Il traditore

   
   
   

La vita di Tommaso Buscetta

di LucaScialo


Feedback: 73987 | altri commenti e recensioni di LucaScialo
martedì 18 giugno 2019

Quando un ottimo regista si trova a lavorare con ottimi interpreti, difficilmente il risultato finale è scadente e deludente. E questo film non sfugge a questa regola, sebbene non sempre scontata.

Pierfrancesco Favino si conferma ancora una volta un ottimo attore, superando però ogni precedente interpretazione. Si cala a dovere nel personaggio controverso di Tommaso Buscetta, con i suoi valori, la sua cadenza, rendendolo molto simile all'Escobar di Benicio Del Toro. Soprattutto alla fine, quando canta una canzone sentimentale brasiliana alla sua festa di compleanno.

A renderlo simile, oltre alla stazza, la carnagione scura e la barba folta, anche il suo essere tenero marito (la moglie è Maria Fernanda Candido) e padre da un lato, e spietato esecutore dall'altro. Già, esecutore materiale di tanti omicidi. Ma di Cosa Nostra, come ci tiene a sottolineare. La Mafia, a suo dire, è solo una invenzione giornalistica. Quella Cosa Nostra che però ha tradito i suoi ideali originari, pertanto, lui non si sente un traditore. O un pentito. Accezione che iniziava a farsi strada in quegli anni.

I veri traditori erano altri. Su tutti Pippo Calò (Fabrizio Ferracane), col quale ebbe un memorabile confronto nel maxi processo. Quando, convinto da Giovanni Falcone (Fausto Russo Alesi), decise di rivelare tutto. Ed è qui che scoprirà che i suoi figli sono stati uccisi proprio per volere del cassiere Calò.

Il film ricostruisce dunque la vita di Tommaso Buscetta, partendo proprio dalla festa che avrebbe dovuto unire corleonesi e palermitani. Ed invece, per volere del capo dei primi, Totò Riina (ottima la maschera seriosa di Nicola Calì), e di Calò appunto, si riscrisse la storia della Mafia a colpi di omicidi. Proprio mentre Don Masino era in Brasile.

Una festa che rievoca l'inizio indimenticabile de Il Padrino. Perchè è spesso in queste occasioni, tra un ballo, brindisi, fuochi d'artificio e convenevoli, che si ricamano le peggiori cospirazioni.

Oltre a lui, altro pentito è Totuccio Contorno, interpretato da Luigi Lo Cascio, indimenticabile Peppino Impastato. E' passato ottimamente dall'altra parte della trincea, facilitato da una sicilia che gli scorre nelle vene.

Marco Bellocchio, dopo una serie di film apprezzati, torna dunque a parlare d'Italia. Nel suo stile ineffabile. Senza romanzare il racconto ne caricaturare i personaggi. Che restano comunque fedeli agli originali.

Se la Mafia uccide solo d'estate, i suoi protagonisti hanno fatto calare un lungo inverno sul Paese. Spezzato dal pentititsmo e da magistrati coraggiosi.

[+] lascia un commento a lucascialo »

Ultimi commenti e recensioni di LucaScialo:

Vedi tutti i commenti di LucaScialo »
Il traditore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (20)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedì 23 maggio 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 42 sale cinematografiche:
Showtime
  2 | Calabria
  3 | Campania
  2 | Emilia Romagna
  9 | Lazio
  3 | Liguria
  9 | Lombardia
  1 | Marche
  3 | Piemonte
  2 | Puglia
  2 | Sicilia
  4 | Toscana
  1 | Trentino Alto Adige
  1 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità