Giovane e bella

Acquista su Ibs.it   Dvd Giovane e bella   Blu-Ray Giovane e bella  
Un film di François Ozon. Con Marine Vacth, Géraldine Pailhas, Frédéric Pierrot, Fantin Ravat, Johan Leysen.
continua»
Titolo originale Jeune et jolie. Drammatico, durata 94 min. - Francia 2013. - Bim Distribuzione uscita giovedì 7 novembre 2013. - VM 14 - MYMONETRO Giovane e bella * * * - - valutazione media: 3,40 su 56 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
lorenzodv mercoledì 21 agosto 2019
l'hanno imbrogliata ed ora lei lo sa Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Qualcuno ha visto un film sulla prostituzione, io ho visto una disobbedienza civile degna di Martin Luther King.
Isabelle ha 17 anni e finalmente ha il suo primo rapporto sessuale e scopre che è una cosa normale, come tante. Sarebbe sbagliato affermare che non le è piaciuto, è delusa dalle aspettative, non è stato proprio un momento importante della vita, però l'ha atteso 17 anni. Per capire se sono tanti o pochi non bisogna pensare a quando si avevano 17 anni, bisogna pensare a 17 anni di reclusione, di ammortamento del mutuo, di attesa per cambiare la macchina; 17 anni!
Per chi ha 17 anni, sono tutta la vita.
Isabelle non ama il lusso, non vuole nulla di speciale, vuole decidere, scegliere. [+]

[+] lascia un commento a lorenzodv »
d'accordo?
totybottalla giovedì 27 luglio 2017
tutto il vuoto che c'è...! Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Buon affresco di Ozon che inquadra il vuoto dell'adolescenza senza quasi speranza, un bivio nel quale se sei bella come Isabelle ti prostituisci se non lo sei ti rifugi nel cibo peggiorando le cose che possono diventare letali in caso di droghe o altre illusioni, tutto questo delirio in un contesto invisibile e apparentemente normale raccontato in un film che diventa assordante nelle scene con pochi dialoghi, ma il lavoro di fattura francese evidenzia di riflesso la perversione imbarazzante di uomini di mezza e fine età, complici e protagonisti di tutto il vuoto che c'è! Saluti.

[+] lascia un commento a totybottalla »
d'accordo?
eleonora panzeri sabato 24 ottobre 2015
senza amore Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Una giovane e bellissima ragazza con un’innaturale apatia per la vita, per i sentimenti e per le emozioni. Una pellicola che tratta in maniera cruda e profonda la tematica delle baby squillo, senza trascurare gli aspetti psicologici dei vari attori partecipi alla vicenda. La vita di Leà viene presentata così com’è, senza fronzoli, nella sua amara ed annoiata crudezza. Il film è molto ben realizzato e trovo di forte impatto le splendide inquadrature al volto angelico dell’attrice protagonista, che stridono con il suo vuoto interiore e le situazioni squallide di cui è protagonista. [+]

[+] lascia un commento a eleonora panzeri »
d'accordo?
dario venerdì 7 agosto 2015
superbo Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Molto lodevole la decisione di rispettare i personaggi. Il regista, qui ottimo, non fa morali se non indirettamente, con raffinatezza e sottile tenerezza per le vicende umane. Assiste e commenta fra sè e sè con notevole sensibilità. Tutto avviene sul corpo di vittime quasi ignare. La realtà è una gigantesca confusione, un intrecciarsi di ruoli che l'umanità sopporta con un misurato e innocuo stupore. Vale la materia, lo spirito è muto, ma non del tutto. L'indulgenza, dunque, è dovuta. Ottimi gli attori, su tutti un'inquietanteVacht, specchio delle nostre deficienze. 

[+] superb? (di luanaa)
[+] lascia un commento a dario »
d'accordo?
fabio1957 giovedì 26 febbraio 2015
incompleto Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

L'analisi introspettiva di questa giovane adoloscente prestata, si spera provvisoriamente, al perduto mondo della prostituzione,è il tema del film.Tuttavia la sensazione che si prova alla fine della storia è di qualcosa di incompiuto.Lusinghiero il tentativo di sondare l'animo umano e cercare motivazioni a scelta cosi estrema,ma la sceneggiatura sembra non riuscire o non volere andare fino in fondo, nello scrutare una psiche così contorta,l'interpretazione della protagonista è asciutta, essenziale, credibile, ma restano tanti interrogativi.

[+] lascia un commento a fabio1957 »
d'accordo?
luanaa domenica 27 aprile 2014
il solito ozon Valutazione 2 stelle su cinque
33%
No
67%

Buona la fotografia ma montaggio non fluido. I soliti difetti del cinema di Ozon sempre molto piatto e prosaico e che non ha quasi nulla dell'aura francese ..ma che sa sempre trovare una scena clou intorno alla quale girare il tutto..ma in questo caso la scena, per quanto commovente rimane enigmatica e appena abbozzata con un finale in cui appare la solita...va detto..Rampling.. piuttosto penoso e ridicolo.Sfruttatissimo e tutto giocato sui primi piani del volto della giovane attrice..un misto tra Laeticia Casta e Nastassia Kinski.Ozon,un regista che in Francia manco se lo filano ma che piace alla critica italiana.Un film povero..allusivo..ma sostanzialmente molto scarso.

[+] lascia un commento a luanaa »
d'accordo?
kondor17 lunedì 21 aprile 2014
inutile ma guardabile Valutazione 2 stelle su cinque
60%
No
40%

Molto bravi i ragazzi, ma poco altro. Non si capisce cosa voglia dire (o istigare) lo sceneggiatore, il regista, dal momento che l'aspetto "intimo" della cosa, i motivi che spingono o che stanno dietro alla scelta di Lea e le loro fatali conseguenze, sono appena accennati e in maniera superficiale. Resta la cronaca di una bella diciassettenne, disinibita e curiosa, che via via si perde per strada, nella rinuncia dei valori e delle virtù, prima, nella prostituzione poi. In una sorta di cinico annullamento di ogni emozione, quindi, trascina con sè chiunque le si pari davanti e come provocatoria macchina del peccato, spinge sempre più avanti il limite del pudore e della trasgressione, destinato a cadere sotto i suoi colpi di  precisione chirurgica. [+]

[+] lascia un commento a kondor17 »
d'accordo?
akyro venerdì 11 aprile 2014
gatta morta parigina Valutazione 1 stelle su cinque
67%
No
33%

ozon non doveva essere il nuovo astro del cinema francese, e invece... la butta sul sesso adolescente e non ne cava niente, se non qualche psicologismo d'accatto

[+] lascia un commento a akyro »
d'accordo?
pb80pb80 domenica 23 febbraio 2014
induzione alla prostituzione Valutazione 1 stelle su cinque
67%
No
33%

Si fa un gran parlare in questo periodo di Baby squillo e ragazze doccia. Qualcuno non manca di puntare il dito contro il Pop Porn alla Miley Cyrus dicendo che inclulca valori "depravati" nelle nostre adolescenti. Magari sono gli stessi che vanno in visibilio per questo film "raffinato". Purtroppo per loro, confondono la disinibizione sessuale, anche estrema e provocatoria, con la prostituzione. Dimenticandosi che la disinibizione sessuale non necessariamente presuppone la vendita del proprio corpo adolescenziale a vecchi bavosi per comperarsi una borsetta Gucci: la disinibizione sessuale, può essere tanto valida in una coppia sposata di ultrasessantenni o in due adolescenti che vogliono "giocare" per il proprio piacere. [+]

[+] lascia un commento a pb80pb80 »
d'accordo?
gianleo67 domenica 26 gennaio 2014
una lolita...secondo ozon Valutazione 3 stelle su cinque
33%
No
67%

Dopo l'Estate del suo diciassettesimo compleanno e la sua deludente iniziazione sessuale, la giovane e tormentata Isabelle ritorna al suo consueto menage domestico ed alla sua vita di studentessa con una mutata consapevolezza del suo corpo e dei rapporti con l'altro sesso. Iniziando a prostituirsi, un pò per noia e un pò per soldi, nell'appartata freddezza di anonime stanze d'albergo, provoca involontariamente la morte di un anziano cliente cardiopatico, venendo così scoperta dalla polizia e dalla sua famiglia che cerca con difficoltà di comprenderne disagi e motivazioni. Finale sospeso.
Nella consueta dialettica di un'ambiguità psicologica sempre incerta tra volontà e fatalismo, tra pulsioni istintive e rigidità delle convenzioni (e dei ruoli) sociali, tra la complessità della natura umana e l'ipocrisia della cultura borghese, Ozon indaga lo smarrimento di una generazione incapace di elaborare il senso etico delle relazioni sociali, afflitta da una drammatica scissione tra emotività e sessualità, votata con spregiudicata indolenza a sperimentare un personale percorso di conoscenza e formazione (sentimentale, sessuale, umana). [+]

[+] lascia un commento a gianleo67 »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 »
Giovane e bella | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Cesar (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 7 novembre 2013
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità