Momenti di trascurabile felicità

Acquista su Ibs.it   Dvd Momenti di trascurabile felicità   Blu-Ray Momenti di trascurabile felicità  
Un film di Daniele Luchetti. Con Pif, Thony, Renato Carpentieri, Angelica Alleruzzo, Francesco Giammanco.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, durata 93 min. - Italia 2019. - 01 Distribution uscita giovedì 14 marzo 2019. MYMONETRO Momenti di trascurabile felicità * * * - - valutazione media: 3,03 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
cinefoglio sabato 16 marzo 2019
istantanea di momenti di trascurabile felicità Valutazione 2 stelle su cinque
72%
No
28%

Una commedia semplice e spensierata che gioca ironicamente con la Morte per far prendere coscienza delle cose realmente importanti della vita, a volte non adeguatamente valorizzate e date per scontato.
 
Il simpatico e «sempre giovane» Pif ritorna sul grande schermo, diretto dal regista Daniele Luchetti ed accompagnato, qui in veste di attrice, da una romantica Federica Victoria Caiozzo in una commedia, dai toni vagamente riconducibili al Canto di Natale, tutta palermitana.
 
La storia si concentra sull’ultima ora e trentadue minuti della vita di Paolo, ingegnere di un cantiere navale che per un quarto di secondo, all’attraversamento di un semaforo rosso, troverà l’incidente fatale (nonostante l’avesse fatto da anni). [+]

[+] lascia un commento a cinefoglio »
d'accordo?
isabella lustrati mercoledì 27 marzo 2019
per una vita che vale la pena di essere vissuta...
88%
No
13%

L'uomo si é da sempre rapportato con l'idea della precarietà e brevità della propria esistenza e ha da sempre fatto i conti con una vita troppo breve e la percezione di una morte che lentamente si avvicina. Da tale riflessione era nato il carpe diem oraziano, il "cotidie morimur senecano e da qui si potrebbero elencare un numero esorbitante di poesie ed opere d'arte che trattano del medesimo argomentom. Il film di Daniele Lucchetti sembra riproporre lo stesso topos: la vita é breve e come tale va vissuta a pieno, cercando di godere il più possibile di ogni singolo attimo. Questa consapevolezza però é acquisita dal protagonista Paolo, ingegnere e uomo mediocre senza troppe qualitá e aspettative, solo al momento della sua morte, quando in uno pseudoparadiso dove sembrano ripresentarsi gli stessi moduli e disordini terreni, gli viene concesso, grazie all'uso di salutari centrifughe un'ora e 32 minuti da trascorrere ancora sulla terra. [+]

[+] lascia un commento a isabella lustrati »
d'accordo?
samanta lunedì 25 marzo 2019
impiegate bene il tempo! Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

"Redimentes Tempus" diceva San Paolo ai fedeli di Efeso  e cioé impiegate bene il tempo anzi "mercanteggiate con il tempo e questo motto potrebbe adattarsi al film che narra la vicenda di Paolo (Pif) che muore all'improvviso in un incidente, va nel al di là e viene rimandato sulla terra perché il suo custode che lo accompagnerà  (Renato Carpentieri) ha fatto un errore nel conteggio della durata della vita, ma il tempo in più è di soli 92 minuti. Il ritorno dal Paradiso è stato un soggetto di tanti film da  Il Pilota Joe (con Spencer Tracy) al suo remake di Spielberg Alwais (con una breve apparizione, l'ultima della sua carriera, di Audrey Hepburn) o a Ghost (con Demi Moore e Patrick Swayze)  e alla suo struggente musica. [+]

[+] lascia un commento a samanta »
d'accordo?
l''imbecille lunedì 18 novembre 2019
un'ora e trentadue minuti di nuova vita Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Definirlo un film originale e una sceneggiatura estremamente singolare è poca roba. Occorre aggiungere che è di certo un film bellissimo! Ma non basta, l’attenzione che suscita nello spettatore cresce man mano che il film va avanti, e perché no, grazie alla singolarità della narrazione e ad una scenografia degna di miglior cronaca; una Palermo che di rado si vede nei film. Sono certo che tutti gli spettatori pian piano si saranno chiesti: <<ma come andrà a finire?>>. E guarda caso, fatto insolito, non siamo di fronte ad un rituale film giallo. Anzi, esattamente all’opposto: dolce, sobrio ed anche “casalingo” nel senso più stretto della parola. [+]

[+] lascia un commento a l''imbecille »
d'accordo?
michelecamero giovedì 21 marzo 2019
momenti di drammatica leggerezza Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

  Nonostante un eccesso di voce narrante, il film è da vedere. Commedia elegante che conserva una sua meritoria leggerezza trattando con il sorriso un interrogativo disarmante: cosa farebbe ognuno di noi se sapesse di avere a disposizione poco più di un’ora prima di morire? Soprattutto, calato improvvisamente nella tragedia della propria esistenza che va a terminare imprevedibilmente, cosa gli verrebbe in mente? Ricordi di giornate memorabili o facezie del quotidiano? Verrebbe assalito dal rimorso di come ha vissuto, di quanto ha trascurato i propri affetti, le cose e le persone importanti della propria vita, salirebbero a galla i piccoli inganni, i tradimenti, le miserie del quotidiano di ognuno di noi che, pensando di essere eterno, o meglio non pensando mai alla morte, consuma l’esistenza servendo quasi esclusivamente il proprio ego? O addirittura affiorerebbero ricordi ai confini dell’insignificanza e della banalità? Il tema a cinema non è originalissimo, essendo già finito in alcune pellicole americane del passato anche abbastanza recente, ma qui lo si riprende all’italiana, anzi alla palermitana, con un sorriso ed una indulgenza che in fondo è la stessa indulgenza che lo spettatore riserva a sé stesso, perché, inutile non confessarlo, nel personaggio di PIF, si finisce con l’identificarsi. [+]

[+] lascia un commento a michelecamero »
d'accordo?
vanessa zarastro domenica 14 aprile 2019
evviva la famiglia tradizionale! Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

“Momenti di trascurabile felicità” è una commedia divertente, ma sottesa da un’insopportabile ideologia conservatrice. Il film è un libero adattamento dei due libri omonimi di Francesco Piccolo del 2010 e del 2015. Piccolo e Luchetti hanno curato la sceneggiatura.
Il film è un perfetto esempio di cinema della leggerezza, e inizia con una raffica di battute molto carine. Domande che ognuno si è posto nella vita, come ad esempio: «La luce del frigorifero si spegne veramente quando lo chiudiamo?», oppure che questioni che esprimono una dicotomia filosofica del tipo: «Lo yoga e l'Autan non sono in contraddizione?»
Daniele Luchetti ci presenta Paolo (interpretato da Pif) un relativamente giovane padre di famiglia che lavora in uno studio palermitano come ingegnere. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
mauridal martedì 26 marzo 2019
la morte verrà ,ma per errore. Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

 

 

Il film trae origine dai racconti di Francesco Piccolo anche sceneggiatore con il regista ,del film interpretato dal divertente Pif molto credibile nella parte del protagonista Paolo, un uomo ancora giovane ma vissuto, con famiglia e figli che subito  muore sul motorino per un incidente. [+]

[+] lascia un commento a mauridal »
d'accordo?
Momenti di trascurabile felicità | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 14 marzo 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità