Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante  
Un film di Peter Greenaway. Con Richard Bohringer, Michael Gambon, Helen Mirren, Alan Howard, Tim Roth.
continua»
Titolo originale The Cook, the Thief, His Wife & Her Lover. Drammatico, durata 120 min. - Gran Bretagna, Paesi Bassi 1989. MYMONETRO Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante * * * - - valutazione media: 3,44 su 16 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,44/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Richard Bohringer
Richard Bohringer (77 anni) 16 Gennaio 1942 Interpreta Richard
Michael Gambon
Michael Gambon (78 anni) 19 Ottobre 1940 Interpreta Albert Spica
Helen Mirren
Helen Mirren (73 anni) 26 Luglio 1945 Interpreta Goergina
Alan Howard
Alan Howard 5 Agosto 1937 Interpreta Michael
Tim Roth
Tim Roth (57 anni) 14 Maggio 1961 Interpreta Mitchel
Ciarán Hinds
Ciarán Hinds (66 anni) 9 Febbraio 1953 Interpreta Cory
Il luogo della vicenda è un ristorante frequentato da clienti molto diversi: un signorotto volgare e violento accompagnato dalla moglie indifesa e dai suoi scagnozzi, ma anche un signore bene educato che legge spesso e volentieri.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * * - -

Il luogo della vicenda è un ristorante frequentato da clienti molto diversi: un signorotto volgare e violento accompagnato dalla moglie indifesa e dai suoi scagnozzi, ma anche un signore bene educato che legge spesso e volentieri. L'educato e l'indifesa avranno una focosa passione mentre il marito medita una crudele vendetta. Proveniente dalla pittura, Greenaway anche in questo film versa il suo talento visionario al limite dell'eccesso: tra Salò o le 120 giornate di Sodoma e La grande abbuffata. Dissacratorio, è da amare o da odiare.

Stampa in PDF

Premi e nomination Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante MYmovies
Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante recensione dal dizionario Farinotti
* * * * *

Il cuoco,il ladro,sua moglie,l'amante e greenaway

domenica 8 marzo 2009 di teotibi

Prima di questa pellicola ammetto di aver solo sentito parlare del poliedrico artista gallese, Peter Greenaway…ed ora che l’ho scoperto sono curioso di andare a indagare meglio ed in maniera più approfondita nella sua filmografia. IL CUOCO, IL LADRO SUA MOGLIE E L’AMANTE è risultato per me, al primo sguardo, un capolavoro inaspettato e di forte impatto visivo. La prima cosa che colpisce infatti è la costruzione delle immagini, con una predominanza di colori vivi e accesi (in particolare del continua »

* * - - -

Lontano dai pasti...

venerdì 24 marzo 2006 di eli

Greenaway è indubbiamente un pittore prestato al cinema. Fotografia ottima e inquadrature che sono dei veri quadri...Ma i simbolismi sono troppi, ridondanti; quanto ai contenuti questo film è rivoltante, nel vero senso della parola. Certo raggiunge il suo scopo: disgustare lo spettatore e disattendere ogni minima aspettativa. Un consiglio: guardare lontano dai pasti. continua »

* * * * -

Straordinario

venerdì 8 ottobre 2010 di paride86

Un film sorprendente e denso di significato che trova, però, nella forma il suo punto di forza. Lo splendore delle luci, dei colori, delle scenografie e il gioco dei costumi lo rende unico. L'umorismo grottesco e cattivo, invece, fa di questo film un piatto per soli cinefili. Ottimi attori.  continua »

* * * * -

Realtà o arte

mercoledì 15 giugno 2016 di arnaco

Molti film, come ad esempio il Padrino, ci hanno abituati ad una immagine edulcorata e quasi signorile del malavitoso; altri ci hanno fatto simpatizzare con un criminale, mediante la descrizione delle vicissitudini affettive e sociali da lui attraversate (spesso fin dall'infanzia). Anche l'Albert mostratoci da Greenaway, per quanto odioso e ripugnante, è abbastanza lontano dalla realtà di certi mafiosi nostrani che tagliano i genitali e li mettono in bocca alle loro vittime o di quegli uomini che continua »

Helen Mirren e Alan Howard
Ma a che ti servono tutti questi libri? Non te li puoi mangiare; come ti possono rendere felice?
Io li ho sempre trovato molto affidabili: non cambiano idea appena io volto gli occhi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Helen Mirren e Alan Howard
Ma a che ti servono tutti questi libri? Non te li puoi mangiare; come ti possono rendere felice?
Io li ho sempre trovato molto affidabili: non cambiano idea appena io volto gli occhi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Helen Mirren e il cuoco Richard Bohringer
Quando prepari un menu, come lo fai il prezzo delle portate?
Io chiedo di più per tutto quello che è nero: uva nera, olive nere, ribes nero. La gente in genere ama ricordarsi della morte. Mangiare pietanze nere è come consumare la morte, è come dirle: "morte, ti sto mangiando". Il tartufo nero è la cosa più cara, insieme al caviale nero: morte e nascita, la fine e il principio. Tu non credi che sia giusto che tutte le pietanze più dispendiose siano nere?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

SOUNDTRACK | Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 28 giugno 2011

Cover CD Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante A partire da martedì 28 giugno 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante del regista. Peter Greenaway Distribuita da EMI. Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

Il film di Peter Greenaway non sono per tutti può disturbare il suo continuo desiderio di épater le bourgeois, la sua insistenza sulle funzioni fisiologiche umane, il suo irrefrenabile gusto per il turpiloquio. Eppure i film di Peter Greenaway rappresentano sempre un’occasione da non perdere nell’ambito un po’ asfittico del cinema d’autore europeo contemporaneo: morti Bunuel e Fassbinder, è rimasto tra i pochi ad avere il coraggio dell’immagine forte, del pugno nello stomaco programmatico, del gusto pittorico sontuosamente barocco. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Dal viola al verde al rosso al bianco, e poi dal bianco al rosso al verde al viola: la prima metà di Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante è tutta chiusa in un circolo vizioso di luci e colori funerei. Dal parcheggio (luce dominante viola) una carrellata verso destra porta la macchina da presa nelle cucine (luce verde), in sala da pranzo (luce rossa) e infine in bagno (luce bianca). Ora, la carrellata torna a sinistra e di nuovo l’universo del film ci scorre davanti, frontale. La sua fine, il bianco, diventa il suo inizio, mentre il suo inizio, il viola, diventa la sua fine. »

Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Stefano Lo Verme
Pubblico (per gradimento)
  1° | teotibi
  2° | paride86
  3° | arnaco
  4° | eli
Rassegna stampa
Luigi Paini
Roberto Escobar
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità