La lettera [1]

Un film di Manoel de Oliveira. Con Franšoise Fabian, Leonor Silveira, Chiara Mastroianni, Antoine Chappey, Pedro Abrunhosa Titolo originale A carta. Drammatico, durata 108 min. - Portogallo, Francia, Spagna 1999. MYMONETRO La lettera [1] * * * 1/2 - valutazione media: 3,84 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato assolutamente sì!
3,84/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * * 1/2
Franšoise Fabian
Françoise Fabian (86 anni) 10 Maggio 1933 Interpreta Madame De Chartres
Leonor Silveira
Leonor Silveira (48 anni) 28 Ottobre 1970 Interpreta La suora
Chiara Mastroianni
Chiara Mastroianni (47 anni) 28 Maggio 1972 Interpreta Madame De Cleves
Antoine Chappey
Antoine Chappey   Interpreta Monsieur De Cleves
Pedro Abrunhosa
Pedro Abrunhosa   Interpreta Il cantante
A partire dal testo di M.me de La Fayette La principessa di ClÚves, de Oliveira continua la sua esplorazione nel territorio degli amori che non giungo...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
Giancarlo Zappoli     * * * - -

A partire dal testo di M.me de La Fayette La principessa di ClÚves, de Oliveira continua la sua esplorazione nel territorio degli amori che non giungono a compimento. Il film Ŕ ambientato ai nostri giorni. La signorina di Chartes Ŕ sposata col signore di ClÚves, ma si innamora di un cantante rock (Pedro Abrunhosa, star nella realtÓ). Non cederÓ per˛ neppure dopo che Ŕ rimasta vedova a causa dello svelamento al consorte dei propri sentimenti. Teme che realizzare l'amore lo diminuisca. Riflessione coerente del regista portoghese sui temi dell'impossibilitÓ d'amare veramente, del senso di colpa, della sublimazione dell'amore.

Stampa in PDF

Premi e nomination La lettera [1]

premi
nomination
Festival di Cannes
1
0
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film La lettera [1] adesso. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Esce a Ferragosto un film davvero molto bello, denso, classico e appassionato come La lettera di Manoel de Oliveira, presentato al festival di Cannes: Ŕ un sintomo del disordine e degli angusti criteri quattrinai che dominano la distribuzione cinematografica, ma Ŕ pure un'occasione di Úlite da non perdere. Molto bella Ŕ anche l'opera letteraria a cui il film si ispira, La principessa di ClÚves scritta nel 1678 da Madame de La Fayette, capolavoro dell'autrice francese che descrive con grande finezza una passione d'amore con le sue contraddizioni, le sue esitazioni, i suoi tormenti sentimentali e morali nell'intimitÓ del cuore. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

PerchÚ ambientare nella Parigi d'oggi una vecchia storia come quella pubblicata nel 1678 da Marie-Madeleine de La Fayette? Alla domanda, che somiglia a un rimprovero, Manoel de Oliveira potrebbe rifiutarsi di rispondere. Alle sue spalle ci sono altri trentuno film, a partire da Douro, faina fluvial del 1931. AvrÓ ben diritto, ormai, ad ambientare le proprie storie negli anni che meglio crede. D'altra parte, con la condiscendenza gentile d'una vecchiaia saggia, il maestro portoghese risponde. A qualcuno racconta d'aver voluto risparmiare tempo e denaro: ce ne sarebbe voluto molto, dell'uno e dell'altro, se le faccende della virtuosa Catherine de Cleves (Chiara Mastroianni) fossero state mantenute nell'originario secolo diciassettesimo. »

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

Il diavolo, probabilmente. Il grande tentatore Ŕ di nuovo tra noi: come in tanti film di Robert Bresson, anche nell'ultima pellicola di Manoel de Oliveira, La lettera, il Principe delle tenebre Ŕ in piena azione. Il suo corpo terreno Ŕ quello di un noto cantante portoghese, Pedro Abrunhosa (nella parte di se stesso) intenzionato a far cadere nella trappola la giovane signora de Cleves (Chiara Mastroianni). Una storia senza tempo, quella che il grande maestro lusitano porta sullo schermo, traendola da un'opera letteraria, La principessa di Cleves, scritta nel 1678 da Madame de La Fayette. »

di Paolo Boschi Scanner

L'ultranovantenne regista portoghese Manoel de Oliveira torna dietro la macchina da presa per dirigere una mise en scene contemporanea de La principessa di ClŔves di Madame de La Favette. La traslazione cinematografica Ŕ sostanzialmente fedele all'archetipo letterario: la giovane e bella Mademoiselle de Chartres, dopo aver attraversato la prima delusione amorosa, conosce Jacques de ClŔves, medico dotato di robusta reputazione ed un'ingente fortuna economica. La ragazza accetta di sposarlo pur avendo coscienza di non esserne innamorata ma, una volta divenuta Madame de ClŔves, conosce Pedro Abrunhosa, cantante in piena ascesa, e ne resta folgorata fin dal primo incontro. »

La lettera [1] | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità