio di Kevin Costner segue la strada della seduzione e la tentazione del male torna ad avere una (bella) forma sullo schermo.
Da questo punto di vista ancora più interessante e ambigua appare la scelta di Kevin Costner per il ruolo del serial killer, che in un certo senso sconvolge le regole dell'invariabilità interpretativa.
Bruce A. Evans, sceneggiatore dello Stand by me di Rob Reiner, consegna al cattivo il corpo di un buono incallito, costringendo lo spettatore a subire un male ancora più forte. L'eroico Costner di Balla coi lupi mutua e degrada la propria immagine, corrompe l'espressione innocente (che conservava anche nel "mondo perfetto" di Eastwood), interpretando la perversione che attrae irresistibilmente i personaggi (il fotografo ficcanaso e l'agente di polizia) e gli spettatori.
I motivi di interesse della pellicola di Evans terminano qui. Le promesse di inquietudine si esauriscono presto, molto presto, in situazioni inverosimili e la suspense, determinata soltanto dall'attesa dello smascheramento, è priva di qualsiasi immaginazione. Si avverte una sorta di sfasatura nel tessuto, il film sembra sfuggire di mano al regista in un continuo scollamento tra le intenzioni e i risultati.
Mr. Brooks risulta alla fine strutturato di momenti topici, costruito con situazioni forti, che finiscono per negare i personaggi, resi inspiegabilmente tutti ambigui. Il doppio di Kevin Costner è William Hurt, alter ego gigionesco e colpevole.

Premi e nomination Mr. Brooks MYmovies
Mr. Brooks recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Mr. Brooks
Primo Weekend Italia: € 300.000
Incasso Totale* Italia: € 759.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 4 novembre 2007
Primo Weekend Usa: $ 10.020.000
Incasso Totale* Usa: $ 28.321.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 29 luglio 2007
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
22%
No
78%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Serial killer gentiluomo

martedì 28 agosto 2007 di kinglands

Trama: Mr. Brooks è l’uomo dell’anno: marito, padre e impresario perfetto. Vita idilliaca? Nemmeno a parlarne: è schizofrenico, e di notte uccide copulanti coppiette solo perchè è “addicted”. La sua vicenda personale si contorce non poco quando una sexi e ostinata detective si occupa del caso, sua figlia scappa dal college per oscuri motivi, e un famigerato Mr. Smith gli si presenta in ufficio con documenti compromettenti ed una proposta morbosa. Commento: Ci sono spettatori, come il sottoscritto, continua »

* * - - -

Thriller tiepido.

martedì 11 settembre 2012 di ANDREA GIOSTRA

Un Dottor Jekyll e Mister Hyde versione ventunesimo secolo, con una piccola e impercettibile (allo spettatore disattento) citazione ad Highlander di Russell Mulcahy: sguardo vibrante ed estatico verso il cielo e braccia allargate in un “trepidante” momento di acquisizione di energia e forza per il duplice assassinio appena commesso dal seria killer dalla faccia buona! La scissione psicotica e paranoica di personalità del protagonista (Kevin Costner) è troppo netta e artificiosa continua »

* * * - -

Ah, quanto siamo egoisti!

giovedì 27 marzo 2008 di Rosafio Joel

Certamente già i primi fotogrammi ci restituiscono un Kevin Costner apparentemente stereotipato, pronto per un ennesimo ruolo non all'altezza: il tipico uomo d'affari, ben vestito e perfettino. Dopo mezz'ora già mi sto ricredendo: sarà forse lo "scontro" col suo alter ego malvagio (William Hurt) che ne ravviva la verve, sarà che Demi Moore è sempre una bella figliola (ma questo non importa) o sarà il gran bel lavoro del direttore della fotografia che ci restituisce toni oscuri e maledettamente seducenti continua »

* * * - -

Il desiderio umano esce di casa solo di notte

domenica 21 ottobre 2007 di Jourdain

Un uomo arrivato, "l'uomo dell'anno", non si accontenta del successo, dei soldi, di avere una bella moglie; vuole di più: si droga della morte degli altri, la sua dipendenza è il continuo ripetersi e confermarsi del suo strapotere sugli altri, sulla gente comune. Si sta parlando dell'infinito desiderio dell'uomo, si sta parlando dell'egoismo dell'uomo. Di giorno rispettabile borghese, di notte supera la sua stessa posizione rispettabile e uccide: distrugge ruoli e gerarchie sociali. Interessante continua »

Mr. Earl Brooks.
Trovare qualcuno che pensi possa essere divertente da uccidere è come.. Bhe, è un po' come innamorarsi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Mr. Earl Brooks.
Finding someone you think would be fun to kill is a bit like, well it's a bit like falling in love. You meet a lot of candidates, and you like some of them, and they're nice. But they're not right. And that special one comes along, and your heart beats faster, and you know that's the one.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Mr. Earl Brooks.
Prima di essere il "Killer delle Impronte", Mr. Smith, ho ucciso molte persone in molti modi diversi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Mr. Brooks oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Mr. Brooks

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 3 settembre 2008

Cover Dvd Mr. Brooks A partire da mercoledì 3 settembre 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Mr. Brooks di Bruce A. Evans con Kevin Costner, Dane Cook, Demi Moore, William Hurt. Distribuito da Buena Vista Home Entertainment. Su internet Mr. Brooks è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film Mr. Brooks

SOUNDTRACK | Mr. Brooks

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 31 agosto 2007

Cover CD Mr. Brooks A partire da venerdì 31 agosto 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Mr. Brooks del regista. Bruce A. Evans Distribuita da Milan Records.

APPROFONDIMENTI | Ecco cosa scrivono i critici americani sul film che vede Kevin Costner nei panni di un serial killer.

Pro e contro

giovedì 4 ottobre 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Mr. Brooks: pro e contro Dopo due anni di assenza dalla scena (del crimine) l'uomo dell'anno Earl Brooks - imprenditore di successo, generoso benefattore, marito e un padre amabile con una segreta indole e un passato da serial killer - torna a uccidere a sangue freddo. Il gusto con cui si gode il suo ennesimo omicidio viene però bruscamente interrotto alla scoperta di essere stato visto e addirittura immortalato sul luogo del delitto da un voyeur. Tuttavia, il fotografo amatoriale non ha nessuna intenzione di gettarlo in pasto alla giustizia e alla stampa, ma in cambio del silenzio gli chiede di poterlo accompagnare durante la ricerca e l'eliminazione di nuove vittime.

Delitti fra adulti con Kostner psicotico

di Francesco Alò Il Messaggero

Potevano stare nel "Grande freddo" insieme ma il montaggio finale di Lawrence Kasdan ha tenuto separati il cinquantaduenne Kevin Costner e il cinquantasettenne William Hurt per 24 anni. Un vero peccato visto che i loro duetti sono la cosa migliore del thriller Mr. Brooks di Bruce A. Evans, sceneggiatore veterano (nomination all'Oscar per l'ottimo "Stand by Me" nel 1987) qui alla sua seconda regia. Costner è un ricco uomo d'affari e padre di famiglia integerrimo con antipatiche ricadute nell'omicidio seriale. »

di Giulia D'Agnolo Vallan Il Manifesto

Ampiamente stroncato dalla critica americana più politically correct, per le sue incongruenze e la sua anima naivemente perversa, Mr. Brooks è in realtà un'interessante aggiunta alla filmografia di un attore che in passato non ha esitato a rischiare il ridicolo (l'esempio più clamoroso rimane l'incompreso The Postman) per reinventare il suo personaggio. Forse per noia, forse per l'irresistibile prospettiva di una serie di duetti con William Hurt, questo Jekyll e Hyde dei nostri giorni, una sorta di A Histoiy of Violence dei poveri (dirige Bruce A. »

L’unione dei riciclati stavolta fa la forza

di Alessandra Levantesi La Stampa

«Has been», che significa «è stato», è il marchio fatale che si applica ai divi sulla china della decadenza. In questo senso Mr. Brooks si presenta. quasi come una cooperativa di interpreti decaduti dalle posizioni di prestigio che avevano anni or sono. Dal tempo dei sette Oscar vinti dal suo Balla coi lupi (1990), Kevin Kostner non ha più azzeccato un successo; dai venti milioni di dollari che percepiva, Demi Moore oggi si scrittura per molto meno; e quanto a William Hurt, alcolismo e cattivo carattere gli hanno impedito di restare in vetta. »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

William Hurt, seduto nel sedile posteriore dell'auto, fa il diavoletto (quello che stava su una spalla di Paperino, a bisticciare con l'angelo dell'altra spalla, qui assente). "Quand'è che usciamo di nuovo a divertirci insieme? Quand'è che scanniamo un'altra coppietta che fa l'amore?" Guida la macchina Kevin Costner, marito e padre esemplare con la metà oscura che ogni tanto si impone. Mr Brooks vorrebbe smettere, non cadere di nuovo in tentazione, o perlomeno far tacere il cattivo compagnuccio. »

Mr. Brooks | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Approfondimenti
pro e contro
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità