La tela dell'assassino

Film 2004 | Thriller 111 min.

Titolo originaleTwisted
Anno2004
GenereThriller
ProduzioneUSA
Durata111 minuti
Regia diPhilip Kaufman
AttoriAshley Judd, Samuel L. Jackson, Andy Garcia, David Strathairn .
Uscitavenerdì 26 novembre 2004
MYmonetro 1,83 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Philip Kaufman. Un film con Ashley Judd, Samuel L. Jackson, Andy Garcia, David Strathairn. Titolo originale: Twisted. Genere Thriller - USA, 2004, durata 111 minuti. Uscita cinema venerdì 26 novembre 2004 - MYmonetro 1,83 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La tela dell'assassino tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ashley Judd, Andy Garcia, Samuel L. Jackson spersi nella nebbia della baia di San Francisco e nella inconsistente trama di questo thriller di basso livello, dallo sbadiglio obbligatorio. In Italia al Box Office La tela dell'assassino ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 2,9 milioni di euro e 985 mila euro nel primo weekend.

La tela dell'assassino è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
1,83/5
MYMOVIES 1,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,50
CONSIGLIATO NÌ
Fra strani svenimenti causati da un allucinogeno, atmosfere cupe e nebbiose della baia di San Francisco, un film poco credibile e privo di suspence.
Recensione di Pierfranco Bianchetti
Recensione di Pierfranco Bianchetti

Jessica Shepard, neo promossa ispettore della polizia di San Francisco, con alle spalle un oscuro dramma familiare (il padre, anche lui poliziotto, e la madre, uccisi misteriosamente anni prima), è incaricata dal suo paterno commissario ed affiancata da un protettivo collega, di investigare su alcuni omicidi, le cui vittime, guarda caso, hanno avuto rapporti intimi con lei. La nostra detective ovviamente si troverà ben presto nei guai.
Fra strani svenimenti causati da un allucinogeno, atmosfere cupe e nebbiose della baia di San Francisco, La tela dell' assassino, si configura fino dalle prime battute come un tremendo pasticccio nel quale la noia mette k.o. la suspence e qualsiasi credibilità della trama. Sospettiamo che il famigerato allucinogeno utilizzato nel film, sia stato somministrato anche ai tre attori protagonisti, prima della lettura del copione...

Sei d'accordo con Pierfranco Bianchetti?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Orfana di entrambi i genitori, morti in tragiche circostanze (uxoricidio + suicidio), tirata su da un collega e amico (Jackson) del padre poliziotto, una giovane poliziotta (Judd) si guadagna sul campo la promozione a ispettrice della Squadra Omicidi. Ha più di una ragione per essere twisted (contorta, perversa): dalla madre ha ereditato una disinvolta ninfomania, dal padre il gusto del vino e quello del mestiere di custodire law and order . Le affidano il caso di un assassino periodico che elimina in modi efferati giovani maschi di dubbia moralità. Si scopre che sono tutti passati nel suo letto. In bilico tra detective story e noir, il film del diseguale P. Kaufman ha una certa atmosfera suggestiva, dovuta anche al buon uso dei paesaggi portuali di San Francisco, ma né la regia né l'impegno recitativo di A. Judd riscattano le debolezze e le convenzioni di una sceneggiatura stanca.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
LA TELA DELL'ASSASSINO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
NOW

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 13 novembre 2011
Jayan

Un film colmo di atmosfere cupe e avvolte nella nebbia. Ottimo thriller psicologico con suspense e un finale inatteso. Jessica indaga una serie di assassini dove ogni morto è stato poco prima a letto con lei. Arriva al punto di dubitare di se stessa e di considerarsi l'artefice di tali assassini, avendo ogni volta bevuto molto e non ricordando nulla di ciò che è successo. [...] Vai alla recensione »

domenica 19 aprile 2015
Luigi Chierico

La tela dell’assassino, ossia la tela di un ragno per intrappolare la vittima, ignara della rete, e ucciderla. Come in ogni tessuto che ha una trama,fili ed un ordito,anche in questo film di modesta levatura c’è una trama,c’è chi conduce le fila per ordire delitti e trappole,chi uccide lasciando una firma indelebile. Non è una firma nel senso letterale della parola,ma un segno su una mano: A lasciare [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 ottobre 2020
elgatoloco

"Twisted"(Philp Kaufman, da un soggetto di Sarah Thorp e sceneggiatura di Anne e Arnold Kopelson, 2004), uno dei tanti film sulla tematica del serial-killer, non convince, in quanto la bravura di Samuel L.Jackson, che fa da com,missario capo nel film, nn riesce a supplire alle difficoltà della regia, mal servita da una sceneggiatura debole.

martedì 8 febbraio 2011
ultimoboyscout

Con un cast del genere non si poteva fare qualcosa di meglio? Ma soprattutto i tre protagonisti non poteva fare qualcosa di meglio? Io penso di si, mancano gli elementi fondamentali del buon thriller: suspence e mistero in particolar modo. Non è tutto da buttare, ma quasi. Un vero peccato.

giovedì 11 dicembre 2014
Mother Demon

Inizio con una domanda: come si fa a dire che un thriller come questo sia noioso e privo di suspance? Al contrario reputo il film ben fatto, con una regia solida, un cast di livello e con un finale a sorpresa davvero inaspettato. A rafforzare il tutto vi è un'atmosfera cupa che alimenta l'angoscia e la tensione. Si, ci sono thriller migliori, ma questo non lo si può affatto definire un flop.

martedì 25 gennaio 2011
lamagicaV

Non del tutto soddisfacente. Certo...ti riesce a convincere di una cosa per poi far titubare la tua idea e per poi farti capire che avevi tratto conclusioni sbagliate ma alla fin fine nulla di eccezionale. Esistono molti film del genere fatti decisamente meglio. E non tanto per gli attori, quanto proprio per la trama e lo svolgimento dell'azione.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Silvestri
Il Manifesto

Jessica Shepard (Ashley Judd) agente di polizia, giovane, bella e ombrosa, va in analisi (da David Strathairn, l'attore feticcio di John Sayles) perché esagera col Cabernet-Sauvignon, ha un debole per il sesso causale e a rischio, usa i metodi proibiti dell'ispettore Callaghan contro i maniaci-criminali, sviene tutte le notti che passa da single, forse perché ossessionata dalla scena shock dell'infanzia: [...] Vai alla recensione »

Roberta Bottari
Il Messaggero

Se ogni uomo con cui si fa l’amore viene assassinato poco dopo, c’è qualcosa che non va. E Jessica, appena promossa ispettore di polizia, al secondo cadavere che si rivela un ex-amante, si trova costretta a scartare l’ipotesi della coincidenza. È una poliziotta acuta ma anche una discreta alcolista, così, mentre si chiede come mai gli uomini le muoiano dietro , comincia a sospettare di se stessa: possibile [...] Vai alla recensione »

Roberto Silvestri
Il Manifesto

Appena promossa ispettrice di polizia Jessica si occupa del caso di un serial killer, ma rischia di essere lei la sospettata numero uno poichè sono uccisi uno dpo l'altro tutti i suoi ex fidanzati o amanti. a questo punto lei stessa quasi si convince che qualcosa dentro di lei non funziona. Thiller ad alta tensione. Da Il Manifesto, 27 novembre 2004

Alex Stellino
Ciak

Nonostante una spiccata propensione per l’alcool e la facilità con la quale passa da un uomo all’altro, la bella ma tormentata Jessica Shepard (Ashley Judd) si vede promossa detective della polizia di San Francisco e assegnata a un nuovo, importante caso. il suo superiore John Mifis (Samuel L. Jackson) l’ha presa sotto la sua ala protettrice da quando il padre della ragazza si è macchiato di una serie [...] Vai alla recensione »

Pier Maria Bocchi
Film TV

C’era una volta un tempo (chi se lo ricorda?) in cui Kaufman era stato scambiato per un autore. Si ha il coraggio di pensarlo ancora? Non ne fa una giusta da quasi vent’anni. Terrore dallo spazio profondo, The Wanderers e Uomini veri restano degli ottimi film, ma di fronte a cose tipo La tela dell’assassino si fa fatica a dire qualcosa. In questo gialletto su una poliziotta e sui cadaveri che spuntano [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati