La terra

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La terra   Dvd La terra  
Un film di Sergio Rubini. Con Fabrizio Bentivoglio, Paolo Briguglia, Emilio Solfrizzi, Massimo Venturiello, Claudia Gerini.
continua»
Thriller, durata 112 min. - Italia 2006. uscita venerdì 24 febbraio 2006. MYMONETRO La terra * * 1/2 - - valutazione media: 2,81 su 63 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,81/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
Trailer La terra
Il film: La terra
Uscita: venerdì 24 febbraio 2006
Anno produzione: 2006
   
   
   
Rubini riesce a non cadere nel clichè e stereotipo dei film sul "ritorno a casa", grazie anche e soprattutto alla bravura di Fabrizio Bentivoglio.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Thriller familiare in terra pugliese
Luisa Ceretto     * * - - -

Se con il precedente film, Sergio Rubini sembrava aver completato il viaggio nella memoria e nella cultura della propria terra d'origine, con La Terra vi fa ritorno, quasi sentisse la necessità di pareggiare e chiudere i conti con un certo vissuto. Almeno questo è quanto si trova a dover fare il protagonista del film Luigi, un professore di filosofia che vive ormai da molto tempo a Milano, che ritorna in Puglia per vendere la tenuta di famiglia. Scopre, ben presto, che dei tre fratelli, soltanto Michele (affarista sfortunato e un po' avventato) e Mario (studente impegnato nel volontariato) sono d'accordo: Aldo, il fratellastro, per nessuna ragione è intenzionato a dare il consenso alla vendita della proprietà, su cui peraltro risiede. La vicenda si complica con un omicidio e Luigi si ritroverà, suo malgrado, a dover ricomporre la precaria unione familiare.
Rubini riesce a non cadere nel clichè e stereotipo dei film sul "ritorno a casa", grazie anche e soprattutto alla bravura di Fabrizio Bentivoglio, che interpreta il personaggio del professore giunto dal nord, con una gamma di tonalità espressive equilibrate e non scontate. La scrittura adottata è quella del thriller, di cui il regista si serve per una storia di più sicura e facile accessibilità. Forse un po' troppo e questa scelta rischia di costituire il limite del film, ma al contempo di renderlo fruibile ad un più vasto pubblico. Interessante la chiusura del film, un apparente happy end, in cui però, nulla è più come prima o come sembra, ciascun personaggio ha perso e ritrovato sé stesso nel momento in cui si confronta con gli altri e dove la verità, per chi la vuole sapere, ha il valore di parole sussurrate all'orecchio. A far da sfondo alla vicenda, ma a tutti gli effetti presente al pari di un altro personaggio, è il paesaggio della Puglia, coi suoi maestosi scenari, che alternano alla solarità delle spiagge, la bellezza delle piazze dei piccoli centri urbani con le chiese barocche e le suggestioni di processioni notturne.

Stampa in PDF

Premi e nomination La terra MYmovies
il MORANDINI
La terra recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi La terra
Primo Weekend Italia: € 418.000
Incasso Totale* Italia: € 2.266.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 3 settembre 2006
Sei d'accordo con la recensione di Luisa Ceretto?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination La terra

premi
nomination
David di Donatello
0
7
* - - - -

Un film terra-terra

domenica 12 marzo 2006 di francesco

Leggendo le recensioni entusiaste a "la terra" nell'antologia che pubblicate on-line (ma che annoverano altrove persino Carlo Lucarelli e Camilleri) non so se pensare all'enorme potere di pressione degli uffici stampa delle produzioni o all'irrudicibile soggettivismo del giudizio estetico.Propendendo democraticamente per il secondo non posso fare a meno di confessare che a me il film è sembrato confuso e sgrammaticato nella forma e superficiale nella resa del contenuto (quello sì ambizioso). continua »

* * * * -

Saga familiare tinta di giallo,

domenica 26 febbraio 2006 di Raffa S.

“La terra” è un ulteriore omaggio che il regista di Grumo (Bari), romano d’adozione, rende alla sua terra, e, in generale, alla “memoria” d’ognuno. Cose e paesaggi sono un tripudio di pugliesità (uliveti sterminati, masserie, mare cristallino, mandorle e primitivo), ma quella che Rubini racconta è una storia universale, o, perlomeno, molto italiana. Stazione di Mesagne, Brindisi. È pieno giorno, eppure non c’è un’anima. Un treno si ferma. Scende un uomo. Entrambi pare abbiano fretta di ripartire: continua »

* * * * *

Un capolavoro per un pubblico esperto!

giovedì 25 gennaio 2007 di Giux scorpio

Come sempre il nostro Rubini non si smentisce mai, ogni film che tocca si trasforma in una apoteosi di verità, avvolte cruda e spicciola ma assolutamente non esecrabile. Il film si rivela scena per scena ritraendo con minuziosità una famiglia e i suoi personaggi, nel dettaglio assoluto, la regia è impeccabile e la trama è affascinante e tremendamente attuale per le nostre pagine di cronaca. Quello che la fa da padrone, nel fim, è la rivalsa e l'orgoglio, ed entrambi questi sentimenti sfociano come continua »

* * * * -

Rubini e la dostoevskijana terra

lunedì 28 dicembre 2009 di DAVIDE DI FINIZIO

Sarebbe davvero interessante chiedere a S. Rubini se teneva presente I fratelli Karamazov quando si avventurò nella regia di questo film, che mostra diversi punti di contatto col capolavoro di Dostoevskij: tre fratelli, un fratellastro, un uomo morto, un dramma familiare che si tinge di giallo, ma con più vaste ambizioni. Peraltro Luigi, il professore di filosofia che arriva da Milano per vendere la tenuta di famiglia può essere suggestivamente associato ad Ivan, per l'appunto il "filosofo". Curiose continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film La terra adesso. »
Shop

SOUNDTRACK | La terra

La colonna sonora del film * * * - -

È disponibile in tutti i negozi la colonna sonora del film La terra del regista. Sergio Rubini il cd è composto da musiche di genere http://giotto.ibs.it/cop/getta.asp?e=4029758705728&q=688&f=A, e http://www.ibs.it/disco/4029758705728/pino-donaggio/la-terra.html?shop=1563.

di Alberto Crespi L'Unità

Popolo italiano, sull’attenti: c’è un nuovo. bravissimo regista in città. A dire il vero è attivo da oltre 15 anni. è famoso soprattutto come attore e aveva già diretto 7 film: ma l’ottavo, che esce oggi e si intitola La terra, è un salto di qualità che colloca Sergio Rubini (di lui stiamo parlando) nel ristretto novero dei cineasti italiani che contano. Perché mescola i generi con sapienza, rende grottesco il glorioso tessuto narrativo della commedia, dice cose violente e profonde sull’architrave della nostra società: la famiglia, vera protagonista del film. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Come possono essere bravi gli attori italiani, quando sono bravi. Ne La terra di Sergio Rubini, quest'ultimo interpreta come meglio non si potrebbe il personaggio di uno strozzino e trafficante carogna, padrone o quasi d'un paese meridionale: lercio, con i capelli corti e unti appiccicati alla testa, con un cache-col bianco per nascondere una ferita al collo, con un fare scivoloso, cortese e minaccioso insieme. Bravissimo. Fabrizio Bentivoglio è il protagonista, professore emigrato da sempre a Milano che torna al paese meridionale per via di un'eredità, che ritrova i tre fratelli e tutto ciò che odia ma che ritrova anche in se stesso radici e reazioni ineliminabili: interpreta il personaggio con laconicità, calmo disprezzo, tentativi di estraniarsi e distrarsi, capacità di prendere in mano le situazioni. »

di Silvana Silvestri Il Manifesto

Rampolli di una classe media, piccolo borghese o contadina, è tradizione che al sud i ragazzi vadano a studiare nelle università del nord, compiendo così una cesura culturale con il paese di origine, quasi mai preso in considerazione dal punto di vista lavorativo.La Terra di Sergio Rubini prende le distanze proprio da quel punto di partenza e vi ritorna con uno sguardo offuscato dal ricordo, amplificato dal sogno, epico e poetico, magnifico film che si serve di una struttura poliziesca forse perché si deve venire a capo del destino del protagonista. »

di Piera Detassis Panorama

La parola autore, da usare in genere con parsimonia, si può spendere generosamente per Sergio Rubini, più conosciuto come versatile attore che come regista. E invece, nel corso degli anni, dopo il fortunato debutto con La stazione, ha dimostrato di possedere uno sguardo e un universo unici. È autore pugliese e nei suoi film porta la nostalgia (e l’orrore) della sua terra, affascinato dal barocco anche spirituale, dall’acre odore dell’incenso e della colpa. Si intigna a raccontare personaggi difficili, introversi. »

La terra | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
David di Donatello (7)


Articoli & News
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità