Agora

Acquista su Ibs.it   Dvd Agora   Blu-Ray Agora  
   
   
   
tetsuya mercoledì 18 ottobre 2017
audace manifesto contro l’oscurantismo religioso Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

“Agorà”, ambiziosa produzione storica del regista premio Oscar Alejandro Amenábar, è un’opera assai controversa che da un lato si fa carico di tematiche e messaggi importanti, forse anche troppo, ma dall’altro si lascia soffocare da alcuni evidenti difetti che ne tradiscono l’anima squisitamente spettacolarizzata. Procediamo con ordine.

[+]

[+] lascia un commento a tetsuya »
d'accordo?
ciccio300791 mercoledì 13 gennaio 2016
il ritorno del buon cinema storico Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Dopo alcuni anni di film storici spettacolari ma storicamente non molto attendibili ("300," "10000 a.C.," "L'ultima legione"), ecco finalmente una pellicola in grado di raccontare più o meno oggettivamente la storia di una delle più importanti filosofe della tarda antichità: Ipazia, attiva fra la fine del IV secolo d.C. e l'inizio del V. Le scene più riuscite sono quelle in cui lei, interpretata dall'ottima Rachel Weisz, elabora teorie in opposizione a quelle tolemaiche calcolando orbite ellittiche e mostrando ciò che solo Galileo e Copernico avrebbero confermato ben undici secoli dopo il suo assassinio da parte di Cristiani fanatici. [+]

[+] lascia un commento a ciccio300791 »
d'accordo?
great steven martedì 3 novembre 2015
fatto storico dell'egitto che entra nel medioevo. Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

AGORà (ESP, 2009) diretto da ALEJANDRO AMENABAR. Interpretato da RACHEL WEISZ, MAX MINGHELLA, OSCAR ISAAC, ASHRAF BARHOM, MICHAEL LONSDALE, RUPERT EVANS, HOMAYOUN ERSHADI, SAMMY SAMIR, RICHARD DURDEN, OMAR MOSTAFA
Alessandria d’Egitto, 391 dopo Cristo. La città egiziana, nell’impero nordafricano ormai decaduto, conserva ancora il suo antico splendore, rappresentato non soltanto dall’immensa biblioteca (la più grande al mondo dell’epoca) ma anche dal fervore della ricerca scientifica. Fra gli insegnanti del posto spicca, per acume e intelligenza, la bella e giovane Ipazia, figlia del geometra e filosofo Teone, che tiene lezioni ad una classe composta interamente di schiavi. [+]

[+] lascia un commento a great steven »
d'accordo?
effebort venerdì 15 agosto 2014
ipazia morì nuda, fatta a pezzi Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Caro Zappoli, Ipazia muore nuda perché così raccontano i biografi, non per farci sognare col bel corpo della Weisz. Si informi prima di emettere sentenze.

[+] lascia un commento a effebort »
d'accordo?
davide furfori giovedì 16 gennaio 2014
un'occasione mancata Valutazione 2 stelle su cinque
33%
No
67%

Ho avuto opportunità di guardare il controverso film "Agora", di Amenabar: in teoria, la resa cinematografica della toccante storia di Ipazia di Alessandria, celeberrima studiosa della Tarda Antichità, crudelmente trucidata da una banda di violenti cristiani; in realtà, una combinazione purtroppo poco riuscita di affresco storico, manifesto ideologico e triangolo amoroso. Molti hanno accusato il film di essere anti-cristiano: non è esatto. Agora è un film anti-religioso: tutte e tre le confessioni che vi compaiono (pagani, ebrei e cristiani) hanno occasione di mostrare l'ignoranza, la violenza, l'arroganza, l'odio di parte che evidentemente il regista crede insiti nello stesso concetto di fede: i pagani sono arroganti ed elitari e raccogliendo stoltamente una provocazione cristiana mettono in moto una rivolta che si conclude con la distruzione della biblioteca di Alessandria e la messa fuori legge del paganesimo (qui escono di scena, con ancora un briciolo di dignità); gli ebrei sono petulanti, ipocriti e vendicativi e come i pagani per il primo atto, escono di scena alla fine del secondo, lasciando il posto al piatto forte: i cristiani. [+]

[+] lascia un commento a davide furfori »
d'accordo?
rita branca domenica 14 luglio 2013
eppur si muove! Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

 Agorà (2009) film di Alehandro Amenàbar  con Rachel Weisz, Max Minghella, Oscar Isaac e  Ashraf Barhom.


Toccante opera che ripercorre la storia dell’uomo, nella sua follia bellica e cieco fanatismo religioso  a partire dal quarto secolo dopo Cristo,  dalle lotte fra cristiani e pagani prima a quelle  fra cristiani ed ebrei dopo.
Al centro della vicenda spicca la figura illuminata dell’astrologa filosofa Ipazia nell’Alessandria d’Egitto sede di una preziosissima biblioteca che la furia di lotte insensate distrugge insieme a tante opere d’arte: cliché rimasto tristemente invariato nel corso dei secoli fino ai giorni nostri. [+]

[+] lascia un commento a rita branca »
d'accordo?
onufrio sabato 13 luglio 2013
scontro fra religioni Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

Alessandria d'Egitto, 391 d.C. , la filosofa Hypatia (R.Weisz) spiega ai ragazzi i misteri del pianeta, il sole, le stelle, la luna e discute su nuove teorie all'epoca impensabili; ma in quell'epoca avviene uno scontro tra religioni, coi cristiani sempre più numerosi che iniziano a proclamare la propria fede anche in modi poco pacifici; scoppiano le rivole fra cristiani e pagani, e poi, non sazi, scoppiano le rivolte fra cristiani ed ebrei. Hypatia, ovviamente pagana, si rifiuta di battezzarsi, e allora i cristiani decidono di ucciderla, a causa anche delle sue strane ipotesi fatte sulla Terra. Il film affronta troppe tematiche tutte in una volta, senza entrare mai nel cuore dei fatti; rimangono interessanti comunque le teorie di Hypatia ed il modo in cui spiega l'astronomia ai suoi ragazzi; sconcertante è invece la violenza dei Cristiani che bramano sangue e vendetta contro chiunque.

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
jacopo b98 mercoledì 1 maggio 2013
agorà di alejandro amenàbar - interessante Valutazione 2 stelle su cinque
33%
No
67%

 Nel 391 d.C. ad Alessandria d’Egitto la filosofa Ipazia (Weistz) assiste al nascere dei fanatismi religiosi tra cristiani e pagani. Quando la lotta diventa violenta l’imperatore autorizza i cristiani a fare quello che vogliono della grande biblioteca, dove la donna lavora. Nel 415, quando si rifiuta di battezzarsi in pubblico, viene schiacciata dalla società cristiana, maschilista ed arretrata, e si fa uccidere dal suo vecchio schiavo (Minghella), prima di venire lapidata. Mantiene così la sua libertà di donna e filosofa. È un kolossal storico tra i più imponenti e costosi mai prodotti in Europa: cinquanta milioni di dollari spesi in scenografie, costumi e scene di massa. [+]

[+] lascia un commento a jacopo b98 »
d'accordo?
germon lunedì 11 febbraio 2013
agorà: mai inginocchiarsi Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Gerardo Monizza

Intorno al Quattrocento dopo Cristo Alessandria d’Egitto era una città cosmopolita dove riuscivano a convivere –non senza frizioni – comunità di ebrei in esilio (ma fortemente radicate), cristiani neo battezzati, ma sereni, e cristiani integralisti e missionari della nuova fede, attivi fino alla violenza. I pagani erano ancora numerosi, soprattutto nel ceto patrizio, e com’era costume tra i romani tolleravano le altre religioni. L’èlite intellettuale si confrontava aspramente su questioni religiose, teologiche, filosofiche, matematiche e astronomiche con discussioni costanti tra studiosi di ogni età e formazione. [+]

[+] lascia un commento a germon »
d'accordo?
rescart martedì 8 gennaio 2013
oggi come allora? Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Ai nostri tempi un personaggio politico attempato che rinsavisce con la vecchiaia e con il secondo divorzio è stato sollevato dalla scomunica che prima incombeva su di lui essendosi risposato dopo il primo, pretende di attaccare lo strumento (twitter) in sé anziché chi lo utilizza. Forse ritiene se stesso come ogni altro utilizzatore finale privo di colpa. Sembra di sentire riecheggiare le parole dell’apostolo Giacomo che nella sua lettera, contenuta nel nuovo testamento, se la prendeva con la lingua, l’organo del corpo umano colpevole di portarci alla rovina. Ma come non è lo strumento di comunicazione che porta alla rovina, così non è la donna a condurre l’uomo verso la via della perdizione, come sembra dire Tito nel brano tratto dalla sua lettera e citato in questo film. [+]

[+] lascia un commento a rescart »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 »
Agora | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (2)
European Film Awards (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 23 aprile 2010
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità