Il condominio dei cuori infranti

Acquista su Ibs.it   Dvd Il condominio dei cuori infranti   Blu-Ray Il condominio dei cuori infranti  
Un film di Samuel Benchetrit. Con Isabelle Huppert, Gustave Kervern, Valeria Bruni Tedeschi, Tassadit Mandi, Jules Benchetrit.
continua»
Titolo originale Asphalte. Commedia drammatica, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Francia, Gran Bretagna 2015. - Cinema uscita giovedì 24 marzo 2016. MYMONETRO Il condominio dei cuori infranti * * * - - valutazione media: 3,32 su 36 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
gianleo67 martedì 30 gennaio 2018
cemento armato...la grande città Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Storie si intrecciano in un condomino alla periferia di una città francese: un infartuato ha la improrogabile necessità di utilizzare l'ascensore per il quale non ha voluto pagare, un astronauta della NASA precipita sul tetto dell'edificio e viene adottato da una ospitale immigrata algerina col figlio in carcere, un adolescente svogliato si interessa alla matura attrice che ha traslocato da poco nell'appartamento vicino, una timida e riservata infermiera di notte riceve le avances dell'inquilino convalescente di cui sopra. [+]

[+] lascia un commento a gianleo67 »
d'accordo?
francesco2 sabato 30 dicembre 2017
non mi convince totalmente Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

 Il titolo italiano, sicuramente meno “duro” di quello originale ma probabilmente, purtroppo,
anche più accattivante per il pubblico italiano, vorrebbe rendere al contempo un degrado
morale ed una desolazione materiale nel vissuto dei protagonisti, non ripresi mai in spazi esterni,
ma all’interno delle proprie abitazioni o in prossimità di un luogo di lavoro, almeno cosi mi è parso.
L’espressione “asfalto” potrebbe avere anche questa implicazione. E’ implicito, tuttavia, che un film
corale richiede  una simbiosi di due caratteristiche: quell’alchimia in base alla quale ogni storia si
incrocia con le altre, come tassello di un  mosaico, ed al contempo il significato rintracciabile
nelle vicende del singolo. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
valterchiappa mercoledì 1 novembre 2017
un asfalto che fiorisce Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Cosa si può trovare  in un palazzone fatiscente e semidiroccato, fra le strade più squallide che ci siano, sotto un cielo perennemente e uniformemente grigio?
Ce lo racconta Samuel Benchetrit in “Il condominio dei cuori infranti”. “Asphalte”, il titolo originale, è ben più efficace di quello melodrammatico scelto dai traduttori italiani: una superficie grigia, rugosa ed uniforme, senza soluzione di continuità. Questo è il mondo dipinto da Benchetrit; ma il suo asfalto fiorisce grazie ad una pianta tenace e resistente, forte al punto da bucarne la dura superficie, capace di produrre un fiore semplice e perenne: il fiore dell’Umanità. [+]

[+] lascia un commento a valterchiappa »
d'accordo?
mtonino giovedì 15 giugno 2017
l'ironia scandinava nella periferia parigina Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Per l’ennesima volta il fuorviante titolo italiano non rende giustizia al contenuto e al significato di questo film francese dai toni surreali. Il titolo originale, infatti, è Asphalte che meglio rappresenta le vicende raccontate.
In un condominio nella grigia periferia parigina sono ambientate e si svolgono quattro storie di personaggi diversissimi tra di loro. L’inquilino del primo piano che dopo essersi rifiutato di pagare i lavori per il nuovo ascensore si ritrova su una sedia a rotelle e lo usa di nascosto scatenando tutta una serie di conseguenze; un’attrice ormai in declino arriva nel condominio e viene aiutata dal vicino di casa, un giovane teppistello che apparentemente vive solo; un’anziana madre, il cui figlio è detenuto in carcere, ospita un astronauta americano atterrato sulla terrazza del palazzo. [+]

[+] lascia un commento a mtonino »
d'accordo?
ninoraffa mercoledì 31 maggio 2017
asphalte Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

 Non sempre nomen omen, ma in questo caso cerchiamo proprio di dimenticare il melodrammatico titolo italiano Il condominio dei cuori infranti, per concentrarci sull’originale Asphalte. (Perché poi il distributore abbia prodotto tale ardita traduzione al supposto scopo di promuovere le vendite, dice molto sulla sua idea di pubblico.) 
Ambientato in chiave surreale nel condominio di una banlieue francese, fatiscente insieme al prevedibile circondario, il film di Benchetrich intreccia con rigore tre (più una) storie rappresentative della commedia umana.
La sgangherata liaison tra due malati sul retro dell’ospedale: il misantropo Sternkowtize e una stranita infermiera (Valeria Bruni Tedeschi perfetta per la parte); le improbabili foto, false ma verissime, della polaroid con cui lui si spaccia fotografo; lo spaesamento, forse mai provato prima, d’incontrarsi e rivelarsi. [+]

[+] lascia un commento a ninoraffa »
d'accordo?
vanessa zarastro lunedì 8 agosto 2016
banlieu e tenerezza Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

L’habitat del film - "Hasphalte" in originale - è la periferia industriale della città di Colmar, una cittadina alsaziana al confine con la Germania, in un edificio residenziale intensivo mal tenuto e mal ridotto. In linea con una certa commedia corale francese il film “spia” le vite di cinque appartamenti rappresentando altrettante solitudini. Il formato del film 1:1.33 è particolare, voluto dal regista perché il film è girato in ambienti piccoli. Sternkovitz è l’inquilino ebreo del primo piano che non ha voluto contribuire alle spese dell’ascensore; si ritrova su una sedie a rotelle ma con il divieto di usarlo, quindi calcolati meticolosamente i periodi di utilizzo dell’ascensore, decide di usarlo di nascosto di notte. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
gianluchissimo venerdì 1 luglio 2016
il condominio dei cuori infranti Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un cielo grigio.Un condominio fatto di case popolari.Sei persone in attesa di dare o ricevere amore.
Questo, e' lo sfondo del film "Il condominio dei cuori infranti", dove il regista Samuel Benchetrit, riesce ad andare, senza usare tecnologie, al nucleo più intimo di ogni storia.
L'attrice, l'infermiera, l'aspirante fotografo, l'astronauta, la mamma e l'adolescente, le storie hanno un unico denominatore.
L'amore.





[+] lascia un commento a gianluchissimo »
d'accordo?
giovedì 30 giugno 2016
il condominio dei cuori infranti Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

Un condominio popolare.Un cielo grigio.Sei persone sole, in cerca d'amore.
Su questo sfondo, prende vita il film di Samuel Benchetrit, che con naturalezza, riesce a farci conoscere nel profondo, sei storie diverse, ma con un unico denominatore.
L'amore.
Credo che il regista a suo modo, abbia toccato il fondo, per riuscire ad arrivare al nucleo primordiale di ogni racconto, senza usare violenza alcuna e senza l'ausilio di moderne tecnologie.
Se occhi e orecchi sono sintonici, si riescono a provare le stesse emozioni dei protagonisti.
Un ottimo lavoro.

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
fabrizio54 sabato 11 giugno 2016
la vittoria dell'amore Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 

Visto ieri sera al cineforum. Inaspettatamente stracolmo di gente, al punto che è iniziato con venti minuti di ritardo.Sicuramente gente attratta dall'appeal del titolo italiano (azzeccatissimo commercialmente!) che butta un occhio ai nostri condomini ed uno ( anche nel logo) al romanticismo, al melodramma.
Il titolo originale francese "Asphalte" o quello della commercializzazione inglese "Macadam stories" ( il macadam è un tipo di pavimentazione stradale grigia ) non avrebbero sortito lo stesso risultato di audience. Ma sarebbe stato più intonato al leitmotiv della pellicola dove è il colore grigio (fisico) dei tristissimi degradati casermoni e delle strade di una imprecisata "banlieue" francese, del tempo uggioso e il grigio (dell'anima, della solitudine, dell'assenza) dei personaggi . [+]

[+] lascia un commento a fabrizio54 »
d'accordo?
fabrizio54 sabato 11 giugno 2016
la vittoria dell'amore Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

 

Visto ieri sera al cineforum. Inaspettatamente stracolmo di gente, al punto che è iniziato con venti minuti di ritardo.Sicuramente gente attratta dall'appeal del titolo italiano (azzeccatissimo commercialmente!) che butta un occhio ai nostri condomini ed uno ( anche nel logo) al romanticismo, al melodramma.
Il titolo originale francese "Asphalte" o quello della commercializzazione inglese "Macadam stories" ( il macadam è un tipo di pavimentazione stradale grigia ) non avrebbero sortito lo stesso risultato di audience. Ma sarebbe stato più intonato al leitmotiv della pellicola dove è il colore grigio (fisico) dei tristissimi degradati casermoni e delle strade di una imprecisata "banlieue" francese, del tempo uggioso e il grigio (dell'anima, della solitudine, dell'assenza) dei personaggi . [+]

[+] lascia un commento a fabrizio54 »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Il condominio dei cuori infranti | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | fabiofeli
  3° | robroma66
  4° | ninoraffa
  5° | lbavassano
  6° | zarar
  7° | maurizio meres
  8° | enrico danelli
  9° | giajr
10° | vanessa zarastro
11° |
12° | fabrizio54
13° | mtonino
14° | alex2044
15° | nerone bianchi
16° | gianleo67
17° | francesco2
18° | fabrizio54
19° | soleilmoon
20° | flyanto
21° | fellino_01
Cesar (1)


Articoli & News
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 24 marzo 2016
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità