Martin Eden

   
   
   

occasione sprecata Valutazione 1 stelle su cinque

di solveig


Feedback: 16 | altri commenti e recensioni di solveig
sabato 7 settembre 2019

Per prima cosa, non posso non sottolineare una scorrettezza artistica evidente : se si scrive “liberamente tratto da “ allora per coerenza si deve cambiare titolo, mettere “Martin Eden - Liberamente tratto da Martin Eden” è un po' come volere tutti i vantaggi di trarre un film da un libro, senza sopportarne i rischi. Come la scelta di trasporre il libro a Napoli, niente da dire, ma allora chiamiamolo Gennaro; scusate ma sentire” Ao Martin Eden guagliò” proprio no eh...Di che stiamo parlando: di un romanzo che non è solo un romanzo, di uno di quei libri memorabili e unici, che segnano la vita e l'immaginario di chiunque lo legga, una storia meravigliosa, potente, tragica , infinitamente piena di verità, sentimento, capacità di arrivare al senso ultimissimo delle cose e della vita. E di una storia d'amore come poche ne sono state raccontate.
In questo contesto il film ci consegna una regia stanca e dimessa, incapace di costruire i passaggi narrativi con chiarezza e credibilità, infarcita di errori alle volte inspiegabili, facendo fare a Martin Eden spesso la figura della macchietta ( il pubblico in sala ha riso spesso, e questo, in una storia,cosi, non è accettabile). Tutta la parte relativa a rapporto di Martin Eden ( che è poi l'alter ego di London) con Spencer e il socialismo, è trattato in modo confuso e fuorviante; la storia d'amore con Elena ( Ruth nel romanzo ) che nel libro ha un ruolo grandissimo e commovente (come dimenticare il suo “morire per lei...si, morire per lei..”) è appena abbozzata e mai sviluppata a dovere.

Non mi ha nemmeno convinto il passaggio di Eden alla notorietà: di punto in bianco lo vediamo in una palazzo lussuoso, con la segretaria, il viso stravolto e l'atteggiamento da star disincantata con le occhiaie da drogato, una sorte di via di mezzo tra Scarface e un borghese annoiato, ma senza essere stati resi partecipi, intimamente, del suo percorso di trasformazione. Bella, oggettivamente, la scena in cui rifiuta il tentativo di riavvicinamento, interessato, della ragazza: lì il protagonista raggiunge livelli di disperata intensità. Ma il finale veramente mi ha deluso: nel film il protagonista, subito dopo aver rifiutato al ragazza, si uccide, ma nel libro -ed è il nocciolo della tragicità della storia - Martin Eden, disilluso dalla falsità del mondo borghese, tenta la carta del ritorno all'indietro: lascia tutto e si imbarca come semplice marinaio in una barca verso i mari del sud, vuole tornare a essere quello di una volta, eppure, al contatto con il mondo popolare delle origini, scopre con sgomento che non è più uno dei loro e anzi ne viene rifiutato, perchè , volente o nolente, nel frattempo si è acculturato, ha studiato, in altre parole, è un Altro.

Questa impossibilità di tornare indietro, questo essere straniero ovunque, tra i borghesi come tra i proletari, è lo scacco definitivo della sua vita, e allora decide per il suicidio.Avere sorvolato su questo aspetto è, a mio avviso , un peccato imperdonabile del regista, perchè toglie il cuore pulsante della storia.Per quanto concerne gli attori, Marinelli è indubbiamente assai bravo, la ragazza, pur fotogenicamente molto espressiva, ha una voce davvero inascoltabile.Con un po' di lavoro e attenzione in più, credo, si sarebbe potuto fare un lavoro assai migliore. Peccato.


 


 

 


 


 

[+] lascia un commento a solveig »
Sei d'accordo con la recensione di solveig?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
50%
No
50%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
kimkiduk lunedý 9 settembre 2019
proprio napoli Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Pensa io ho trovato fantastico proprio il fatto che ha trasportato il personaggio a Napoli mantenendo il nome e anche di Russ Brissenden mentre ha snaturato il tempo e i luoghi. Operazione difficilissima e riuscitissima. Ma il bello del cinema Ŕ anche questo vederlo in modi diversi. Le copie spesso troppo facili.

[+] lascia un commento a kimkiduk »
d'accordo?
giannaccio domenica 15 settembre 2019
martin a napule' Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Perfettamente d'accordo
Ridicolo in particolare il Martin Eden a Napoli, Ottimo Marinelli ma il film.....

[+] lascia un commento a giannaccio »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di solveig:

  • Lincoln (commento del 06/09/2019)
Martin Eden | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Link esterni
#MartinEden
Uscita nelle sale
mercoledý 4 settembre 2019
Distribuzione
Il film Ŕ oggi distribuito in 166 sale cinematografiche:
Showtime
  3 | Abruzzo
  2 | Basilicata
  2 | Calabria
13 | Campania
15 | Emilia Romagna
  5 | Friuli Venezia Giulia
26 | Lazio
  6 | Liguria
17 | Lombardia
  4 | Marche
  1 | Molise
12 | Piemonte
14 | Puglia
  3 | Sardegna
  8 | Sicilia
18 | Toscana
  2 | Trentino Alto Adige
  6 | Umbria
  8 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità