Dentro la città

Film 2004 | Poliziesco 105 min.

Regia di Andrea Costantini. Un film con Luca Ward, Rolando Ravello, Elisabetta Cavallotti, Edoardo Leo, Giorgio Colangeli. Cast completo Genere Poliziesco - Italia, 2004, durata 105 minuti. - MYmonetro 2,00 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Dentro la città tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Periferia di Roma: una zona "calda" per la criminalità, resa ancor più rovente dalle teste "calde" che la polizia assegna al commissario Chessari - alias Luca Ward, che finalmente esordisce sul grande schermo.

Consigliato no!
2,00/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 1,50
CONSIGLIATO NO
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Trailer
Quando da piccolo giocavi a guardie e ladri, da che parte stavi?
Recensione di Alberto Maria Spezzaferro
Recensione di Alberto Maria Spezzaferro

Un piccolo distretto di polizia ricavato in un garage della protezione civile, nella periferia di Roma. Dovrebbe essere un dipartimento tranquillo, adibito al rilascio di passaporti e a qualche operazione di routine. Ma qui si incontrano il giovane vicecommissario con la faccia da bravo ragazzo e appena uscito dall'accademia, qualche testa calda abituata ai metodi spicci, agenti in punizione, etc.
Il primo merito di Andrea Costantini, al suo primo lungometraggio, è quello di aver dimostrato che le divise italiane non sono proprietà esclusiva delle fiction televisve. L'"effetto fiction" che si poteva paventare viene presto scongiurato. Grazie ad una buona scrittura, a dei dialoghi che "reggono", attendibili, misurati anche quando (inevitabilmente) sconfinano nel territorio forse abusato del folklore romano, che solo raramente incespicano in qualche banalità. Grazie ad una riuscita caratterizzazione dei personaggi, sostenuta da un nugolo di bravi attori come Luca Ward, perfetto nei panni del "macho" senza troppi scrupoli e quasi un nuovo Tomas Milian (il Milian serio però, non il Monnezza), Rolando Ravello e Giorgio Colangeli. Grazie ad una buona fotografia ad opera di Daniele Massaccesi, figlio di cotanto padre (per la cronaca Aristide, alias Joe D'Amato) e già operatore in molte produzioni hollywoodiane.
Per contro, pesa la mancanza di una storia avvincente, un pretesto narrativo che in forma canonica (i famosi tre atti) avrebbe potuto svolgere il potenziale drammatico esistente (ad es. il contrasto poliziotto buono- poliziotto cattivo) che rimane invece inesploso.
E' una caratteristica che avevano anche alcuni poliziotteschi italiani degli anni'70, quelli delle varie "città violente". E questo potrebbe essere il secondo merito del regista.

Sei d'accordo con Alberto Maria Spezzaferro?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

L'ordinaria attività quotidiana in uno scalcinato commissariato alla periferia est di Roma: conflitti di caratteri, problemi di carriera, difficoltà burocratiche, ingiustizie. Due i casi difficili e insoluti: la rapina a un furgone portavalori e una farmacia sospetta, probabile centro del traffico di stupefacenti. 1° lungometraggio di A. Costantini, anche sceneggiatore, sulla scia televisiva di una fiction dove agiscono ormai tutte e 5 le polizie della penisola italica. Non molto originale, ma efficace, specialmente nella squadra degli interpreti, tolti una improbabile E. Cavallotti, unica donna del gruppo, e un manieristico R. Ravello. Meritano una menzione almeno L. Ward, notissima voce di doppiatore, nella parte dell'arrogante Lattanzi e il Ben anticonformista di A. Rivera che tiene d'occhio il Serpico di Al Pacino. Distribuisce la Pablo.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 1 luglio 2012
dilettam

perché un opera cinematografica deve essere così brutta qualcuno me lo sa spiegare? brutto tutto. Non è faciel far confluire tanta bruttezza nello stesso film! che fine ha fatto questo signore? speriamo che non combini altri danni

domenica 1 luglio 2012
dilettam

è brutto!

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Francesco Alò
Il Messaggero

La televisione ci offre distretti di polizia e marescialli da prime-time: sempre buoni, sempre valorosi, sempre fasulli. Il cinema guarda in faccia la realtà. Un esempio? Dentro la città di Andrea Costantini, opera prima che racconta la vita tra bassi e bassissimi di un distretto di polizia della periferia romana dove gli agenti sono spesso disorganizzati, qualche volta corrotti e sempre frustrati. [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Del telefilm ha l'elettrocardiogramma piatto, senza curve pericolose per la tentazione di mettere mano al telecomando, un fatto dietro l'altro. Ma del telefilm - poliziesco - non ha l'obbligata componente buonista. Nel ghetto punitivo del commissariato periferico romano dove si muovono i sette protagonisti il più pulito ha la rogna. Il commissario si preoccupa solo di non avere grane che intralcino [...] Vai alla recensione »

Antonello Sarno
Il Tempo

Ossatura economica del nostro cinema per almeno tre decenni (dagli anni '50 ai '70), il film di genere era dato da tempo per morto. Horror, thriller, commedie, erotici... i generi del cinema italiano hanno tirato su decine, anzi, centinaia di registi ed interpreti, da sempre adorati da molti autori stranieri (uno per tutti: Quentin Tarantino) tanto quanto sepolti nella memoria del nostro paese.

Dario Zonta
L'Unità

Dentro la città, film poliziesca di Andrea Costantini, sembra derivare, con alcune variazioni, da quella produzione cineniotografica italiana che ha caratterizzato gli anni settanta, i cui protagonisti avevano le facce di Tomas Milian, Maurizio Merli, Franco Nero, Enrico Maria Salerno e la regia di Ferdinando Di Leo, Stelvio Mossi, Enzo Castellari (per fare alcuni nomi).

Aldo Fittante
Film TV

Prendi La squadra (il serial di Raitre) e trattala “male“. Inserisci angoli rubati a Distretto di polizia (serial di Canale 5). Condisci con dialoghi, battute e situazioni (compresa quella dell’agente ucciso nei giorni d‘attesa del trasferimento) strappati ai classici americani ed ecco pronto per la visione Dentro la città, poliziesco italiano e non all’italiana, perché - come sottolineato - nel suo [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati