Il Corriere - The Mule

Acquista su Ibs.it   Dvd Il Corriere - The Mule   Blu-Ray Il Corriere - The Mule  
Un film di Clint Eastwood. Con Clint Eastwood, Bradley Cooper, Laurence Fishburne, Michael Peña, Dianne Wiest.
continua»
Titolo originale The Mule. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 116 min. - USA 2018. - Warner Bros Italia uscita giovedì 7 febbraio 2019. MYMONETRO Il Corriere - The Mule * * * 1/2 - valutazione media: 3,88 su 45 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Ma quanti anziani gentiluomini… Valutazione 3 stelle su cinque

di vanessa zarastro


Feedback: 29613 | altri commenti e recensioni di vanessa zarastro
sabato 9 febbraio 2019

Clint Eastwood jr. con questo film dà una calibrata risposta al “The Man & the Gun” di Robert Redford. Entrambi attori e registi, entrambi anziani (89 il primo e 83 il secondo) si cuciono addosso delle parti e dirigono se stessi inserendo molta storia del cinema nei loro film. Così scrive Pietro Masciullo in “Sentieri Selvaggi”. «Ogni gesto di Earl si carica così di un portato simbolico che affonda le radici in cinquant’anni di cinema americano rendendo superfluo ogni altra inquadratura». In entrambi i film c’è una controparte istituzionale, anche se subisce il fascino del criminale gentiluomo: Bradley Cooper nel film di Eastwood, Casey Affleck in quello di Redford, giovani attori di successo, quasi a prefigurare un futuro più etico.
In “Il Corriere – The Mule” Eastwood impersona Leo Earl Sharp, noto anche come El Tata - che è morto nel 2016 a 92 anni -, un veterano statunitense della guerra di Corea realmente vissuto, un appassionato floricoltore, che divenne corriere della droga per il cartello messicano Sinaloa. Per oltre dieci anni Earl ha trasportato migliaia di chili di cocaina, diventando una sorta di leggenda tra i trafficanti di droga. Con i suoi gesti lenti da uomo anziano e perbene, sul suo pickup Lincoln ha trasportato tra i 100 e i 300 chili di cocaina alla volta, muovendosi dal confine sud degli Stati Uniti fino a Detroit, Michigan.
Nel film il regista/attore narra dodici corse (almeno un paio però ce le poteva risparmiare), in un crescendo di consapevolezza di ciò che stava realmente trasportando. Clint rappresenta un Earl cordiale, un po’ burlone che canta In’t That A Kick In The Head di Dean Martin quando guida, ama la gente, gli piacciono le belle donne e il booze, anche se è un grande lavoratore. Bisognava aspettare tanto tempo per vederlo interretare una parte sorridente e socievole. Clint però non dimentica di sottolineare quel po’ di razzismo che c’è nell’uomo medio bianco cresciuto nel Midwest della sua generazione (speriamo solo la sua…), che chiama “negros” i neri e prende in giro i messicani chiamandoli “mangiafagioli”.
L’arrivo della tecnologia man mano ha soppiantato il suo lavoro che, oltre a coltivare emerocallidi - fiori che durano un giorno solo, sbocciando al mattino e si chiudendosi verso sera-, ne curava anche il trasporto e la consegna (oggi si fa tutto con internet). Pertanto il vecchio Earl in passato aveva viaggiato molto, guidando sempre lui, ed essendo sempre in giro aveva trascurato sia la moglie Mary (Dianne Wiest) sia la figlia Iris (Alison Eastwood, realmente sua figlia), non essendo mai presente in tutte le occasioni più importanti (recite, compleanni, diplomi ecc.). Così a Earl Sharp viene pignorata la casa e la terra; si ritrova al verde a Peoria in Illinois, dove vive la sua famiglia, quando gli viene offerto di guidare attraverso il Missouri verso il New Messico per trasportare una sacca di cui nessuno gli dice cosa ci sia dentro.
Con i molti soldi che guadagna in modo così “facile”, Earl aiuta la nipote a iscriversi al college e finanzia il locale dei reduci di guerra, pronto ad aiutare coloro che si trovano in difficoltà economiche. L’agente della DEA che lo arresta non è particolarmente caratterizzato nel film – come nessun’altra delle persone attorno -, ed è interpretato, come già detto, dal fedele Bradley Cooper già insieme in “American Snipers”.
Molti critici hanno fatto un paragone tra il personaggio di Earl Sharp con Walt Kowalski di “Gran Torino” del 2008 - peraltro scritto dallo stesso sceneggiatore Nick Schenk – forse perché entrambi sono “burberi domati”, uomini soli e resi analoghi dall’interpretazione di Clint.
Clint ha debuttato sullo schermo nel 1955 diventando poi famoso con la trilogia di Sergio Leone negli anni Sessanta: “Per un pugno di dollari” del 1964, “Per qualche dollaro in più” del 1965 e “Il buono, il brutto, il cattivo” del 1966, dando origine al genere spaghetti-western. Dal 1971 al 1988 sarà Harry Callaghan in vari film, l’ispettore di ghiaccio, burbero e scontroso. Parallelamente ha diretto film (trentasette in totale), ma il vero successo da regista arriva solo negli anni duemila, anche se io ricordo un paio di film che mi piacquero molto come “Bird” del 1988, la storia di Charlie Parker a Parigi e “I ponti di Madison County” del 1995. Da allora ho cominciato a pensare che fosse più bravo come regista che come attore. Posso comunque dire, in tutta tranquillità che, in oltre 50 anni di cinema e 30 da regista, questo non è il suo miglior film. 

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
Sei d'accordo con la recensione di vanessa zarastro?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
67%
No
33%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
paolp78 sabato 16 febbraio 2019
l'affermazione come regista è precedente Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Mi permetto di correggere la tua ricostruzione, nella parte in cui dici che il vero successo da regista è arrivato negli anni duemila.
In realtà l'affermazione come regista risale ai primi anni '90 con "Gli Spietati", premiato con quattro Oscar, tra cui miglior film e miglior regia
Di questo periodo, oltre alle pellicole che hai citato, ritengo che meriti una menzione anche "Un mondo perfetto"

[+] lascia un commento a paolp78 »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di vanessa zarastro:

Vedi tutti i commenti di vanessa zarastro »
Il Corriere - The Mule | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 |
Link esterni
#TheMule
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 7 febbraio 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 436 sale cinematografiche:
Showtime
11 | Abruzzo
  4 | Basilicata
  7 | Calabria
30 | Campania
37 | Emilia Romagna
11 | Friuli Venezia Giulia
54 | Lazio
11 | Liguria
59 | Lombardia
19 | Marche
  1 | Molise
34 | Piemonte
35 | Puglia
13 | Sardegna
36 | Sicilia
34 | Toscana
  5 | Trentino Alto Adige
  7 | Umbria
  1 | Valle d'Aosta
27 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità