•  
  •  
Apri le opzioni

Tarsem Singh

Tarsem Singh. Data di nascita 26 maggio 1961 a Calcutta (India). Tarsem Singh ha oggi 61 anni ed è del segno zodiacale Gemelli.

Tarsem Singh è uno dei registi più acclamati e richiesti che attualmente lavorano in ambito pubblicitario. Conosciuto per la sua attenzione ai dettagli, l’impressionante lavoro sulle scenografie e le sue notevoli doti di narratore visivo, si è fatto notare anche nel mondo del cinema.
La svolta nella sua carriera è arrivata grazie al video musicale dei REM "Losing My Religion", che si è aggiudicato un Grammy® e otto MTV Video Music Award, tra cui quello per il miglior video musicale. Nel corso degli anni, ha ottenuto numerosi premi, tra cui due Press Grand Prix award a Cannes, un D&AD, il DGA e il BAFTA Britannia Award.
La sua prima pellicola è stata The cell - La cellula, un thriller psicologico meraviglioso, scioccante e pieno di allucinazioni. Le sue immagini ispirate e originali hanno spinto la pellicola ben oltre i confini di genere. Nella sua seconda prova, The Fall, non si è limitato al ruolo di regista, ma ha anche lavorato come produttore e cosceneggiatore. In parte un viaggio eroico, in parte un’esaltazione dell’arte di narrare, The Fall, grazie alle sue location esotiche che comprendono 25 nazioni, nel 2006 è stata una delle uscite più belle e originali dal punto visivo.
Singh ha studiato in una scuola nell’Himalaya (Shimla, in India). È arrivato negli Stati Uniti quando aveva 24 anni e si è laureato all’Art Center College of Design, a Pasadena. Si divide tra Los Angeles e Londra. Il suo ultimo film è lo spettacolare Immortals 3D.

Ultimi film

Thriller, (USA - 2015), 117 min.
Fantastico, (USA - 2012), 105 min.
Azione, (USA - 2011), 110 min.

Focus

APPROFONDIMENTI
mercoledì 16 novembre 2011
Mauro Gervasini

Cinque motivi per ricordare il videoclip di "Losing My Religion" dei Rem, del 1991. 1) Racconta, per così dire, una grande canzone, principale successo della band. 2) Michael Stipe ha i capelli. 3) Vinse il premio di MTV per il miglior video dell'anno. 4) Citava esplicitamente la pittura di Caravaggio ma anche i cherubini neri-biondi di Jean Paul Gaultier. 5) Rese celebre il regista indiano Tarsem Dhandwar Singh, in arte solo Tarsem

APPROFONDIMENTI
lunedì 14 novembre 2011
Roy Menarini

Per fortuna che il grande cinema italiano continua a suggerire forme cinematografiche e visive. Oggi persino Hollywood, e l’ambiziosissimo Tarsem Singh, continuano a citarci. Basta vedere come dentro Immortals compaiano riferimenti diretti a Medea di Pasolini e Satyricon di Fellini. Si tratta di mere suggestioni cromatiche, scenografiche e di costume, ma se Tarsem – invece che basare il proprio gusto su una mal compresa sensibilità da spot di lusso – ne avesse intuito anche il rapporto con le fonti letterarie della classicità, forse avrebbe reso un miglior servizio alla mitologia

News

Dai Rem agli dei dell'Olimpo, un regista dai complessi concept visuali.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati