Maps to the Stars

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Maps to the Stars   Dvd Maps to the Stars   Blu-Ray Maps to the Stars  
Un film di David Cronenberg. Con Julianne Moore, Mia Wasikowska, John Cusack, Robert Pattinson, Olivia Williams.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 111 min. - Canada, USA 2014. - Adler Entertainment uscita mercoledì 21 maggio 2014. - VM 14 - MYMONETRO Maps to the Stars * * * - - valutazione media: 3,14 su 54 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Gotico Cronenberg

di Concita de Gregorio La Repubblica

Una famiglia. A Hollywood, va bene, ma comunque una famiglia. Un adolescente protagonista, in questo festival dove sembra che l'unico sguardo ancora possibile sul mondo così com'è diventato sia questo: dei ragazzini, delle dodicenni che non possono far altro che abitare il luogo che abbiamo preparato per loro, e raccontarcelo. Così che possiamo vederlo, anche noi, come se fosse una favola orrenda. Decadente, mostruoso, putrefatto e folle ma logico e normale: il mondo così com'è per chi è nato dopo e non ha la memoria di prima. David Cronenberg mette in scena, in Maps to the stars, un fumetto gotico, lo illumina al neon, fa vivere i morti e rende morti i vivi per raccontare in un gioco di doppi - acqua e fuoco, fratello e sorella, fortuna e sconfitta, fantasmi e superstiti - tutte le illusioni della fabbrica dei sogni: siamo a Los Angeles, la mecca del cinema, ma potremmo essere a Wall Street a Silicon Valley nel triangolo della moda di Milano, cioè ovunque. Benjamin (Evan Bird) ha13 anni, è il protagonista di una serie di successo, una storia di babysitter cattive. La sua fortuna è la fortuna della sua famiglia, che campa dei suoi fantascientifici ingaggi in una villa che imita tutto quello che non sa, piena di quello che manca. Colonne finto greche con tempi finto indiani e arredi finto Europa. Quello che tutti desiderano, no? Sua sorella Agatha (Mia Wasikowska) ha tentato di ucciderlo narcotizzandolo e dando fuoco alla casa, anni addietro, ragion per cui è stata rapidamente allontanata e mandata a curarsi in Florida. I genitori dei due, un massaggiatore/ psicoanalista/coach di celebrità autore di testi di autoaiuto di successo (John Cusak) e sua moglie, manager del ragazzo (Olivia Williams) sono fratelli, ma quando si sono sposati non lo sapevano. Incesto fortuito. I figli sì lo sanno, e l'ossessione di Agatha è appunto quella di sposare suo fratello e morire con lui, nel fuoco e leggendo versi di Paul Eluard perché «un disegno superiore lo vuole». Tutti nel film leggono Eluard, per la gioia dei francesi. Mangiano al ristorante italiano e citano Bertolucci, per la nostra eventuale. Il padre coach del mostruoso ragazzino (deforme in qualche modo anche fisicamente, un collo enorme su un corpo esilissimo) del tutto incapace di occuparsi della sua vita mentre pretende di risolvere quelle degli altri, massaggia e aiuta a liberarsi della persecuzione materna un'attrice una volta bella e di incerto talento, Havana Segrande (Julianne Moore), figlia di una star anni 60 morta in un rogo. Havana dovrebbe (vorrebbe) fare la parte della madre in un remake di un di lei capolavoro, eliminarla e vendicarsi così di un'infanzia d'inferno. Agatha la piromane torna a Los Angeles e riesce grazie a un'amicizia su Twitter a farsi ingaggiare come assistente personale da Havana. Paga un'autista con ambizioni di attore (Robert Pattinson) per farsi portare in giro per LA. Un po' "fuoco cammina con me", un po' Mulholland Drive, la sceneggiatura di Bruce Wagner ( Scene di lotta di classe a Beverly Hills ) è scintillante e feroce. I morti compaiono continuamente a parlare ai vivi: la madre di Havana, il bambino annegato in piscina, una piccola vestita da sposa. I vivi sono loro prigionieri. Si nutrono di farmaci e mantra inutili, nulla basta a placare le loro insensate opulente solitudini. La carneficina finale somiglia a una redenzione. Meglio andarsene che restare, magari c'è davvero un superiore disegno: tutto questo è insensato, vedete, tutto questo ci sta distruggendo ci ha distrutti già. Molta ironia, nel pulp sanguinario, molte risate e parecchi pensieri. Critica ferocissima allo show-biz e non solo, ai sogni piccoli di chi a Hollywood vorrebbe somigliare anche da qui. Un cast magnifico, tutti bravissimi. Gran bel film. Candidato forte a molti premi, con ragione.
Da La Repubblica, 20 maggio 2014


di Concita de Gregorio, 20 maggio 2014

Sei d'accordo con la recensione di Concita de Gregorio?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
71%
No
29%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Richiedi la data del prossimo passaggio in tv del film Maps to the Stars.
(Riceverai le informazioni pochi giorni prima del passaggio in tv. Il servizio è gratuito)

inserisci qui la tua email
Maps to the Stars | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | stefanosessa
  2° | filippo catani
  3° | iuriv
  4° | ely57
  5° | flyanto
  6° | fabiofeli
  7° | jacopo b98
  8° | the thin red line
  9° | fabolousausterlitz
10° | no_data
11° | vales.
12° | evildevin87
13° | francesco2
14° | ile97
15° | no_data
16° | cinemaniac98official
17° | elgatoloco
18° | luigi chierico
19° | kondor17
20° | melvin ii
21° | neldot
22° | t. anderson
Golden Globes (1)
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità