Sagre Balere

Film 2017 | Documentario 75 min.

Anno2017
GenereDocumentario
ProduzioneItalia
Durata75 minuti
Regia diAlessandro Stevanon
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Alessandro Stevanon. Un film Genere Documentario - Italia, 2017, durata 75 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Sagre Balere tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Doveva fare il carrozziere. Per fortuna Omar Codazzi ha scelto un'altra strada ed è diventato un'icona assoluta del liscio.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Omaggio ad Omar Codazzi, icona di un genere - il liscio - che lo vede tra i protagonisti assoluti.
Recensione di Giancarlo Zappoli
martedì 9 maggio 2017
Recensione di Giancarlo Zappoli
martedì 9 maggio 2017

Omar Codazzi avrebbe dovuto diventare un carrozziere ma negli anni d'oro del liscio, ispirato dall'ascolto della radio del mitico Studio Zeta decide di dare una svolta alla sua vita. Diventa cantante e, grazie anche all'appoggio della moglie Adele, si trasforma in un'icona di un genere che lo vede tra i protagonisti assoluti. Il documentario lo segue nel corso di un tour nel Nord dell'Italia.

Omar Codazzi: chi è costui? Se lo saranno chiesti in molti nel leggere il nome che apre questa recensione. Altrettanti però potrebbero rimanere quasi offesi da questo interrogativo perché per gli appassionati del ballo e della musica popolare Codazzi è un'assoluta star. Chi avrà la possibilità di vedere questo interessante documentario di Alessandro Stevanon potrà verificare quanto sia privo di senso alzare il sopracciglio della persona 'colta' che considera quelle presentate come 'pratiche basse'.

Il regista apre il suo lavoro con una pianura assolata in cui risuona il frinire delle cicale e subito dopo ci mostra uno spazio in cui si sistemano sedie, si preparano cucine da campo e si allestisce un palco. È una delle tante sagre in cui si attende l'arrivo di un artista che, quasi fosse una macchina del tempo canora, ti riporti indietro alle rime baciate di 'cuore/amore', ai sentimenti più profondi per la mamma e per gli affetti più cari.

Il documentario ha il vantaggio di incontrare Omar prima della sua consacrazione sulla rete ammiraglia della Rai a "Standing Ovation", programma condotto da Antonella Clerici dove ha vinto. Non sappiamo quanto questo lo abbia cambiato ma comunque qui abbiamo la possibilità di coglierne gli umori che hanno origine dal contatto diretto con un pubblico non giovanissimo a cui dà e riceve una partecipazione diretta che è diversa da quella delle star degli stadi. Un tempo la si sarebbe definita 'ruspante', oggi la si potrebbe considerare come esternazione di un bisogno di tregua dalla quotidianità alienante per entrare, potrebbero dire alcuni, in un'altra sorta di alienazione che però offra uno sprazzo di serenità, per quanto momentanea.

Stevanon si offre e ci offre la possibilità non di seguire un artista dinanzi a una folla anonima ma di dare voce ai volti in un'interazione che va al di là del fronte del palco. Ci troviamo così di fronte a un'Italia che alcuni non conoscono, che altri pensano stia scomparendo in dissolvenza così come lo Studio Zeta (che è diventato un centro commerciale) ma che per il momento c'è ancora ed attendeva qualcuno che ne mostrasse il sentire tra un passo di danza e l'altro.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati