Donne sull'orlo di una crisi di nervi

Acquista su Ibs.it   Dvd Donne sull'orlo di una crisi di nervi   Blu-Ray Donne sull'orlo di una crisi di nervi  
   
   
   
paolad.g.81 lunedì 18 dicembre 2017
nostalgia degli anni 80 Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Simpaticissimo, divertente, un'icona di quel periodo: per sdrammatizzare e rimpiangere dolcemente gli anni '80. Consigliatissimo per tirarsi su in caso di delusioni amorose e tristezze varie!!

[+] lascia un commento a paolad.g.81 »
d'accordo?
emanuelemarchetto sabato 18 marzo 2017
la perfezione! Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

La doppiatrice cinematografica Pepa riceve un messaggio d'addio in segreteria telefonica da Iván, suo compagno nella vita e nel lavoro. In tutti i modi cerca di contattarlo per dirgli che è incinta, ma scopre che sta per partire per Stoccolma. Pepa pensa che vada via con la moglie Lucía, mentre la moglie sospetta il contrario; Iván invece ha un'altra amante, l'avvocatessa Paulina Morales.
Forse il primo vero capolavoro del regista spagnolo: il film, chiuso quasi totalmente in una sola location, ha un ritmo inarrestabile. [+]

[+] lascia un commento a emanuelemarchetto »
d'accordo?
il befe lunedì 9 marzo 2015
capolavoro Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

bello

[+] lascia un commento a il befe »
d'accordo?
gianni lucini mercoledì 14 dicembre 2011
meglio una moto del maschio Valutazione 0 stelle su cinque
40%
No
60%

È un film dall’ironia caustica e graffiante, destinato a diventare un ‘cult’. “Donne sull’orlo di una crisi di nervi” di Pedro Almodovar porta sullo schermo un nuovo, imprevedibile modello femminile. Le moderne guerriere della fine degli anni Ottanta per il regista spagnolo hanno gonne strette,  tacchi alti, orecchini vistosi ed eccessivi, unghie laccate e labbra troppo colorate da rossetti a tinte forti. Sembrano deboli, ma sono fortissime. Nei dialoghi il ruolo del maschio viene fatto a pezzettini. Emblematico, in questo senso è il ragionamento di una delle protagoniste, la giovane Candela che, parlando con la sua amica Pepa sostiene che l’unica cosa del fidanzato che la interessa è la sua moto e, non appena avrà i soldi sufficienti per acquistarne una, lo mollerà. [+]

[+] lascia un commento a gianni lucini »
d'accordo?
nouvellevaguiste sabato 2 ottobre 2010
l'infedeltà e la metafora del doppiaggio. Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Il film si apre con 2 inquadrature significanti: il modellino del quartiere, primo evidente simbolo della finzione, e con la seguente sequenza della metafora del "doppiaggio". Almodovar inizia un gioco con lo spettatore, un gioco fatto di analogie e verosimiglianze: il doppiaggio sta a simboleggiare l'ambiguità per l'appunto le doppiezze nella vita della coppia moderna, in una società velatamente maschilista dove la donna è attanagliata da progressive nevrosi  scatenate dall'infedeltà, dalle bugie dai tradimenti di un uomo sempre più vile ma irrinunciabile. Oltre il carattere sociale, ciò che pare evidente sin dalle prime sequenze è la forte autoriflessività dell'opera, l' inserire il Cinema nel Cinema, la finzione nella finzione: il doppiaggio è un suadente inganno nel Cinema così come nella vita reale. [+]

[+] lascia un commento a nouvellevaguiste »
d'accordo?
clementine89 sabato 7 marzo 2009
donne sull'orlo di una crisi di nervi Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
100%

Abbandonata da ivan tramite un messaggio sulla segreteria telefonica, Pepa (carmen maura), che aspetta un bambino da lui, è pronta a dargli la caccia. Nel frattempo a casa sua si presenta il figlio di ivan (antonio banderas) e la sua fidanzata a cui si aggiungono l'ex moglie di ivan e due polizziotti. "Donne sull'orlo crisi di nervi" è un'irresistibile farsa dagli equivoci caratterizzati dal tocco inconfondibile di pedro almodòvar, che ne mescola i toni leggeri della commedia hollywoodiana con la cattiveria sorniona alla billy wilder, realizzando un film che è entrato a far parte della storia del cinema.

[+] lascia un commento a clementine89 »
d'accordo?
michel giovedì 20 novembre 2008
l’arca di pedro Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Alcune donne appollaiate su un attico, un piccolo zoo, uomini pochi e non sempre all’altezza della situazione, un gazpacho imbottito di sonniferi … Elegantemente fotografato e addobbato, il film ha tempi un po’ lenti, poco brio comico anche quando, nel finale, tenta l’accelerazione. Però è piacevole perché gli attori si muovono come a casa loro e perché Almodovar ha saputo orchestrare con la consueta affettuosa malizia i suoi personaggi. Bella prova di Carmen Maura, amante tradita ma non doma.

[+] lascia un commento a michel »
d'accordo?
sixoclock giovedì 22 novembre 2007
un'accozzaglia di confusi avvenimenti Valutazione 2 stelle su cinque
40%
No
60%

A parte gli ultimi suoi film, quando si guarda un film di Almodòvar è come se si stesse osservando un quadro del periodo surrealista di Picasso: un'autentico guazzabuglio di forme, colori, battute e ridicoli colpi di scena. Scenari irreali(il cielo che si intravede dalla terrazza), oggettini kitch(gli orecchini a forma di caffettiera di Candela), frasi sconnesse(il dialogo finale fra Carmen Maura e Rossi De Palma) vengono vomitati in un enorme e capiente calderone. La storia è veramente senza senso ma l'interpretazione degli attori è ottima, sopratutto la bravissima Carmen Maura ed il già belloccio Banderas.

[+] lascia un commento a sixoclock »
d'accordo?
nazareno nicoletti lunedì 14 agosto 2006
un regista pronto per il successo Valutazione 3 stelle su cinque
40%
No
60%

Film grottesco, fantasmagorico ed esilarante. In ogni momento Almadòvar non fa altro che sottolineare tutti gli eccessi della sua Spagna. Una Spagna sprecona e poco matura, troppo presa dalla libertà concessagli successivamente alla scomparsa della dittatura franchista. Viene dipinta una madrid sfarzosa e culturalmente inaridita; a far da padrone sono fiction di serie B, taxi eccentrici e situazioni al limite del paranormale. Gli avvenimenti degni di nota vengono volutamente evitati e se citati vengono immediatamentiamente accantonati, poche battute ed ecco che i discorsi diventano robba vecchia e fuori luogo. Spesso chi critica ha una soluzione a portata di mano. Non ci mette molto il regista spagnolo a tirar fuori dal cilindro un sonnifero (o forse più di uno?), l'unico possibile "calmante" e pacificatore. [+]

[+] lascia un commento a nazareno nicoletti »
d'accordo?
teto giovedì 10 agosto 2006
almodovar è un genio Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Ho guardato questo famoso film di Almodovar, dopo aver amato altri suoi film più recenti, e ne ha la stessa anima, la stessa sottile genialità di capire le sfumature della psicologia complessa ed impossibile delle donne innamorate. Un bel film sulle donne, forse un po' datato per inquadrature e tecnica, ma sceneggiatura 10 e lode, come l'altro bellissimo film sulle donne "tutto su mia madre". Davvero bello.

[+] d'accordo (di mel)
[+] lascia un commento a teto »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Donne sull'orlo di una crisi di nervi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | nouvellevaguiste
  2° | emanuelemarchetto
  3° | gianni lucini
Rassegna stampa
Stefano Reggiani
Festival di Venezia (2)
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (2)
Golden Globes (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità