Green Book

   
   
   

Farrelly aggiunge riflessioni sociali alla immancabile dose di ironia

di Lucio Di Loreto


Feedback: 610 | altri commenti e recensioni di Lucio Di Loreto
lunedì 11 febbraio 2019

Peter, spesso in combutta con Bobby, ci ha sempre abituato e deliziato col genere più demenziale che ci sia, nel senso migliore e rispettoso del termine, dando in ogni film una situazione quasi estrema di commedia con battute forti, esilaranti e al limite del trash, senza mai toccare o avvicinarsi al volgare, dimostrando insieme al fratello di avere uno step ahead rispetto agli altri registi sui generis. In Green Book Farrelly compie un gigante passo verso la celebrità ed il mito, aiutato da una coppia d’assi in stato di grazia, portandoci a fare una passeggiata in Cadillac DeVille nel profondo Sud americano attorno agli albori dei mitici sixties, quando Dylan cantava la protesta e si ballava la furia di Elvis ma dove il razzismo e la segregazione dominavano un po' ovunque!! Passare da “Scemo e più scemo” ai Golden Globes e la notte degli Oscar il passo è estremo, ma tant’è!! Certo, forse uno “scomodo passato” è la causa dell’assenza al Dolby Theatre della nomination più ambita (la regia) ma fa lo stesso. La storia – vera – tra un buttafuori italo americano dai modi bruschi e violenti e un raffinato pianista afroamericano lascia al telespettatore un senso di grande bellezza nonostante, sulla carta, i temi e gli standard siano canonici nel movie business e nella Hollywood di oggi. Il tutto grazie a Viggo Mortensen e Mahershala Ali, probabilmente il meglio a cui il director potesse attingere oggi. I due, nella trama distanti anni luce per cultura, stile di vita e formazione sociale, formeranno minuto dopo minuto un’accoppiata talmente vicina e indissolubile da lasciare chi guarda col terrore nel momento della “separazione”!! Green Book (realmente una guida per afroamericani di metà secolo scorso) è un film meraviglioso che ci porta nella piena ipocrisia dell’America “bene” di quegli anni, dove il genio di colore veniva visto come un fenomeno da baraccone da esibire ed invitare nei salotti vip, in ambasciate o stanze dei bottoni, ma che a fine performance non poteva nemmeno accomodarsi a mangiare al ristorante e utilizzare un bagno “comune”. Lo stesso Tony di Mortensen esordisce buttando due bicchieri da cui hanno bevuto due operai “neri” a casa sua. I due complementeranno i propri pregi e difetti diventando l’uno più aggraziato, umano e marito dalla scrittura fine, l’altro aprendo il suo mondo a parte (distante dai razzisti bianchi e dai “negri” da strada) a un più comune stile di vita cedendosi in maniera totale all’affetto maccheronico del suo inseparabile partner!!

[+] lascia un commento a lucio di loreto »

Ultimi commenti e recensioni di Lucio Di Loreto:

Green Book | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (5)
Golden Globes (8)
Critics Choice Award (8)
BAFTA (5)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Uscita nelle sale
giovedì 31 gennaio 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 328 sale cinematografiche:
Showtime
11 | Abruzzo
  3 | Basilicata
  2 | Calabria
13 | Campania
29 | Emilia Romagna
11 | Friuli Venezia Giulia
40 | Lazio
12 | Liguria
52 | Lombardia
12 | Marche
  2 | Molise
27 | Piemonte
24 | Puglia
10 | Sardegna
21 | Sicilia
26 | Toscana
  4 | Trentino Alto Adige
  8 | Umbria
  1 | Valle d'Aosta
21 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità